l'Erbario

Discussioni relative all'ambientazione di riferimento e al come presentare le informazioni rilevanti.
Regole del forum
Le regole per discutere in questa sede sono quelle generiche della netiquette e quelle relative al rispetto per le persone specificate nella Costituzione delle Oasi di Ashura.
Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

l'Erbario

Messaggioda Hashepsowe » mer 17 giu 2015, 0:49

Parimenti a quanto fatto per il Bestiario, riporto in citazione i post dei vari utenti. Alcune delle piante elencate sono già state incluse nell'Erbario ufficiale di Ashura (per la precisione quelle delle oasi già manualizzate).
Sianna ha scritto:ISOLA DELLE NEBBIE

FIORDILITO
Sulle sponde del lago brumoso cresce indisturbata una fragile piantina dai seducenti poteri mistico/spirituali.
Della famiglia delle Felciformi i suoi semi vengono raccolti poco prima delle feste d'inverno per essere stilate in botti pregiate ove attendono la stagione successiva per essere lavorate.
La polvere ottenuta dal passaggio dei suddetti semi attraverso il sacro mortaio, produce effetti noti a tutte le streghe e a tutti i Faeire....dalla voce di colei che è la DEA: ""NON C'E' NULLA CHE IL FIORDILITO NON SAPPIA CURARE...VEDERE...BRAMARE"".

VESPROENIA
La vesproenia è un piccolo e carnoso fiore che cresce vicino alla pozza sacra del TEMPIO DELLE NEBBIE.
Narra una leggenda che la prima sacerdotessa che riesce a cogliere l'istante che unisce il primo raggio di sole mattutino alla più piccola e invisibile goccia di rugiada posata su di questo fiore, riceva in dono dagli spiriti silvani il dono della CHIAROVEGGENZA.
Dalla rantumazione della sua corolla si ricava un unguento lattiginoso capace di lenire i dolori che la mente produce inoltre, se decotta, la sua radice può indurre un breve stato di trance."

**Happynia** (by Lilith)
E' una pianticella non più alta di trenta centimetri con grandi foglie carnose e di colore blu intenso.
Fiorisce solo una volta all'anno il fiore ha una grande corolla rosso fuoco dal quale spuntano quattro grossi pistilli blu...Va raccolta di notte mentre la luna le infonde un potere 100 volte superiore al normale[;)]
essicati ,i petali e fatti bollire sono utilissimi per accrescere resistenza ehm...fisica. Mentre i pistilli se fatti annusare ad una persona che non vi degna di uno sguardo...scateneranno la reazione opposta e allora si che se ne vedranno delle belle!!

MEOERIA
Detta anche nell'antichissima lingua dei Faeire FIORDIGATTO questo piccolo fiore si trova presso le salde rocce del tempio delle Nebbie.
Dall'aspetto fragile e dalle foglie estremamente pelose (in questo ricorda il pelo dei felini) ha un intenso color beige che, quando raggiunge la maturazione si tramuta in color cappuccino.
Le sue proprietà sono alquanto legate al mondo dell'onirico e del mistero.
Fumando le sue foglie essicate alla sera si possono combattere insonnia e cattiva frequenza rem.
Cospargendosi con l'unguento ricavato dalla peluria delle foglie, si può invece conciliare e richiamare a se il mondo dei sogni e delle premonizioni.

CONFONDIPASSI
Questa piccola e grassa erba di prato si trova nelle vicinanze del bosco incantato.
Si narra, e non è solo una leggenda ve lo posso assicurare, che chiunque pesti quell'erba, anche se indossa pesanti calzature, perde sia la nozione del tempo che dello spazio.
E' chiamata anche erba smemorina e ha un effetto immediato; non si conoscono le tempistiche d'effetto dell'erba ma, si sa che non è facile riconoscerla dall'erba comune. Unico indizio?
Alcune macchioline molto chiare tendenti al giallo paglierino che le macchiano le punte tenere e carnose.

ERBA SPIZZICORINA
Erbetta dalle foglie lanose e leggermente screziate di verde brillante e giallo paglierino.
Le caratteristiche della piantina sono poche ma efficacissime.
In primis, la deliziosa piantina, chiamata anche GRATTICCOLA, produce in chi la tocca o in chi ne viene a contatto diretto una SMANIOSA VOGLIA DI GRATTARSI FINO A SCORTICARSI VIVO. Il suo effetto è immediato e prolungato nel tempo.
In seconda mandata, se decotta, guarisce qualunque ferita inferta da armi magiche anche se, l'effetto è molto blando e quindi, va coadiuvato anche da altre cure adeguate al caso."

VOLINA O FANGO DELLA NOTTE
Gli scovoli, insetti stercorari che possiamo trovare unicamente nelle pareti di tufo che compongono il sottosuolo della cripta di Karanda, producono in grandissima quantità una specie di pasta chiamata per l’appunto volina o fango della notte.
Totalmente votati all’oscurità, queste piccole creature vulnerabili alla luce (in qualsiasi fonte essa si presenti) producono questo impasto di saliva e di tufo che permette loro di mantenere uno stato di buio totale nel luogo ove dimorano e lavorano instancabilmente.
I sacerdoti e le vergini di Karanda, negli anni e attraverso l’osservazione degli scovoli e della loro natura, hanno scoperto l’eccezionale prodotto oscurante e hanno imparato ad utilizzarlo per i loro scopi.
E’ noto che una pallina di volina (più o meno grande come un uovo di quaglia) possa per brevissimo tempo, circa 2 minuti, far calare le tenebre più oscure all’interno di una locazione chiusa. La volina non ha nessun effetto se utilizzata all’aperto, non avrebbe per altro senso visto che gli scovoli dalla loro nascita alla loro morte vivono perennemente sotterrati nel tufo della cripta, al riparo da ogni fonte di luce.

MARALITE O PIETRA FREDDA ANIME
L’oscuro alchimista Tholmara, durante i suoi scellerati studi, creò dal nulla un prodotto minerale al quale volle in parte dare il suo nome.
La maralite o pietra fredda anime, è una piccola pietra di color ciano, dalla gradazione plumbea che per l’appunto venne creata dallo stregone per asservire i propri scopi. Spezzata in circa 33 frammenti, si sa che è molto difficile da reperire in commercio, sempre che non si abbiano molti drim da spendere e sopra ogni cosa che si conoscano farabutti dediti al mercato nero e che 3 frammenti, forse i più grandi, sono custoditi gelosamente uno nella stanza privata della signora dell’isola delle nebbie, una nel vulcano di Feanor e non si sa di preciso dove, infine una si narra che sia incastonata proprio sotto l’altare di Karanda ove Tholmara la nascose affinché non andasse del tutto perso quel suo prodigioso artefatto.
Ma cosa ha di così speciale la Maralite? Nulla se la si considera una pietra; eppure la leggenda e non solo quella narra che questa piccola struttura minerale, sia capace di risucchiare la volontà dalle persone e di assoggettarle al proprio volere non si sa per quanto tempo. Lo stregone si mormora la utilizzasse per ammaliare le sue ignare vittime, alcune delle quali venivano utilizzate per i suoi beceri esperimenti ed altre, fungevano da silenti automi al suo servizio, pronti a soddisfarlo in ogni suo capriccio.

Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: l'Erbario

Messaggioda Hashepsowe » mer 17 giu 2015, 0:49

LYSSIRIEL del Giardino dei Ricordi del Tempio dei Sogni Nuovi

Nel mio Giardino dei Ricordi cresce un fiore che si chiama Lyssiriel.
E' un fiore dalla sgargiante corolla color vermiglio e credo che cresca soltanto nel Giardino dei Ricordi.
In realtà non è un fiore tipico di Ashura, ma un fiore che cresceva nel lontano mondo dove abitavo prima. Avevo serbato alcuni semi di questo fiore nella mia borsa di medicina e quando ho ricostruito qui ad Ashura il mio Tempio li ho interrati nel nuovo Giardino dei Ricordi, dove sono pian piano germogliati e sbocciati rigogliosi.
Questo fiore non dovrebbe essere lasciato alla portata di chiunque perchè le sue proprietà, se utilizzate in maniera impropria, potrebbero generare il caos.
Le mani sapienti delle sacerdotesse guaritrici hanno appreso i segreti di questo fiore e sanno come utilizzarne le proprietà benefiche per la cura degli stati di ansia e delle malattie di origine nervosa.
Una particolare caratteristica del Lyssiriel è quella di ""assorbire"" i ricordi delle persone che si trovano alla portata dei suoi magici effluvi e di trasferirne le immagini alla mente di chi lo coglie e ne aspira intensamente il profumo. Proprio per questo motivo il Lyssiriel è gelosamente custodito nel Giardino dei Ricordi del Tempio dei Sogni Nuovi: potete infatti immaginare i nefasti effetti che potrebbe avere questo fiore in mano di qualcuno che lo volesse utilizzare per ""carpire"" i ricordi intimi delle altre persone!

MYOSOTHIS DEL TEMPIO
Altrimenti noto come Non-ti-scordar-di-me.
I rametti di questi fiorellini di colore azzurro pallido crescono un po' dovunque nei prati di Ashura.
Il Myosothis ha il potere di addolcire i ricordi e di renderli meno dolorosi per chi li evoca.
Se utilizzato insieme al Lyssiriel esalta i ricordi, ne attenua la drammaticità ma li rende vividi e reali nella mente di chi si connette con la persona che ricorda. Soltanto le sacerdotesse conoscono il segreto per interrompere il flusso empatico dei ricordi ed è quindi sconsigliato ad altri meno esperti di sperimentarne l'uso."

CRYOMS
Detti anche i "fiori dei morti". Crescono spontaneamente in molti luoghi. Sono fiori dai petali gialli e carnosi, inodori ed insapori.
Gli uomini ne hanno un superstizioso timore perchè di solito crescono nei luoghi dove vagano le anime tormentate di chi pur essendo trapassato da tempo non riesce a trovare la Via della Pace Eterna.
Ce ne sono infatti moltissimi nell'Antro delle Anime di un Tempo ed in generale laddove qualche corpo morto giace in avanzato stato di decomposizione.
I petali di questi fiori sono la sostanza base per l'Elisir dell'Oblio, una sostanza da somministrare con estrema cautela perchè in caso di abuso potrebbe ridurre la persona che ne fa un uso eccessivo e prolungato nel tempo in stato di perenne catalessi, privandola di qualsiasi stimolo di vitalità.

DARK EYE
Pianta che che cresce soltanto intorno al Lago della Veggente, vicino al Tempio dei Sogni Nuovi. Il Dark Eye fiorisce
una volta ogni tre anni e produce un fiore dai petali neri con
screziature vermiglio ed il pistillo rosso sangue. Da questa pianta, con un procedimento segreto, noto soltanto alle sacerdotesse, si estrae la sostanza di base per produrre la famosa Morghulina.

FIRFOGLIO
Pianta di basso fusto che cresce in moltissimi boschi di Ashura. Le foglie di questa pianta sono lanceolate e molto simili a quelle dell'agrifoglio. Il firfoglio, nella stagione invernale, produce anche una piccola bacca rossa dal sapore acidulo.
Il firfoglio è l'elemento base del mirabolante WENG-SENG!

HAGHWIRTH
Pianta grassa che cresce esclusivamente nel Giardino dei Ricordi del Tempio dei Sogni Nuovi. Ha l'aspetto di una semisfera di colore rosso acceso con lunghe spine nere che si dipartono da tutto il perimetro della pianta. La sua fioritura avviene all'interno del corpo della pianta e non è quindi visibile all'esterno. In Estate la calotta della semisfera si schiude per produrre un unico frutto spinoso di colore turchese, il cui succo amarissimo ha proprietà digestive e viene utilizzato per produrre l'Eau d'Antheas.

Eucaliptus screziato
Albero molto comune nella Valle dei Sogni. Ha un tronco di colore beige chiaro, liscio e diritto e può raggiungere altezze molto elevate. E' molto simile al comune Eucaliptus che popola il pianeta chiamato "Terra", ma le sue foglie, a differenza di quelle dell'esemplare terrestre che sono di un colore verde scuro uniforme, hanno un fondo di colore verde pistacchio e presentano striature alterne di colore grigio e violetto.
L'intenso profumo di questo albero ha proprietà balsamiche e curative simili a quelle dell'esemplare terrestre ed è infatti utilizzato per la produzione del Larawicks.
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: l'Erbario

Messaggioda Hashepsowe » mer 17 giu 2015, 0:52

Turpino ha scritto:PALUDE FANGOSA:

ERBA DI PALUDE
Non si differisce molto da una "comune" pianta selvatica...cresce in prossimità di tronchi a loro volta piuttosto vicini a stagni e similia. Di colore verde scuro, tendente al marrone in prossimità delle punte delle foglie, ne ho trovate alte fino a 40cm circaper il momento, anche se di media misurano la metà. Stranamente fioriscono...almeno per me è strano...un fiore rosso...talmente vivo da essere un pgno in un occhio in paesaggi così spenti e sinistri. L'erba se essiccata come si deve ha le sue "ehm" proprietà eh!eh! al contrario se fatta macerare ha proprietà sfiammatorie impiegandola in impacchi, come l'ho scoperto è un'altra storia. Devo ricordarmi di provare a farci lazuppa...chissà che non ne scopra altrequalità...

Palma Albina

Esemplare particolare di pianta che fino ad ora ho visto nei pressi della Grotta Del Tormento. Alta grosso modo otto metri si erge liscia e viscida verso il cielo fino ad arrivare alle lunghe e larghe foglie che determinano la fine della corsa. Molto probabilmente le foglie potrebbero venire utili in qualche impiego per viadelle forme e dimensioni. Chissà magari potrebbero essere un'ottima rivestitura per il tetto di una capanna. Magari la mia. Questa Palma offre delle speci di piccole noci di cocco raggruppate a grappoli allabase di ogni foglia. Una volta spinto dalla curiosità ed aiutato dalladeabendata mi è riuscito centrare labase di un grappolo con una freccia. La freccia si è troncata. Almeno un frutto dal grappolo si è staccato. Ora che lo avevo nelle mani mi accorsi cheeraancor più piccolo di quanto sembrasse. Bianco e peloso...molto morbido, e tondo. Lo osservai alla capanna in un secondo momento. Un frutto posso portarmelo appresso, un arbusto di di quasi dieci metri con tanto di foglie e frutti incorporati starebbe un pò stretto nella saccoccia.
Quello che incuriosisce di più di questa palma a parte il fatto in sè di essere palma, non è tanto la corteccia viscida ma il colore anch'esso come il frutto. Biancastro. Ed è piuttosto singolare il fenomeno al quale si può assistere quando un qualcheraggio di sole anonimo batte sul tronco. A sforzarsi di fantasia sembrerebbe un tronco di luce in mezzo a tutto quel verde e marrome angoscioso e spento. Già Già, misteri della palude.
Per quanto riguarda il frutto, una viadi mezzo tra una bacca gigante e una noce di cocco nana, ebbene, vuoto. Considerando che ha un suo peso ho deciso di tenere i gusci a mio avviso molto resistenti...magari l'impiegherò in qualche modo. L'interesse cadde sulla patina mielosa che copriva la superficie interna del guscio, che prima feci colare all'esterno della capanna poi con un colpo di fortuna uscendo mi capitò di inciamparci sopra. Si eraessicato diventando durissimo. Ottimo. Potrei provare ad usare questo liquido per un robusto arco o per creare punte particolari per le frecce. E i misteri continuano nella loro umidità



Gloria ha scritto:VARIE OASI:

FELCE NERA
E' una felce di un verde così scuro che sembra nero. Non è molto alta e predilige i boschi molto ricchi di vegetazione e abbastanza freschi e umidi. E' composta di tante piccole foglie (come una normalissima felce) con entrambe le superfici molto scure, quella inferiore leggermente più chiara tendente al grigio-verde. Sullo stelo compare una folta lanuggine, mentre la parte superiore delle foglie ha una patina grigiastra che da alla pianta un aspetto polveroso.
Ha poderose capacità cicatrizzanti e antifiammatorie, ma in dosi particolarmente abbondanti può essere tossica, specie se ingerita. Utilizzando particolari metodi, se ne ricava una sostanza gommosa e resistente, adatta a impermeabilizzare barche e indumenti.
Se ne possono ricavare soffici fibre da filare per ottenere un tessuto morbido e resistente, così come corde molto forti, malgrado la sottigliezza e la leggerezza; anche dopo il lavaggio e il trattamentole fibre mantengono un colorito smorto, grigiastr.
Cresce un po' ovunque in Ashura, dove ci siano boschi e una leggera umidità.

ORCHIDEA DELL'OBLIO
E' i bel fiore a cinque grossi petali, non molto alto (più o meno 20 cm), e molto profumato. Il colore varia dal rosso cupo con striature violacee, al viola scuro con fasce nere. Lo stelo è verde cupo in estate, per poi passare, una volta caduto il fiore, a un grigiastro legnoso. Il fiore ha potenti proprietà sopoforifere, soprattutto nel polline, mentre il frutto, se mangiato può causare paralisi. La linfa della pianta, opportunamente trattata, aiuta a diminuire il dolore di tagli e ferite, aumentandone la velocità di guarigione.
Cresce nei luoghi ombrosi, un po' ovunque su Ashura.

CHINELLA
Cresce nelle zone umide di Ashura, anche se non necessariamente paludose: qualsiasi corso d'acqua può ospitare questo bizzarro albero dalla corteccia bluastra, con numerose strisce più chiare, spesso tendenti all'azzurro o al giallo. Raggiunge altezze considerevoli (in genere supera i 10 metri, e in alcune zone può toccare i 20 metri) e presenta grosse foglie simili a quelle di palma, di un verde cupo sotto e molto chiaro sopra. Fiorisce una volta ogni 5 anni con pochi fiori (al massimo una decina) rossi e grandi, sempre al di sopra della chioma. I frutti che ne seguono impiegano quasi un anno a maturare, colorandosi dal verde al violetto, mantenendo perennemente un sapore acido molto fastidioso. Una volta secchi, i frutti diventano così duri che si possono usare come contenitori. I semi sono duri come pietre, neri, di una strana forma piramidale, appuntiti.
La corteccia ha forti proprietà curative, ma va usata con cautela perchè può essere tossica; le foglie sono fortemente calmanti e, se trattate opportunamente, sono ottimi componenti per pozioni soporifere; i frutti hanno invece proprietà inverse e possono essere usati per pozioni di risveglio, oltre che come borracce o ciotole; i semi sono ottimi proiettili per fionda.

AGO AZZURRO
Si tratta di un arbusto cespuglioso di medie dimensioni (altzza massima 3 metri), con una corteccia giallastra che schiarisce con l'avanzare delle stagioni. Le foglie sono piccole e di colore verde-azzurro, poco più scure nella pagina superiore. I fiori, numerosi e riuniti in grossi grappoli, sono piccoli e molto profumati, con 5 petali di un bell'azzurro intenso e la parte centrale rosso sangue. Lungo tutti i rami compaiono lunghe spine cave, che diventano più numerose e lunghe nei pressi dei grappoli di fiori e frutti, grige con riflessi azzurrognoli come l'acciaio migliore. I frutti sono piccole bacche rosse e azzurre, con pasta asciutta e farinosa.
Cresce un po' in tutte le zone boschive di Ashura, specialmente in radure fresche e in leggera penombra.
I fiori, se trattati opportunamente, possono fornire ottime pozioni soporifere o di guarigione, mentre i frutti, asciutti e commestibili, sono un ottimo rimedio contro diversi tipi di veleno. Le spine sono utilizzate come aghi, sia in medicina che come munizioni per cerbottane

ANICELLA CHIARA
E' una piccola piantina alta dai 10 ai 20 cm, quasi bianca sia nell'esile fusto che nelle minuscole foglie simili a una soffice peluria. L'unica nota di colore è data dai fiori che crescono a ombrello sulla cima, di un bel colore rosso rubino per tutta la stagione calda. I fiori, molto profumati e dolci, si trasformano in piccolissimi frutti gialli con l'arrivo dei primi freddi, per poi resistere per tutta la stagione fredda anche sotto abbondanti nevicate. Cresce in prevalenza nelle zone fredde di Ashura, in luoghi dove trovi un minimo di acqua e un poco di protezione dalle bufere.
E' un ingrediente fondamentale nelle pozioni di guarigione, soprattutto i frutti, mentre i fiori danno una bevanda in grado di rilassare la mente e aiutare la memoria. I frutti sono commestibili ma piuttosto amarognoli, utili in caso di avvelenamento e, opportunamente miscelata ad altre erbe, anche in caso di paralisi.

RIBES DI CRISTALLO
Un arbusto eretto e pieno di rami, con foglie di medie dimensioni, appuntite, di un verde molto chiaro, in particolare sulla faccia superiore. I fiori sono piccoli e dello stesso colore delle foglie, così che risultano quasi invisibili a un occhio non allenato. I frutti sono del colore del ghiaccio, con il piccolo seme scuro al centro. Cresce in tutte le zone di Ashura, in modo particolare nei boschi freschi o dove trova altre piante a cui appoggiarsi per crescere.
I frutti sono aspri e duri, ma molto nutrienti, utilizzati anche per pozioni di guarigione minore; le foglie, se dosate nel modo scorretto possono essere molto velenose, ma in dosi moderate e combinate con altre erbe forniscono un'ottimo rimedio contro diversi stati di alterazione come avvelenamento, paralisi e sonno.

FILISTEA ROSSA
E' una piccola pianticella, alta non più di 10 cm con foglie rosso fuoco nella pagina superiore e verde brillante in quella inferiore. Il gambo è cavo internamente e ospita una sostanza spugnosa tendente al nero. Sboccia in un unico, spinoso fiore molto simile a quelli che nelle terre di fuori chiamano "cardo sacro", e il suo colore varia dal bianco al giallo ocra, fino al giallo paglierino. E' diffusa specialmente nelle oasi aride, o in quelle in cui la magia è poco utilizzata. Predilige i climi asciutti.
Semi: hanno diverse proprietà, soprattutto come rafforzativi di caratteristiche.
Foglie: le foglie contengono determinati principi che incrementano la resistenza mentale
Fiore: ottimo ingrediente per insalate e simili, ma anche ottimo disintossicante.

FELCE DI FUOCO
questo tipo di felce non è molto comune nelle oasi di ashura: cresce principalmente dove il magma sotterraneo si avvicina di più alla terra. Non necessita di luce per crescere, anche se, dove ne trova, può superare i 2 metri di altezza e in metro e mezzo di larghezza. Ha un colore rosso vivo, con striature giallastre nelle venature delle foglie e nel gambo. La radice è molto lunga, quasi nera appena estratta, che muta al bianco-latte una volta ripulita ed esposta alla luce solare per una giornata.
Spremendo la radice e mescolandola con le foglie macerate in alcool per una settimana, si ottiene un liquido capace di curare velocemente le scottature. Tutta la pianta è ottima per incrementare la resistenza al calore, e alcuni erboristi conoscono anche il segreto per ricavare un elisir che aumenta temporaneamente la forza di un uomo.

ANTERA GELIDA
cresce solamente nei luoghi freddi (ghiacciai dell'arcobaleno e sulla cima delle montagne di ashura) ed è una piantina che adora i terreni rocciosi. Cresce negli anfratti tra le rocce e non supera mai i 4 cm di altezza, mentre si estende in larghezza anche per un raggio di 7 cm. Il fiore, più o meno grande, è solitamente di colore vivace che, in base alla composizione del terreno, può variare dall'azzurro (se il terreno è composto da un alta percentuale di rame) rosa (ferro) giallo (zolfo) nero (carbone) bianco (gesso), e può assumere le sfumature di questi colori. Le radici non si diffondono in profondità e sono piccole e biancastre, filamentose. Il fiore non ha profumo ne sapore, anche se è commestibile e nutriente. Il frutto compare poco prima che arrivino le prime bufere di neve ed è una piccola bacca spinosa di diversi colori, sempre in base alla composizione del terreno. Anche la durezza della bacca stessa dipende dalla composizione rocciosa su cui cresce la pianta: più sarà duro il materiale roccioso, più dura sarà la bacca.
La radice di questa piantina è molto usata per la creazioni di pozioni che incrementino l'intelligenza. Molte volte gli stolti venivano mandati a raccogliere queste radici perchè potessero cibarsene e acquisire intelligenza fuor dal comune.
I petali e le foglie sono invece molto ricercati per curare geloni e congelamenti, mentre il frutto intensifica questa capacità donando una forte resistenza al freddo.

GIGLIO DORATO
è un magnifico fiore che cresce nelle terre dei paladinie nella valle dei sogni, più sporadicamente nell'oasi della musica perenne e nelle terre di Northgarden. E' un piccolo giglio la cui corolla riflette il bagliore del sole come l'oro. Ha la particolarità di attrarre diverse creature magiche come i draghi e in passato, quando era molto più diffuso, questo delicato fiore veniva utilizzato proprio per attirarli in trappola. Gli alchimisti lo hanno usato per cercare di ricavare oro dai suoi petali, e si narra che qualcuno vi sia riuscito. Raggiunge al massimo i 50 cm di altezza, e le foglie sono piccole e chiare, tra il verde e il giallo.
La radice dona, con l'opportuno trattamento, una buona resistenza elettrica, mentre il fiore e le foglie aumentano la destrezza di chi le assume.
Attenzione: il frutto è altamente tossico!!!

KRESPYL
E' una delle piante più grandi e rare di Ashura. Raggiunge i 15 metri di altezza e un diametro di 10 metri. A causa delle radici enormi non ne può esistere più di uno nel raggio di miglia e miglia. Aodra qualsiasi tipo di terreno. La sua corteccia è liscia e scura, quasi nera, mentre la fitta chioma sempreverde ha larghe foglie verdi con sfumature argentate. L'intero albero produce una volta all'anno 1 solo fiore profumatissimo e di colore bianco, molto grande, da cui ne deriva un frutto grande come la testa di un uomo. La linfa è molto ricercata perchè, una volta cristallizzata, assume forme magnifiche e può essere utilizzata come gioiello.
Il frutto viene utilizzato per aumentare la reisitenza alle caratteristiche di terra e aumenta le caratterische di costituzione.

LOTO
è stato importato dalle terre di fuori. In ashura ha acquisito altre proprietà magiche, soprattutto il fiore.
Opportunamente trattato, il fiore dona una maggior saggezza e aumenta la resistenza magica. Il frutto è in grado di cancellare la memoria di chi lo mangia, mentre, se posto su una tela di canapa e bagnato con acqua, rilascia una sostanza che permette di viaggiare in mondi paralleli.

GARDENIA DI BIORL
E' un pianta non molto grande, circa un metro- un metro e mezzo, con larghe foglie verdi scuro e molto dure. Produce a tarda primavera molti fiori dalle più svariate colorazioni, molto profumati. E' un tipo di pianta che non tollera i luoghi troppo umidi, e ama i climi aridi. E' una delle poche piante che cresce bene anche nel deserto.
Le foglie, montate e seccate su un'intelaiatura a squama di pesce, sono ottime come corazza o scudo. Il fiore è molto usato in erboristeria per la capacità di aumentare la resistenza agli attacchi fisici.
Si dice invece che la radice renda chi la consuma molto più carismatico, e perciò viene impiegata nelle pozioni che ne aumentano la caratteristica.


TERRITORIO PALADINI:

ALBERO DI GLYNIROS
e' un gorsso albero frondoso, unico della sua specie e dotato di poteri magici. Cresce solo in una grotta, nei pressi dell'oasi dei paladini. Si sa molto poco di quest'albero perchè pochissimi sono riusciti a scovarlo nella moltitudine delle grotte che costellano la catena montuosa. E sembra che chi vi sia riuscito sia rimasto talmente turbato dalla sua bellezza o talmente affascinato dai suoi misteri che non ne sia più tornato indietro.
Il fusto non è altissimo ma piuttosto massiccio, mentre la chioma è folta e ampia, con foglie sottili e di argento puro.
Non se ne conoscono proprietà medicinali, ma si dice che chi riesca ad ottenere una foglia dai guardiani dell'albero avrà fortuna finchè vivrà. La foglia stessa è un amuleto contro le modificazioni degli stati fisici.
Chi invece riesce ad ottenere una goccia della linfa di questo albero potrà usarla come amuleto contro le modificazioni mentali e come protezione dagli incantesimi, anche se non ha un effetto duraturo.


Syon ha scritto:VALLE DEI NIDI

Funghi di Lotia

Pur non essendo originari d'Ashura (anche se alcune leggende dicono essere presenti sui Picchi dei Draghi) i loro effetti sono noti a molti Ashuur. Sono dei potenti funghi allucinogeni rarissimi e mortali se presi senza la dovuta raffinazione. Secondo le fonti ufficiali crescono solo nei lontani territori dell'est oltre i più estremi avamposti di Banghor. I loro impieghi sono multipli ma solo i negromanti ed i maghi oscuri conoscono il segreto della loro lavorazione e naturalmente il modo per raccoglierli. Io ne ho subito la potenza nelle viscere più fetide della piramide nera all'orchè l'antico plagiò la mia anima per i suoi scopi(vedere racconto Episodi). Ma altre volte ho avuto a che fare con loro: fu per mezzo di essi che Namath il mentale avvelenò l'anima ed il corpo della mia adorata Anith(Episodi e In morte di Anith).
La prima volta che assaggiai i funghi di Lotia ero molto giovane e come moltissimi altri mercenari sperperavo il mio stipendio al campo di Sybis(Episodi). Fu lei a donarmi i funghi che se presi in una certa dose hanno effetti allucinogeni ma alquanto positivi...eh,eh Già, perchè un qualsiasi prodotto legato ai neri funghi di Lotia, come il "Lotia Nero" pozione liquida estratta dai funghi, oltre ad essere rarissimo ed in qualche modo legato ad un mago oscuro o ad un negromante, a seconda della dose o della lavorazione, può sprofondarti nel nero reame di Mur o farti viaggiare per mondi meravigliosi e colorati.



Nym il Druido ha scritto:FORESTA DELLA DIMENTICANZA:

Limelium flexus
Pianta che può raggiungere il metro d’altezza con un fusto eretto e cilindrico. Presenta molti rami e foglie ovali. I fiori conservano a lungo un profumo intenso è appaiono di colore giallo. All’interno del fiore riposa una bacca dal colore nero. La si può trovare in posti umidi o paludosi.
Proprietà e impiego:
Stregoni e sacerdoti ne fanno grand’impiego, utilizzando le bacche come componenti per svariati incantesimi. Infatti, il succo contenuto nella bacca possiede proprietà eccellenti per il lancio d’incantesimi d’illusione. Se la si macina insieme alle foglie di Veneris vulgare e all’estratto della radice di Helenium vesicaria si ottiene un’ottima miscela soporifera. Ma attenti con le dosi, altrimenti si rischia il sonno eterno.

Regina d’argento (Grimonia nobilis)
Questa pianta, può raggiungere massimo i quindici centimetri d’altezza, il suo fusto è scarno di foglie, sostituite da aculei acuminati. I fiori sono colore argento, con sfumature rosso porpora, a forma di stella, disposti a grappolo, perdurano tutto l’anno. Si trova ai bordi di strade, scarpate e campi incolti. I carovanieri considerano di buon auspicio la loro presenza.
Proprietà e impiego:
Salvo il suo incanto, pare inutilizzabile, ma le sue radici cotte e condite, sono un ottimo pasto per erranti viaggiatori. E’ usata anche per fini medicinali. Se stritolata, produce un oleoso estratto prodigioso, capace di neutralizzare o per lo meno rallentare i veleni naturali.

Ephyrasia aurea
Sebbene sia una pianta molto diffusa, talora sfugge agli sguardi. I fiori rosa pallido di questa pianta piccola si dischiudono alla luce del sole per poi serrarsi col brutto tempo. E’ una pianta esile e strisciante, spesso cresce così fittamente da creare un tappeto.
Proprietà e impiego
Viene impiegata per infusi, decotti tonici, per ansia, tosse e non ultima per smaltire una brutta sbornia.
Gli alchimisti più esperti usano le radici combinate con polvere di cristallo Nasyar per curare le paralisi magiche, anche la forma di pietrificazione del basilisco.
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: l'Erbario

Messaggioda Hashepsowe » mer 17 giu 2015, 0:54

Elyse ha scritto:KAREN’S WOOD

Karen’s Wood è per eccellenza uno dei luoghi di Ashura in cui crescono diverse varietà di alberi, erbe, fiori, frutta, funghi e piante. Ecco una descrizione dettagliata in grado di permettere la loro identificazione:

ALBERI
Alberi rossi e gialli: prevalgono e caratterizzano il territorio di Karen’s Wood, le loro foglie sono il fuoco che plasma, il cuore del bosco. Sono costituite da piccole lingue di fuoco che messe insieme formano un’unica foglia. Sono alberi dotati di un’anima, la loro natura è molto più avanzata rispetto a quelli verdi, sono infatti in grado di difendersi di fronte al tentativo di tagliarli o spezzare i loro rami, lanciando delle piccole fiammelle addosso al malintenzionato.
Alberi verdi: a prima vista assomigliano agli alberi comuni come conifere e sempre verdi, in realtà le loro foglie contengono acqua per dissetare il viandante per almeno un paio di ore, senza però abusarne. Basta spezzare una foglia dalla quale usciranno gocce d’acqua simili a lacrime di fenice, rare ma preziose. Sono diffusi in tutta Karen’s Wood in minor numero rispetto agli alberi rossi e gialli, soprattutto lungo il Sentiero di Northgarten e in Moortower.
Alberi dorati : sono dotati di foglie dorate contenenti la Polvere di Stelle, utile per incantesimi, disposti spesso in cerchio spargono la Polvere sulle ali delle farfalle al leggero soffio del vento tra le fronde e le foglie creano quindi un piacevole bagliore. Si trovano in Moortower.
Sorbo selvatico: cresce nelle zone più fredde e secche. Tra le sue foglie verdi nascono dei piccoli e delicati fiori bianchi che emanano un piacevole profumo. Fa da padrone in tutta Rowan’s Walk e lungo il sentiero che conduce ad esso.

ERBE
Sia le erbe medicinali e sia le erbe velenose sono diffuse in tutto il bosco incantato, le prime sono però maggiormente concentrate in Moortower. Per beneficiarne degli effetti è consigliato preparate impacchi o infusi; la stesa cosa vale per le erbe velenose, usate come ingredienti per le pozioni stregate e nei malefici.

ERBE MEDICINALI
Reparia: ha lunghi ciuffi dal colore violaceo e serve per curare graffi e bruciature.
Medicamenta: ha foglie rotonde e non cresce molto in altezza, combatte l’influenza e gli stati febbrili.
Salutaria: simile alla comune insalata con foglie verde smeraldo, guarisce le indigestioni e i malesseri interni.

ERBE VELENOSE
Velenia: color rosa con foglie triangolari, se strofinata e inalata può creare stati confusionari e macchie cutanee che causano un forte prurito.
Ipocrìsia: ha foglie affusolate bluastre e soffici al tatto sul dorso, ma appena viene a contatto con corpi estranei sulle foglie estraggono degli aculei che contengono veleno.

FIORI
Gigli: sono fiori bulbosi, innocui e diffusi in prossimità del Fiume Rainbow come gli Iris e le Linarie. Sono sia bianchi e sia porpora.
Iris Multicolori: sono fiori bulbosi e molto profumati, i petali sono sfumati dei colori dell’arcobaleno, da cui prende nome il fiume.
Linarie: anche dette “bocche di leone” per via del grosso bocciolo vistosamente dispiegato, formato da tanti piccoli petali di color giallo. Sono fiori innocui e lievemente profumati.
Rose Caramensis: sono come le comuni rose ma il colore dei petali cambia di tanto in tanto. Le Api Rosse, posandosi su queste rose, ne estraggono la loro essenza e quando operose lavorano il Miele Fruttato, esso assume il suo caratteristico. Diffuse nei pressi dell’Old-Weeping Willow Tree e in Moortower.
Orchidee: esistono due tipi di orchidee, una detta “Dulcis”, dal colore viola con striature blu, dalla sua corolla scaglia fiamme incandescenti; “Atroxis”, la più pericolosa, dal colore bianco e innocua a prima vista. Questi tipi di fiori riconoscono gli spiriti puri e solo essi possono rimanerne incolumi. Si trovano lungo il Sentiero di Firegarden, insieme alla Drosera Capensis, per proteggere l’oasi dall’accesso umano e curate quindi dagli Elfi rossi.

FRUTTA
Le bacche sono un frutto molto apprezzato che cresce tra i cespugli di Moortower, ne esistono di diversi tipi con differenti proprietà. Sono usate per gli infusi e le marmellate.

Bacche rosse: servono per riscaldare il corpo e infondere tepore nei periodi invernali.
Bacche gialle: tengono lontano la tosse, il raffreddore e i tipici malesseri delle stagioni fredde.
Bacche verdi: sono rinfrescanti e aprono le vie respiratorie.
Bacche blu: sono usate per gli incantesimi per donare alle pozioni il colore scuro e hanno un buon sapore dolce.
Frutti Proibiti: si trovano nei cespugli vicino all’Old-Weeping Willow Tree, con i quali si produce una marmellata famosa in tutta Ashura. Sono dolci fragole rosse e frizzanti mirtilli viola che messi assieme creano un piacevole profumo e sapore.

FUNGHI
Passolungo: color rosso, sono mortali se ingeriti e scottano al tocco umano; si spostano in continuazione, cambiando posizione sulla terra ferma. Gli elfi e le fate sono immuni al loro effetto, tanto che è comune avvistare una fata seduta sopra immersa nei pensieri. Sono diffusi in Firegarden, Moortower e Rowan’s Walk.
Terraferma: color marroncino, assomigliano ai comuni funghi commestibili, ma in realtà provocano nausea e stati febbrili agli esseri umani. Si trovano lungo il Fiume Rainbow, ai piedi del Mordarach Oak, Moortower e Rowan’s Walk.

PIANTE
Drosera Capensis: pianta carnivora riconoscibile dal suo lungo e sottile stelo a cui sono attaccati piccoli fiori rosa. Cresce nei luoghi umidi. Situata nel Sentiero di Firegarden.
Nephentes: pianta carnivora, ha una vistosa forma a “brocca” che, come la Drosera Capensis, intrappola gli insetti fastidiosi e nocivi all’uomo. Si trova lungo il Sentiero di Northgarten e in Moortower.


Astral ha scritto:KAREN’S WOOD

Karen’s Wood è per eccellenza uno dei luoghi di Ashura in cui crescono diverse varietà di alberi, erbe, fiori, frutta, funghi e piante. Ecco una descrizione dettagliata in grado di permettere la loro identificazione:

ALBERI
Alberi rossi e gialli: prevalgono e caratterizzano il territorio di Karen’s Wood, le loro foglie sono il fuoco che plasma, il cuore del bosco. Sono costituite da piccole lingue di fuoco che messe insieme formano un’unica foglia. Sono alberi dotati di un’anima, la loro natura è molto più avanzata rispetto a quelli verdi, sono infatti in grado di difendersi di fronte al tentativo di tagliarli o spezzare i loro rami, lanciando delle piccole fiammelle addosso al malintenzionato.
Alberi verdi: a prima vista assomigliano agli alberi comuni come conifere e sempre verdi, in realtà le loro foglie contengono acqua per dissetare il viandante per almeno un paio di ore, senza però abusarne. Basta spezzare una foglia dalla quale usciranno gocce d’acqua simili a lacrime di fenice, rare ma preziose. Sono diffusi in tutta Karen’s Wood in minor numero rispetto agli alberi rossi e gialli, soprattutto lungo il Sentiero di Northgarten e in Moortower.
Alberi dorati : sono dotati di foglie dorate contenenti la Polvere di Stelle, utile per incantesimi, disposti spesso in cerchio spargono la Polvere sulle ali delle farfalle al leggero soffio del vento tra le fronde e le foglie creano quindi un piacevole bagliore. Si trovano in Moortower.
Sorbo selvatico: cresce nelle zone più fredde e secche. Tra le sue foglie verdi nascono dei piccoli e delicati fiori bianchi che emanano un piacevole profumo. Fa da padrone in tutta Rowan’s Walk e lungo il sentiero che conduce ad esso.

ERBE
Sia le erbe medicinali e sia le erbe velenose sono diffuse in tutto il bosco incantato, le prime sono però maggiormente concentrate in Moortower. Per beneficiarne degli effetti è consigliato preparate impacchi o infusi; la stesa cosa vale per le erbe velenose, usate come ingredienti per le pozioni stregate e nei malefici.

ERBE MEDICINALI
Reparia: ha lunghi ciuffi dal colore violaceo e serve per curare graffi e bruciature.
Medicamenta: ha foglie rotonde e non cresce molto in altezza, combatte l’influenza e gli stati febbrili.
Salutaria: simile alla comune insalata con foglie verde smeraldo, guarisce le indigestioni e i malesseri interni.

ERBE VELENOSE
Velenia: color rosa con foglie triangolari, se strofinata e inalata può creare stati confusionari e macchie cutanee che causano un forte prurito.
Ipocrìsia: ha foglie affusolate bluastre e soffici al tatto sul dorso, ma appena viene a contatto con corpi estranei sulle foglie estraggono degli aculei che contengono veleno.

FIORI
Gigli: sono fiori bulbosi, innocui e diffusi in prossimità del Fiume Rainbow come gli Iris e le Linarie. Sono sia bianchi e sia porpora.
Iris Multicolori: sono fiori bulbosi e molto profumati, i petali sono sfumati dei colori dell’arcobaleno, da cui prende nome il fiume.
Linarie: anche dette “bocche di leone” per via del grosso bocciolo vistosamente dispiegato, formato da tanti piccoli petali di color giallo. Sono fiori innocui e lievemente profumati.
Rose Caramensis: sono come le comuni rose ma il colore dei petali cambia di tanto in tanto. Le Api Rosse, posandosi su queste rose, ne estraggono la loro essenza e quando operose lavorano il Miele Fruttato, esso assume il suo caratteristico. Diffuse nei pressi dell’Old-Weeping Willow Tree e in Moortower.
Orchidee: esistono due tipi di orchidee, una detta “Dulcis”, dal colore viola con striature blu, dalla sua corolla scaglia fiamme incandescenti; “Atroxis”, la più pericolosa, dal colore bianco e innocua a prima vista. Questi tipi di fiori riconoscono gli spiriti puri e solo essi possono rimanerne incolumi. Si trovano lungo il Sentiero di Firegarden, insieme alla Drosera Capensis, per proteggere l’oasi dall’accesso umano e curate quindi dagli Elfi rossi.

FRUTTA
Le bacche sono un frutto molto apprezzato che cresce tra i cespugli di Moortower, ne esistono di diversi tipi con differenti proprietà. Sono usate per gli infusi e le marmellate.

Bacche rosse: servono per riscaldare il corpo e infondere tepore nei periodi invernali.
Bacche gialle: tengono lontano la tosse, il raffreddore e i tipici malesseri delle stagioni fredde.
Bacche verdi: sono rinfrescanti e aprono le vie respiratorie.
Bacche blu: sono usate per gli incantesimi per donare alle pozioni il colore scuro e hanno un buon sapore dolce.
Frutti Proibiti: si trovano nei cespugli vicino all’Old-Weeping Willow Tree, con i quali si produce una marmellata famosa in tutta Ashura. Sono dolci fragole rosse e frizzanti mirtilli viola che messi assieme creano un piacevole profumo e sapore.

FUNGHI
Passolungo: color rosso, sono mortali se ingeriti e scottano al tocco umano; si spostano in continuazione, cambiando posizione sulla terra ferma. Gli elfi e le fate sono immuni al loro effetto, tanto che è comune avvistare una fata seduta sopra immersa nei pensieri. Sono diffusi in Firegarden, Moortower e Rowan’s Walk.
Terraferma: color marroncino, assomigliano ai comuni funghi commestibili, ma in realtà provocano nausea e stati febbrili agli esseri umani. Si trovano lungo il Fiume Rainbow, ai piedi del Mordarach Oak, Moortower e Rowan’s Walk.

PIANTE
Drosera Capensis: pianta carnivora riconoscibile dal suo lungo e sottile stelo a cui sono attaccati piccoli fiori rosa. Cresce nei luoghi umidi. Situata nel Sentiero di Firegarden.
Nephentes: pianta carnivora, ha una vistosa forma a “brocca” che, come la Drosera Capensis, intrappola gli insetti fastidiosi e nocivi all’uomo. Si trova lungo il Sentiero di Northgarten e in Moortower.

FOGLIA ARGENTATA ( Argentalis Folim)

La Foglia Argentata è una pianta assai rara e pregiata in Ashura, ed infatti non la si trova da nessuna parte, eccetto nell'Oasi dei Giardini d'Argento, dove ve n'è in abbondanza nelle foreste, e persino come decorazioni nelle città elfiche ed umane della medesima oasi.
La Foglia Argentata ha delle proprietà magiche, femminili, e si dice pianta sacra alla Dea Seline. E' utilizzata per rituali di conservazione, e dove deve prevalere il femminile. E' utilizzata anche contro il mannarismo, e contro le forme di non morti in generale. Ma non finisce qui... la foglia ha proprietà magiche molto forti, poichè conserva dentro di se il potere dei raggi di luna, e una quantità notevole di Mana ( l'energia mistica dell'universa presente anche nell'uomo).
Si dice che molte fonti d'acqua sono magiche, poichè spesso alcune foglie argentate sono cadute nelle acque, e sciolte dentro ad un fiume ed un lago durante gli anni, hanno reso le acque incontaminate ed incantate di magia...

Inutile dire che queste foglie sono avidamente ricercati da alchimisti ed erboristi, ma che il popolo dei giardini e sopratutto gli Elfi argentati sanno come proteggere tale pianta, dagli abusi, e dalla prepotenza di chi vorrebbe guadagnarci sopra a questa pianta, che nel resto del Continente ha il suo prezzo!


Aldebaran Centauri ha scritto:OASI DELLA MUSICA PERENNE

MANDRAGORA ALPESTRE

Cresce esclusivamente nei pressi del Bezvenn Favenn.
E' una pianticella graziosa con larghe foglie lanceolate di colore verde scuro, le cui venature sono sottolineate da un intenso color rosso rubino.
E' la pianta magica per eccellenza, ma è anche una pianta dotata di capacità di intendere e volere e non è raro che essa stessa si sottragga dalle mani di chi non è in grado di padroneggiarne la forza, dopo averle ferite con spine improvvisamente spuntate là dove prima non c'erano.
Soltanto i folletti e le fate sono in grado di prelevare le loro foglie e talvolta anche le radici delle piante che decidono di sacrificarsi per la causa della magia.

BETULLA BLU'
Si tratta di betulle il cui fogliame è identico a quello di tutte le altre betulle comuni, ma il tronco è invece di un bel colore blù elettrico.
La corteccia di questa pianta, se prelevata nelle notti dei due solstizi, è utile per curare qualsiasi malattia poichè è in grado di ricostituire le difese immunitarie dell'organismo e di riportare il corpo di chi ne fa uso ai più elevati livelli energetici.

CAMPANULA ROSA
E' un fiore di grandissime dimensioni, con la corolla a calice di colore rosa e foglie piccole. Non cresce molto in altezza, ma sviluppa una coppa molto grande e profonda in cui le Api d'argento depongono il loro miele per offrirlo a chiunque lo voglia assaggiare.
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: l'Erbario

Messaggioda Hashepsowe » mer 17 giu 2015, 0:55

DESERTO DI ASHAHARA:

Cactus Spada
Si tratta di una varietà che cresce spontaneamente nei territorio più aridi del deserto. Deve il suo nome ai formidabili aculei che lo ricoprono e che sono lunghi ed affilati come vere e proprie spade, tanto che gli uomini viola ne ricavano lame per pugnali, coltelli da lancio e persino per le loro tipiche spade corte e ricurve.
Sono una manna per i viandanti del deserto (a patto naturalmente che sappiano come "disarmarli") poichè le larghe foglie callose di queste piante grasse contengono un liquido amarognolo dal sapore orribile, ma che permette quanto meno di evitare la morte per disidratazione.

Puya Flammaria
E' una pianta grassa che ha solitamente un aspetto tutt'altro che gradevole, essendo praticamente costituita da un lungo e spesso stelo marrone che a guardarlo pare completamente rinsecchito. Ma il miracolo che accade quando, una volta ogni dieci anni, questa pianta, prima di morire, fiorisce per affidare i suoi semi al vento del deserto, è di incomparabile bellezza. Ecco che all'improvviso, nel breve volgere di una notte, la Puya Flammaria si riveste di escrescenze sferiche di un bel colore rosso vermiglio che pochi hanno avuto il privilegio di contemplare. La durata di questi magici fiori è purtroppo assai breve, poichè tre giorni dopo esser sbocciati, essi muoiono insieme alla pianta che li ha generati.
Il nettare di questi fiori è un potente taumaturgico che i Darvati conoscono ed utilizzano per operare le loro guarigioni miracolose.

Aloe di Sham
E' una pianta grassa, assai simile alle normali piante di Aloe che crescono nel resto del deserto, ma è molto più piccola della normale Aloe ed ha un bel colore azzurro pallido. Di questa pianta, dall'elevato potere calorico e nutriente, si nutrono i groak ed i cavalli Akal Tek. Cresce spontaneamente in tutto il territorio desertico di Ashahara. Deve il suo nome all'esploratore della tribù degli uomini viola che per primo osservò il potere nutriente di questa piantina apparentemente insignificante per l'alimentazione dei cavalli d'oro.
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: l'Erbario

Messaggioda Hashepsowe » mer 17 giu 2015, 0:55

Kronall ha scritto:PICCO IRIDIAN'S

ZONA DELLA SELVA SENZA NOME E ISTMO DI RAUROON
Quest'area boschiva è ricca di varietà d'alberi e piante differenti, a differenza delle zone di alta montagna (vedi Dragoneye) che sono per lo più brulle e sterili.

CHIOMAOMBRELLO
Si tratta di alberi dal fusto massiccio e contorto, e presentano una corteccia di tonalità molto chiara (quasi biancastra). Il nome deriva dalla particolare disposizione dei rami (a raggiera) e dalla massiccia presenza di fogliame molto sottile, che nell'insieme dà alla chioma un aspetto setoso e soffice.
I Chiomaombrello sono in maggioranza nella Selva: altre varietà di alberi presenti comprendono gli Olmi e i Faggi.

SOLLETICACIELO
Questa varietà di alberi cresce soprattutto nella zona dall'Istmo di Rauroon, quindi molto più vicina al mare. Le loro peculiarità principali sono l'altezza vertiginosa e il caratteristico tronco affusolato. Potrebbero benissimo essere scambiati per abeti, se non fosse per le foglie decidue.

ERBARGENTO
Pianta le cui foglie spinose rilucono debolmente nelle notti di luna. La superficie di queste foglie è rivestita di una particolare membrana traslucida che riflette bene la luce. Si ritiene abbia proprietà medicamentose - soprattutto contro la gotta.

ARBYL
Si tratta di funghi dal colorito violaceo e dal cappello quasi piatto. Non è difficile distinguerli dalle altre varietà di funghi, e i montanari di DragonEye (le rare volte in cui scendono a valle) ne raccolgono in quantità industriale, per usarli come contorno per i loro piatti a base di carne di cervo e miele.

SECRETA
Questa pianta produce fiori neri simile a quelli delle campanule. Le foglie (e non i fiori) sono molto velenose: vengono spesso utilizzate nella preparazione di sonniferi e droghe, ma un'alta concebntrazione di estratto si Secreta può uccidere in un batter d'occhio. Il preparato deve essere iniettato per sortire i suoi effetti.
Cresce soprattutto nella zona dell'Istmo di Rauroon, e non è facile trovarla se non durante il periodo della fioritura (le foglie non sono molto distinguibili da quelle delle altre varietà di piante).

FOGLIASPADA
Varietà innocua, si distingue per le foglie dalla forma affusolata e puntuta, simili alla lama di un pugnale e altrettanto rigide; rigide a tal punto infatti, che molti si feriscono accidentalmente nel tentare di coglierle.
L'infuso di queste foglie è usato dai Sacerdoti del Santuario dei Molti a DragonEye per curare ferite e abrasioni.

ZONE DI ALTA MONTAGNA E DRAGONEYE
Quest'area è brulla e le rare forme di vegetazione presenti crescono soltanto nelle zone sufficientemente umide.

SONAGLI (GHIANDE DI MONTAGNA)
Sono il prodotto delle rare querce che è possibile rinvenire sulle basse pendici del Picco Iridian's. Il nome deriva dal particolare suono metallico che si produce quando, mosse dal vento, le ghiande si scontrano tra loro.
Vengono ampiamente utlizzate nella distillazione di un liquore tipico di Dragoneye.

MICONYS
Sono piante microscopiche - per notarle bisogna avvicinarsi a non meno di 10 centimetri - che crescono tra gli anfratti delle montagne. Sono talmente minuscole che è impossibile coglierle o utilizzarle in altro modo senza danneggiarle.
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Torna a Ambientazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite