[Il Cromlech di Bran] capitolo 4

Regole del forum
Qui trovano posto le avventure sperimentate e giocate con regolamento Dicescale Expanded.
Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: [Il Cromlech di Bran] capitolo 4

Messaggioda Hashepsowe » gio 19 nov 2015, 14:17

LUOGO: interno del capanno sulle rive del Lago dei Vapori
GIORNO E ORA: 22 Kerandol - mattino
TEMPO METEOROLOGICO: brumoso, ma chiaro
PG: Tutti


Elizar ascolta le domande di Didagus e con voce pacata e gentile gli risponde: Intendo dire che talvolta nella vita le circostanze ci impongono scelte dolorose... fuggire e salvarsi oppure combattere per quello in cui si crede? Quale tra le due opzioni, secondo voi, mantiene la parola data e quale invece la tradisce? Reynolds lo conosco bene... viene talvolta a trovarmi e il Lago dei Vapori non ha più segreti per lui... A ben pensarci non lo vedo da molto tempo... ma anche questo è normale. Prima o poi si farà vivo... perchè di un'unica cosa sono certo al suo riguardo: egli è vivo!"
Poi, con un mezzo sorriso, lo strano padrone di casa si allontana dal mezzelfo e non aggiunge altro.
Il corvo ascolta attentamente le parole di Didagus, osservandolo con i suoi occhietti scuri. Chiaramente comprende quello che le viene detto, ma la domanda formulata evidentemente non le piace poichè l'unico suono che il mezzelfo percepisce nella propria mente è uno stridulo gracidare... assolutamente incomprensibile.
Spoiler: show
Ho tirato su volontà per verificare se il corvo intende la tua domanda e il risultato è stato confortante. Su volontà - che ricade nel reame Spirito in cui sei a d8 - hai 2. Quindi si tirano 2 d8 e si sceglie il risultato migliore. Il risultato è stato di 5 e 6. Scegliamo il 6 e l'azione riesce quindi Marthen ti ascolta, ti capisce e ti risponde. Però poi tiriamo su Riserva Magica per verificare se riesci a comprendere il linguaggio del corvo, ma su RM hai soltanto 1 e quindi tiriamo un solo D8, che sorte il misero risultato di 3, che di certo non ti permette di capire granchè di quanto ti viene risposto.
Guadagni 10PA su volontà e 5PA su riserva magica.


Sentendo fare il nome di Reynolds, Muninn ha un sussulto e drizza le orecchie, ma ha molta fretta di partire e ascolta distrattamente quel che viene detto mentre prepara le sue cose.
Arduino chiede ad Elizar notizie sulla via da prendere per non smarrirsi. Il vegliardo dice che per aiutarvi manderà Marthen a farvi strada fino alle rive del Lago di Nemesis. Il corvo gracchia sommessamente per assentire e segue Arduino fuori dalla porta quando esce dal capanno.
Quando Didagus raggiunge, Dama Lorien e ascolta le sue parole, è perplesso e si affretta a consultarsi con Kynon, che è il secondo ad uscire.
Muninn invece esordisce manifestando la sua premura di allontanarsi dal luogo e Arduino dice agli altri che Marthen vi indicherà la strada.

"Molto bene - taglia corto Kynon - Cercheremo tracce di eventuali presenze mentre ci allontaniamo... e terremo occhi ed orecchie bene aperti. Non so se accettare la guida del corvo sia un vantaggio oppure no... Sinceramente"


Lorien comunque, confortata dalla presenza degli altri, cerca intorno al capanno tracce di un'eventuale presenza notturna, ma non riesce a scorgere nessun particolare segno, ad eccezione delle impronte dei loro stessi cavalli.

Spoiler: show
Ho tirato su Intelletto un d8 su Natura per verificare la riuscita della ricerca tracce di Lorien, ma il risultato è stato uno iellatissimo 1, che non permette alla dama di scorgere alcunchè di particolare. Guadagni però 5PA su Natura.


Procedete in silenzio per qualche ora, preceduti dal corvo che graccchiando vi richiama sulla giusta strada. Almeno questo è quello che tutti voi sperate.

Vi fermate per consumare un pasto leggero dopo circa quattro ore di cammino.

Muninn nota che qualcosa di strano sta accadendo ad una delle sue sacche: un acre odore di bruciato raggiunge il suo naso, mentre la mano si ritrae per non scottarsi. Sul fondo di cuoio della borsa si è infatti sviluppato un principio di incendio... e il pensiero corre al medaglione di Myrd Vawair... infatti, osservando più attentamente il fondo della sacca, scorgi la sagoma a fuoco del simbolo impresso sul medaglione: il simbolo dell'Ankh al centro di un cerchio formato da due serpenti che si mordono la coda l'un l'altro.
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Ashuur Affidabile
Avatar utente
Messaggi: 54
Iscritto il: gio 8 ott 2015, 3:53

Re: [Il Cromlech di Bran] capitolo 4

Messaggioda Aurelicornus » dom 22 nov 2015, 2:31

LUOGO: interno del capanno sulle rive del Lago dei Vapori
GIORNO E ORA: 22 Kerandol - mattino
TEMPO METEOROLOGICO: brumoso, ma chiaro
PG: Muninn

«Farsi guidare da un corvo? Non nascondo di avere simpatie per quei neri uccelli, ma mi domando quanto sia saggio farsi guidare da un pennuto. Una gallina potrebbe indicarci la strada con altrettanta abilità.» Forse quell'arzillo vecchietto di Elizar voleva prendersi gioco un po' di noi dicendoci di seguire un uccello che, poi, sarebbe volato a caso per i boschi portandoci chissà dove!
Sembravano tutti nervosi, non solo io o Kynon. Lorien chiedeva se ci fosse qualcosa nei boschi, ma al primo momento mi chiesi se non fosse vittima della sua immaginazione. «Probabilmente è solo un animale, Madama,» le rispondo, «e se anche fosse, in questa nebbia è improbabile avere speranze di trovare qualcosa, quando già fatichiamo a capire da che parte andare. Prima usciamo da questo posto, meglio sarà.»
Odiavo i boschi: i muri di una città e i suoi vicoli in ombra erano quello che serviva a me.

Poi ad un certo punto sento qualcosa andare a fuoco: il mio primo istinto è di infilare la mano nella borsa, ma il calore me la respinge. Istinto e panico mi spingono a rovesciare il contenuto per terra e spostare con i piedi gli oggetti fino ad isolare la fonte del calore insopportabile.

Ashuur Affidabile
Avatar utente
Messaggi: 86
Iscritto il: mar 19 gen 2010, 19:00
Località: Tilietum Septemtrionis (PD)

Re: [Il Cromlech di Bran] capitolo 4

Messaggioda Nolorin » gio 26 nov 2015, 22:38

LUOGO: interno del capanno sulle rive del Lago dei Vapori
GIORNO E ORA: 22 Kerandol - mattino
TEMPO METEOROLOGICO: brumoso, ma chiaro
PG: Didagus


Soeravo di non rivedere quel corvo. Ma ecco invece che ci fa da guida. Come se non bastasse cosa mi viene alle narici? Odore di bruciato. "Kynon... qualcosa non va. Fermiamoci." Cosa sta facendo il Norgar? Lo sapevo... non bisogna fidarsi di quei bastardi. "Norgar, cosa ti sta andando a fuoco? Vuoi farci scoprire?" Scendo da cavallo. "Che sta succedendo?"

Cittadino Ashuur
Avatar utente
Messaggi: 45
Iscritto il: gio 23 apr 2015, 14:37

Re: [Il Cromlech di Bran] capitolo 4

Messaggioda odino » mar 1 dic 2015, 12:31

LUOGO: interno del capanno sulle rive del Lago dei Vapori
GIORNO E ORA: 22 Kerandol - mattino
TEMPO METEOROLOGICO: brumoso, ma chiaro
PG: Arduino


Molto bene,
l'aria fresca del mattino mi mette sempre di buon umore, mi ridesta dal torpore della notte e riattiva completamente.
L'alba di un nuovo giorno ha sempre un non so che di positivo, sarà il ritorno della luce dopo l'oscurità dell notte, il risveglio, la rinascita della vita, o forse tutte insieme.
Ad essere obiettivi le cose stanno andando per il meglio, o almeno non male come prima.
In fin dei conti questa notte l'abbiamo passata al caldo ed al sicuro.
Dormito al riparo, magari non riposato ma dormito di sicuro.
Chiesto le informazioni necessarie per mettere quanta più distanza possibile tra noi e questo luogo.
Tutta una giornata per poterci avvicinare al meglio delle nostra possibilità alla nostra meta finale.
Una guida amica che ci indirizzerà verso la strada migliore da percorrere ed aiuterà a non perderci.
Direi che oggi potrebbe rivelarsi un ottima giornata.

La mia uscita dal capanno è stata accompagnata dallo svolazzare del corvo nostra guida e devo confessare che la cosa mi ha fatto molto piacere, conoscendo bene questo tipo di uccello e le sue peculiarità non potrei che essere più tranquillo e sereno del fatto che ci faccia lei da guida.
Ovviamente non tutti la pensano così.

«Farsi guidare da un corvo? Non nascondo di avere simpatie per quei neri uccelli, ma mi domando quanto sia saggio farsi guidare da un pennuto. Una gallina potrebbe indicarci la strada con altrettanta abilità.»

Gli uccelli in genere hanno un ottimo senso dell'orientamento, riescono a volare per migliaia di chilometri senza perdersi mai, se non in rari casi, e comunque arrivano sempre al posto convenuto senza problemi, come se avessero la topografia delle zone visitate tutta in mente.
E la realtà non si discosta molto da questo, è risaputo che diverse specie hanno una memoria formidabile, che le aiuta anche quando devono spostarsi su grandi distanze.
Inoltre, benché volino ad una certa distanza dal suolo su cui noi camminiamo, hanno un rapporto molto stretto con le linee di energia della madre terra, che come una bussola gli indica sempre la strada corretta da percorrere.
Come se non bastasse, il pennuto più intelligente che si cosca appartiene proprio alla famiglia dei Corvidi, quindi direi che siamo a posto.

Mi volto ad osservare il nuovo membro del gruppo e ripenso a quante cose sono state dette su di loro, quante etichette gli sono state affibbiate, dall'essere portatori di malaugurio e morte per alcune popolazioni ad essere considerati felici portatori della parola degli dei per altre.
Volatile avvolto da un alone di mistero, investito di poteri arcani da coloro che dovrebbero essere la "Razza Pensante" e per noi guida verso la riuscita della nostra personale missione.
Direi che partiamo bene con tutte le carte in regola per venirne a capo.

«Kynon... qualcosa non va. Fermiamoci.»

Ecco, le ultime parole famose...
Che La Sacra Fiamma Arda Sempre Vivida nei Vostri Cuori!!!

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: [Il Cromlech di Bran] capitolo 4

Messaggioda Hashepsowe » ven 18 dic 2015, 13:11

LUOGO: la foresta
GIORNO E ORA: 22 Kerandol - mezzogiorno circa
TEMPO METEOROLOGICO: brumoso, ma chiaro
PG: Tutti


Il corvo lancia il suo gracidante allarme volando in cerchio intorno alla fonte dell'incendio.
Ora che Muninn ha rovesciato per terra il contenuto delle sue bisacce, tutti i membri della spedizione possono notare la fonte di quell'inatteso principio di incendio.
Il medaglione sta praticamente imprimendo a fuoco il simbolo che vi è inciso su qualsiasi superficie con cui venga in contatto.
Didagus decisamente innervosito dalla presenza del corvo, scuote il capo e redarguisce il Nor'gar invitando Kynon ad intervenire.
Lo stesso Arduino, pur essendo assorto nei suoi pensieri e nella contemplazione del corvo, la cui presenza non sa se ritenere rassicurante o inquietante, notando ciò che accade, si rivolge al capo delle guardie di Nebin con aria interrogativa.
Kynon non si fa ripetere l'esortazione: esamina attentamente lo strano simbolo poi emette un leggero fischio....
"Il simbolo dell'ultima casata regnante di Myrd Vawair! - commenta, scrutando severamente l'uomo di Nortgarthen - Ascolta amico... e cerchiamo di fare a capirci questa volta. Dove hai trovato questo oggetto? Mi pareva di aver detto a tutti voi che era meglio non toccare nulla di quelle rovine... ma come al solito qualcuno preferisce fare orecchio da mercante e agire di testa sua. E adesso cosa facciamo? Guardate... io non voglio dire più nulla e lascio a voi l'onere di decidere: questo oggetto potrebbe attirare su di noi... su tutti noi... la potente maledizione che protegge l'oro di Myrd Vawair. E tuttavia tornare indietro e riportare il medaglione là dove è stato trovato, pur essendo la cosa più ragionevole da fare, ci esporrebbe ad altri pericoli... non ultimo quello di dover ritrovare la strada... senza contare il fatto che abbiamo percorso un bel tratto di strada che non vorremo certo ripercorrere avanti e indietro!"
Ciò detto il mezzelfo vi volta le spalle e, richiudendosi nel silenzio, prende dalle sue bisacce qualche galletta e si siede a sbocconcellarle voltandosi dalla parte opposta rispetto a quella in cui si sono radunati gli altri membri del gruppo.

Lorien, in assenza di tracce riscontrabili, si limita ad osservare la scena da lontano, senza fare commenti.

Tutti continuate ad avere la sensazione di essere osservati da qualcuno o da qualcosa...
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Ashuur Affidabile
Avatar utente
Messaggi: 54
Iscritto il: gio 8 ott 2015, 3:53

Re: [Il Cromlech di Bran] capitolo 4

Messaggioda Aurelicornus » dom 20 dic 2015, 5:24

LUOGO: la foresta
GIORNO E ORA: 22 Kerandol - mezzogiorno circa
TEMPO METEOROLOGICO: brumoso, ma chiaro
PG: Muninn

Con la punta della spada corta raccolgo l'amuleto, guardando per un po' il profilo incandescente dei rilievi. L'unica cosa che mi domando è perché ci abbia messo così tanto, se effettivamente sul quell'affare gravava un qualche sortilegio.
Senza troppe cerimonie, lo lancio lontano con un gesto frettoloso del braccio.
«Ancora maledizioni, Kynon?» ribatto al mio "sorvegliante". «Quello che penso io è che la vera maledizione è iniziata da quando ho messo piede in questa dannata oasi.» Lo guardo indispettito, involontariamente sfidando il suo buonsenso, anche se si sarebbe potuto dibattere se forse era davvero tale. «Prima mi viene affibbiata una condanna a morte per uno stupido cervo, poi arrivano gli orchi, una tomba mi crolla sulla testa, passo una notte in un castello in rovina, e adesso devo anche infilarmi in un buco nella terra in mezzo a creature che mi arrivano a malapena alla cintura; e questo senza fare assolutamente niente! E tu ti preoccupi di favole su gente morta da tempo che, se me lo lasci dire, a me sono sembrati più intenzionati a restare morti anche se abbiamo dormito sulla loro testa.» Involontariamente gesticolo con la spada in mano, usandola come l'indice della mano, solo per sottolineare il mio disappunto (nonostante fosse un diminutivo) a quella situazione: «La sola maledizione è questo viaggio in cui anche tu sei finito in mezzo, ed è quella di cui dovresti davvero preoccuparti.»
Detto questo, abbandono il resto del gruppo alle proprie constatazioni, ignorando di proposito il loro bambineschi timori. Dopo tutto quello che era successo fino a quel momento, si lasciavano davvero spaventare dall'ennesima brutta storia?
Era sorprendente come qualcuno di loro fosse ancora vivo.

Ashuur Affidabile
Avatar utente
Messaggi: 68
Iscritto il: mer 7 dic 2011, 11:48

Re: [Il Cromlech di Bran] capitolo 4

Messaggioda lavinia » sab 2 gen 2016, 12:34

LUOGO: la foresta
GIORNO E ORA: 22 Kerandol - mezzogiorno circa
TEMPO METEOROLOGICO: brumoso, ma chiaro
PG: Lorien

Mi ritrovo davvero in una strana situazione!

Non capisco ancora l'invito del vecchio della palude, ma di una cosa sono ancora certa: questo corvo non ci porterà fuori dalla palude ma ci guiderà in una trappola.

Adesso il medaglione è diventato incandescente e ci siamo lasciati tutti distrarre e addirittura abbiamo iniziato a litigare:

"Kynon e Rudolph smettete di discutere subito, non capite che stiamo finendo in una trappola? Sicuramente il medaglione si è incendiato per un incantesimo lanciato da quelli che ci seguono. Fate silenzio un attimo, io posso sentire dei rumori sommessi e sussurri alle nostre spalle"

"Ho tanta paura che il corvo ci abbia guidato in una trappola dalla quale non potremo uscire!"

Spoiler: show
Faccio una prova di Ascoltare e Osservare per trovare chi ci spia o chi sta per attaccarci.
Soltanto chi lascia il labirinto può essere felice, ma soltanto chi è felice può uscirne (Micheal Ende)

Ashuur Affidabile
Avatar utente
Messaggi: 86
Iscritto il: mar 19 gen 2010, 19:00
Località: Tilietum Septemtrionis (PD)

Re: [Il Cromlech di Bran] capitolo 4

Messaggioda Nolorin » ven 8 gen 2016, 19:37

LUOGO: la foresta
GIORNO E ORA: 22 Kerandol - mezzogiorno circa
TEMPO METEOROLOGICO: brumoso, ma chiaro
PG: Didagus

Un medaglione... una trappola... Quante cose ci nascondiamo? Quante cose si nascondono a noi? Gettare via un monile, porta sempre sventura. Sguainando la spada, cercando di rimediare al gesto del Norgar, cerco di recuperare il medaglione. Dirigendomi verso il punto in cui il gioiello è caduto, dico: "Dama Lorien ha ragione. Ci stiamo comportando come dei ragazzini. Anche tu, Kynon, hai ragione: bisogna riportare il gioiello dove è stato trovato. Andrò io a riportare il monile a Myrd Vawair. Se andrò da solo sarò più veloce. Poi tornerò, e allora continueremo il nostro viaggio. Fino ad allora, se potete chiedo di aspettarmi, oppure partite pure. In questo caso vi chiedo di ricopiare una mappa, anche veloce, per potervi raggiungere alla città dei nani." Raccolgo il monile con la punta della spada e lo punto verso messer Rudolph. "Tu verrai con me." Lo incalzo.

Cittadino Ashuur
Avatar utente
Messaggi: 45
Iscritto il: gio 23 apr 2015, 14:37

Re: [Il Cromlech di Bran] capitolo 4

Messaggioda odino » sab 9 gen 2016, 1:49

LUOGO: la foresta
GIORNO E ORA: 22 Kerandol - mezzogiorno circa
TEMPO METEOROLOGICO: brumoso, ma chiaro
PG: Arduino

Visto il clima di tensione cerco di riportare un pò di calma e lucidità nel gruppo, notando che anche altri hanno avuto la mia stessa intenzione, ai quali mi accodo calcando a mia volta sull'inutilità delle divisioni interne al gruppo.

<<Signori... compagni... non mi sembra questo il modo migliore di risolvere il problema...>>
<<solo mantenendoci lucidi possiamo REALMENTE risolvere il problema e tornare ad occuparci della nostra "vera" missione il prima possibile...>>

<<Confesso che pure io mi son chiesto il perché di questo "ritardo" nell'attivazione della maledizione, e per quanto riguarda il sentirsi gli occhi addosso da parte di qualcosa di estraneo e malvagio, l'ho percepito pure io a tratti e la cosa non mi piace per niente, come del resto immagino neppure a tutti voi.>>

<<Concordo su quanto vuole fare messer Didagus per porre un rimedio, speriamo definitivo, alla questione "tesoro maledetto", ma direi altresì di non aspettare il loro ritorno qua, dentro questa dannata palude che sembra non volerci lasciar andare via, ma di accamparci appena fuori da questo territorio e li aspettare il ritorno dei nostri compagni.>>

<<Per la mappa non c'è problema, la faccio subito e se siete d'accordo direi di segnare approssimativamente dove siamo ora e quale percorso intendiamo seguire in modo da saper sempre dove potranno trovarci una volta che avranno compiuto l'impresa e saranno sula strada del ritorno.>>

Detto questo mi estraneo dalla discussione e inizio a cercare punti di riferimento sul dove siamo e sulla strada per ritornare al tesoro maledetto. Rivolgendomi agli altri chiedo se vogliono aggiungere qualche dato per loro importante su quanto scritto e chiedo la direzione che vogliamo tenere per uscire dalla regione in modo da avere un percorso preciso da poter seguire tutti.

Fatto ciò ne creo tre copie. due le consegno a loro (nel caso si dovessero dividere per chissà quale motivo) ed una la consegno a kynon, sia mai che dovesse servirci per andarli a recuperare.

Spoiler: show
spoiler
Usando osservare, natura e, se è il caso, percepire per poter trovare segni sulle rocce o sugli alberi (tipo ramo spezzato o tronco bruciato), o quant'altro possa usare come riferimenti da inserire nella mappa. Se nessuno di noi ha della carta su cui scrivere, uso le foglie, le più grandi e lisce che trovo, le unisco tra loro e ci disegno sopra. Resterà più stilizzato ma meglio di niente.
Che La Sacra Fiamma Arda Sempre Vivida nei Vostri Cuori!!!

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: [Il Cromlech di Bran] capitolo 4

Messaggioda Hashepsowe » mar 12 gen 2016, 14:46

LUOGO: la foresta
GIORNO E ORA: 22 Kerandol - l'una circa
TEMPO METEOROLOGICO: brumoso, ma chiaro
PG: Tutti


Kynon scuote il capo e si appresta a ribattere alla sfuriata di Muninn, ma Dama
Lorien gli arresta le parole in gola, inducendo tutti a riflettere sull'eventualità di un tradimento da parte del corvo.
La giovane, abituata ormai da tempo alla vita selvaggia e solitaria, percepisce infatti innumerevoli rumori sospetti intorno al gruppo e, fin dalla notte precedente, ha il sentore che qualcuno sia sulle loro tracce, qual silenziosa spia di non meglio identificata natura.
Dopo aver messo tutti a tacere e ottenuto il silenzio necessario per concentrarsi, si pone in ascolto, con tutti i sensi allertati e pronti a captare ogni sussurro ed ogni fruscio per trovare infine il bandolo della matassa.
Spoiler: show
tiro per Lorien su Percezione 1d8 +1 di bonus per Ascoltare e Osservare:
lancia 1d8: 4 = 4 - Totale 5
L'azione riesce e Lorien guadagna 10 PA in Percezione (aggiorno la tua scheda pg e ti ricordo che per convenzione al raggiungimento di 30 PA conseguirai un livello in più per tale tratto che ti consentirà in futuro di tirare 2 dadi scegliendo il risultato migliore.


I rumori che il fine udito della dama percepiscono sono sicuramente quelli prodotti da un quadrupede di grossa taglia... probabilmente un cavallo e provengono dal lato ovest della radura, quello in cui la vegetazione è più folta. Certo un cavallo nella foresta è ben difficile che viaggi da solo, senza un cavaliere in sella...

Intanto Didagus recupera il medaglione in punta di spada e si propone di riportarlo dove è stato trovato.
Kynon accoglie la proposta con aria dubbiosa: "Non mi piace l'idea di dividerci... e tuttavia credo davvero che quell'oggetto dovrebbe tornare da dove è venuto! Comunque un paio di mappe non sono certo di troppo!"

Arduino si fa prestare la penna da Didagus, che gli mette volentieri a disposizione anche 3 fogli di carta bombicina.

Spoiler: show
ho già aggiornato la scheda di Didagus portando a 7 i fogli che possiede


Il bravo Arduino comincia a vergare i segni che il suo spirito di osservazione coglie al volo nell'ambiente circostante.
Spoiler: show
tiro per Arduino su Natura e Percezione per redazione mappa, su Intelletto per Natura (=l'osservazione dell'ambiente e la memoria del percorso fatto) e Spirito per Percezione (=il saper cogliere con simboli precisi l'essenza dei luoghi visitati).
Per Natura: lancia 2d8: 4, 7 - teniamo il 7
Per Percezione: lancia 2d6: 2, 1 - teniamo il due che è tuttavia piuttosto scarso come risultato.
Arduino guadagna comunque 10 PA su Natura e 3 PA su Percezione. Ho già provveduto all'aggiornamento della scheda.

La mappa di Kynon è un buon punto di partenza per stabilire posizioni e percorsi e la memoria di Arduino fa il resto. Tuttavia le tre copie della sua mappa non risultano molto chiare nell'esposizione simbolica dei punti di riferimento incontrati lungo il cammino. Didagus annota comunque alcune brevi note esplicative sulla sua copia della mappa. Arduino trattiene per se un'altra copia e porge a Kynon l'ultima.
Didagus si appresta dunque a partire, ma la vocetta garrula di Unsen lo induce a fermarsi.
"Ehi amici... aspettate! - prorompe allegramente - Mentre voi discutevate, osservavate e disegnavate mappe, io ne ho approfittato per stabilire un contatto empatico con il corvo! La brava Marthen accetterebbe di riportare lei stessa il medaglione al suo posto. Cosa ne dite? In volo è davvero poca strada per lei... e così non dovremmo dividerci."
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

PrecedenteProssimo

Torna a Campagne di gioco

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite