IL TEMPIO DI YAR

Discussioni relative all'ambientazione di riferimento e al come presentare le informazioni rilevanti.
Regole del forum
Le regole per discutere in questa sede sono quelle generiche della netiquette e quelle relative al rispetto per le persone specificate nella Costituzione delle Oasi di Ashura.
Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

IL TEMPIO DI YAR

Messaggioda Hashepsowe » mer 11 giu 2008, 18:00

Il tempio dedicato al dio marino Yar, o meglio quello che ne resta, sorge su un promontorio di fronte al molo dei sogni.
Un tempo sede rituale presidiata e mantenuta in efficienza da una coppia di Sommi Sacerdoti - un uomo e una donna - che in tempi ormai remoti partirono da Ashura per una misteriosa missione per non farvi mai più ritorno. Nulla è dato sapere della sorte toccata a costoro.

Le colonne del peristilio sorgevano dall'acqua, tra le rocce naturali di una baia riparata, creando un effetto estremamente suggestivo.
Ua gigantesca effigie di Yar sovrastava il frontone scolpito nella roccia, dietro al quale si apriva una caverna naturale.
La scialuppa scivolò silenziosa nella penombra dell'antro; feci segno a Finn di smettere di remare... dopo aver varcato il portale naturale, bisognava affidarsi alla corrente ed aspettare che essa ci portasse all'interno del vestibolo, dove l'acqua lasciava finalmente il posto allo scintillante pavimento di marmo bianco screziato di verde.
La barca seguì docile il flusso della marea e presto la chiglia si adagiò placidamente accanto al punto di attracco.
Scendemmo dalla scialuppa e ci inoltrammo nell'ampio salone. Gli occhi di Finn erano colmi di reverente meraviglia per lo spettacolo che ci si parava davanti.
La grotta terminava ai piedi di un'ampia scala che saliva verso gli ambienti del tempio che un tempo erano stati abitati dai sacerdoti.
Lo scalone era parzialmente crollato e fu necessario aggirare gli enormi massi che si erano staccati dalla volta della caverna: era evidente che un moto sussultorio aveva devastato quel luogo sacro.
Al centro della grotta c'era un foro circolare, come una specie di pozzo, al fianco del quale campeggiavano due delfini d'argento che scintillavano nel buio.
Il pozzo conduceva al Naos sommerso di Yar, il luogo più sacro del tempio, dove il Cuore del Mare pulsava e propagava i moti ondosi e le maree alle coste di Ashura.
Era là che dovevamo andare, ma ancora non sapevamo se avremmo potuto accedervi. Soltanto coloro che erano graditi al dio potevano infatti penetrarvi per invocarlo, respirando sott'acqua come in superficie, mentre gli altri potevano incorrere in ingannevoli tranelli e discendervi apparentemente al sicuro, per poi affogare miseramente o venire divorati dagli squali, una volta giunti al cospetto del dio! (da Sick Dawn - racconto interattivo ancora in corso)
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Torna a Ambientazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite