LA PALUDE FANGOSA

Discussioni relative all'ambientazione di riferimento e al come presentare le informazioni rilevanti.
Regole del forum
Le regole per discutere in questa sede sono quelle generiche della netiquette e quelle relative al rispetto per le persone specificate nella Costituzione delle Oasi di Ashura.
Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 454
Iscritto il: ven 30 mag 2008, 16:33
Località: America

LA PALUDE FANGOSA

Messaggioda Turpino » lun 9 giu 2008, 10:57

La Palude Fangosa

...è un luogo selvaggio...non esistono località...solo qualche voluto punto di riferimento naturale...dove solo the wildlife dimora...non esiste alcuna fonte magica apparente delle terre conosciute se non l'aura che si porta dietro il Maestro Korrigan... Semideserta, la palude ha avuto inserabilmente ragione sulla spavalderia di chi credeva poter vivere facendo il bello è cattivo tempo...i più fortunati si sono allontanati dalla palude Ashuriti compresi...altri han lasciato le loro carcasse mezze divorate sprofondare nel fango...o han incontrato una orribile morte nella certezza di venire risucchiati lentamente dalle sabbie mobili...la disperazione che ho letto negli occhi dei malcapitati mentre mi imploravano aiuto era di una purezza incredibile...

last but non least.......join the swamp!

anche se in sordina...la fauna nonchè flora palustre nella sua inesorabile inerzia progredisce...ed è sempre ben lieta di accogliere l'intelligenza chi non associa il pericoloso al cattivo.....terra...o per lo meno...fango di pace e tranquillità....per chi odia i rompiscatole e ama avere i suoi tempi e i suoi spazi per le proprie cose....ammetto che non sono molte le zone abitabile...ma io son qui per questo...la palude non ammette la boria di chi crede di conoscere già un libro ancora da aprire...e c'è già chi ha pagato...e le profondità delle sabbie mobili ancora ne conservano il cadavere...a meno che non sia già consumato...e non sarà nessuna profezia o espediente divino a giudicarvi...ma solo il semplice e naturale corso della natura palustre.....


...ecco qui invece l'habitat della palude... tra i luoghi e la sua vegetazione!


Acquitrino Infinito

Per chi pensava l'unica variazione alla monotonia della palude la Grotta Del Tormento, cioè io, esiste ben un altro luogo piuttosto singolare, l'Acquitrino Infinito. Oltre la suddetta grotta dovrebbe ristagnare questa enorme pozzad'acqua. Almeno questo è quanto dice Korrigan. Lo ha definito infinito perchè troppo profondo per essere un comune acquitrino, in effetti dovrebbe essere la, chiamiamola pure tana, di una grossa idra.
Storie di avventurieri morti e divorati fanno da contorno alle parole gracchianti di Korrigan ogni qual volta i suoi discorsi s'infangano nella palude. Mi viene da chiedermi perchè tutti questi avventurieri? Korrigan è convinto che la ragione di tante spedizioni sia non tanto l'idra in sè... bensì l'acquitrino. Come se quelle acque stagnanti nascondessero chissà quale tesoro. Tesori materiali è scontanto ne contenga, il fondale sarà pieno di armi e armature e oggetti preziosi. Sicuramente qualche oggetto sarà magico o di caratteristiche particolari. Magari potrei trovarci un medaglione d'oro massiccio! Non mi passa neanche per caso l'idea di voler verificare le parole di Korrigan. Non voglio rischiare di finire nello stomaco dell'idra. Pare che solo con le armi convenzionali non sia possibile abbattere la bestia, non perchè inefficaci, ma poco dannose. Per adesso sembra che solo un imponente guerriero sia riuscito a danneggiare l'idra mozzando una delle sue teste. Una piccola gloria prima di finire nella pancia del rettile. Per di più la testa all'idra è anche ricresciuta. Quali misteri si anelano nelle acvque dell'Acquitrino Infinito? Acquitrino Peaks.


Grotta Del Tormento

La grotta del tormento si trova verso il confine est della palude, ossia verso i confini del regno di Ashura. Sono sicuro che la palude si spinge ben oltre al di fuori dei limiti della carta ma questa è un'altra storia. All'apparenza sembra solo un'improbabile roccia al centro di uno stagno. Come caduta dal cielo. Invece è una grotta. Una grotta che grotta non è. Dato che effettivamente come aspetto è una grossa nicchia siccome è un enorme masso con una rientranza. Entrando in questa apertura invece si ci può rendere conto di come le cose cambino. Uno strano mulinello avvolge il malcapitato risucchiandolo. Non è per niente piacevole. Una volta che poi ci si rende conto di essere ancora vivi si può fare la conoscenza del vordak Korrigan. Il mio socio per cause di forza maggiore.

Palma Albina Esemplare particolare di pianta che fino ad ora ho visto nei pressi della Grotta Del Tormento. Alta grosso modo otto metri si erge liscia e viscida verso il cielo fino ad arrivare alle lunghe e larghe foglie che determinano la fine della corsa. Molto probabilmente le foglie potrebbero venire utili in qualche impiego per viadelle forme e dimensioni. Chissà magari potrebbero essere un'ottima rivestitura per il tetto di una capanna. Magari la mia. Questa Palma offre delle speci di piccole noci di cocco raggruppate a grappoli allabase di ogni foglia. Una volta spinto dalla curiosità ed aiutato dalla dea bendata mi è riuscito centrare labase di un grappolo con una freccia. La freccia si è troncata. Almeno un frutto dal grappolo si è staccato. Ora che lo avevo nelle mani mi accorsi che era ancor più piccolo di quanto sembrasse. Bianco e peloso... molto morbido, e tondo. Lo osservai alla capanna in un secondo momento. Un frutto posso portarmelo appresso, un arbusto di di quasi dieci metri con tanto di foglie e frutti incorporati starebbe un pò stretto nella saccoccia. Quello che incuriosisce di più di questa palma a parte il fatto in sè di essere palma, non è tanto la corteccia viscida ma il colore anch'esso come il frutto. Biancastro. Ed è piuttosto singolare il fenomeno al quale si può assistere quando un qualche raggio di sole anonimo batte sul tronco. A sforzarsi di fantasia sembrerebbe un tronco di luce in mezzo a tutto quel verde e marrome angoscioso e spento. Già Già, misteri della palude. Per quanto riguarda il frutto, una viadi mezzo tra una bacca gigante e una noce di cocco nana, ebbene, vuoto. Considerando che ha un suo peso ho deciso di tenere i gusci a mio avviso molto resistenti...magari l'impiegherò in qualche modo. L'interesse cadde sulla patina mielosa che copriva la superficie interna del guscio, che prima feci colare all'esterno della capanna poi con un colpo di fortuna uscendo mi capitò di inciamparci sopra. Si era essicato diventando durissimo. Ottimo. Potrei provare ad usare questo liquido per un robusto arco o per creare punte particolari per le frecce. E i misteri continuano nella loro umidità
Immagine
unghie di gatto

Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 454
Iscritto il: ven 30 mag 2008, 16:33
Località: America

Re: LA PALUDE FANGOSA

Messaggioda Turpino » lun 9 giu 2008, 10:58

Erba di palude

...non dimentichiamoci dell'erba di palude...dalle molteplici qualità (spero di ricordarmele!!!! ...ah! Turpe d'un Turpino... avere voglia di ripescare i vecchi posts?..macchè..fossi matto!) oltre all'uso più convenzionale strettamente legato alle stagioni calde per cause di forza maggiore, ossia il ehm... fumarla... queste piantine sparse qua e là per la palude impiegate nel modo giusto ho scoperto riescano a sgonfiare ematomi (giusto?...!!!!) se usate come impacchi, inoltre c'è che le impiega bollite o chi le fa macerare...per cosa...non so...io sinceramente sono legato strettamente al primo uso elencato eh!eh! mica sono erborista io!
Immagine
unghie di gatto

Torna a Ambientazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite