[Dicescale Expanded] Il Tempio Abbandonato, Capitolo I

Regole del forum
Qui trovano posto le avventure sperimentate e giocate con regolamento Dicescale Expanded.
Ashuur Affidabile
Avatar utente
Messaggi: 73
Iscritto il: lun 30 mag 2011, 17:37
Località: Granducato di Toscana

Re: [Gioco] Il Tempio Abbandonato, Capitolo I

Messaggioda Layra » mer 21 set 2011, 15:33

22 Loarsil, 1350 DA - Valle dei Centauri

Senza lasciarsi intimorire dalla Nor'gar, Layra affrontò il suo sguardo.
La fanciulla non manifestò apertamente la sua ostilità, ma anche solo dal suo viso si capiva che quella compagnia non le andava a genio e, molto probabilmente, Nana contraccambiava.
Layra rinfoderò le frecce e si portò l'arco sulla schiena, stranamente era stato il nano a rivolgersi a lei con cortesia.
"Mi chiamo Layra Luin Isil e sono stata assoldata da Lyonal, l'emissario del Tempio dei Sogni. Mi ha riferito che c'era già un gruppo pronto a investigare sulle faccende del Tempio di Yar, voi per l'appunto, e vi stavo cercando: è stato in quel momento che purtroppo ho incrociato gli orchetti" disse arrivando subito al punto.
La mezzosangue alzò il volto al cielo, ormai la sera si stava avvicinando..
"Perdonatemi se arrivo subito al punto" riprese dopo una breve pausa in direzione del nano "ma possiamo rimandare le presentazioni ad un secondo momento? Abbiamo dei feriti e si sta facendo buio. Se non avete niente in contrario proporrei di trovare un rifugio per la notte" disse osservando la centaura e Janus: aveva visto che erano stati colpiti in maniera abbastanza grave da quegli abomini "e soprattutto ben lontano da quei cosi..." indicò gli orchetti rimasti.
Tornò ad osservare Brunilde, dopotutto quella era la terra dei centauri, se era nata in quelle lande avrebbe potuto avere delle nozioni utili.
"Per caso siete natia di queste terre? In caso potreste dare qualche suggerimento?"
I toni di Layra erano molto sbrigativi e le veniva naturale pensare prima alla propria sopravvivenza, molto probabilmente le sue intezioni potevano anche esser fraintese, e far venire dopo tutto il resto: aveva passato quasi tutta la sua intera vita in mezzo ai boschi e lì, tra le creature selvagge si trovava in armonia, dove non c'erano distinzioni razziali o altro.
La mezzelfa cercò allora di ricomporsi: si lisciò i capelli, raccolti in una treccia nascosta sotto il mantello da arcere, con entrambe le mani, e poi si tolse la polvere di dosso.
Solo successivamente si rese conto di non avere più il cappuccio sulla testa, lasciando ben visibili le sue orecchie a punta.
Fu in un gesto un pò affrettato, che rimediò a quel problema portandosi il tessuto a lasciare visibile solo il volto.
"Ultima cosa..." fece una piccola pausa e si indirizzò ai due feriti "Servono delle erbe medicinali? Forse potrei trovarne alcune fino a che il tempo permette..."
Monta adesso l'orrore se ci si guarda intorno, mentre rigano il cielo nuvole sanguinose. Si è certo colorata, l'aria, di sangue umano, se le vestali di scontri riescono a cantare.
Abbiamo ben cantato per il giovane re più canti di vittoria. Salve, a noi che cantiamo. Ma chi l'ha ascoltata raccolga la canzone delle donne con le lance e la ripeta in giro.
E adesso balziamo sui nudi cavalli a spade sguainate lontano da qui.
"Gli scaldi. Poesia cortese d’epoca vichinga"

Porterò follia e desolazione ove intralciato sarà il mio passo... io che non son né paladina né servitrice oscura... ma soltanto una Valkyria... decaduta ma non arresa... e finché vivrà il mio ardore non perirà la mia leggenda!

Nonostante tutto, il Re fu certo che l'anima della principessa avrebbe, un giorno, fatto ritorno, magari in un altro corpo, in un altro luogo, in un altro tempo. L'avrebbe aspettata, fino al suo ultimo respiro. Fino a che il mondo non avesse smesso di girare

Il labirinto del fauno

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: [Gioco] Il Tempio Abbandonato, Capitolo I

Messaggioda Hashepsowe » gio 29 set 2011, 17:49

Brunilde è stupita per il repentino capovolgimento della situazione: fino a pochi istanti prima, si apprestava a prendere congedo dal mondo, senza neppure poter sperare in una "fine gloriosa" dacchè il suo contributo alla battaglia era stato pressocchè nullo... ed ora si ritrovava faccia a faccia con il sorriso di una fanciulla... una fanciulla temibile, grazie alle cui frecce micidiali, la centauro aveva assistito al miracolo della resa degli orchi.
Mentre Bodan, Drakos e Nana si occupavano dei prigionieri, Brunilde altro non poteva fare se non contorcersi dal dolore, in questo acomunata a Janus, che, una volta allentata la tensione della battaglia, si era accasciato poco distante, parimenti ferito e sofferente.
Per lo meno, questo la metteva momentaneamente al riparo dalle battute di Drakos... e dal disprezzo palese dell'inquisitrice!
La fanciulla si rivolgeva a lei e, tra tutte le stelle del firmamento che si affollavano intorno alla sua zampa dolorante, Brunilde trovò una smorfia che poteva essere un sorriso per risponderle.

"Si... sono nativa della Valle dei Centauri, ma a quanto pare sono stata per troppo tempo lontana da casa e quei maledetti sembra che siano diventati i nuovi padroni. Mi chiamo Brunilde e ti ringrazio per il tuo interessamento... puoi senz'altro aiutarmi se conosci l'arte della medicina e magari puoi occuparti anche del mio amico Janus. - così dicendo, Brunilde indica l'uomo accasciato poco distante - a proposito... grazie! Credo che senza le tue frecce sarei carne per la cena di quel tipaccio che viaggia con noi!"

Spoiler: show
Naturalmente, date le circostanze, Brunilde non ha neppure fatto caso all'assenza di Eco.
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Ashuur Sapiente
Avatar utente
Messaggi: 257
Iscritto il: sab 13 mar 2010, 8:01
Località: lecco

Re: [Gioco] Il Tempio Abbandonato, Capitolo I

Messaggioda dracodraconis » sab 1 ott 2011, 6:49

Janus, rendendosi conto che la battaglia era terminata s'accascia a terra dolorante e ferito.
La testa gli pulsava fortemente rendendolo un po confuso, come Brunilde, ancora non si capacitava dell'esito positivo.
Non si era reso conto dell'arrivo, ormai insperato, del resto della compagnia, faceva conto di lasciare questo mondo, ma nella sua dipartita avrebbe fatto di tutto per trascinare qualcuno con se.
Brunilde parlava con qualcuno che non conosceva, una giovane mezzoelfa, probabilmente, la stessa per la quale avevano ingaggiato la lotta.

"Ehilà, un'orecchie a punta! felice di conoscerti, devo anche a te la vita. Ciao Bodan vedo con piacere che vi siete dati da fare. scusate se non mi alzo a farvi le feste, ma credo di aver ricevuto una bella botta in testa"

Respira un po affannosamente e le gambe sembrano non volerlo reggere al momento

"Brunilde, come stai?"

Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 846
Iscritto il: dom 25 mag 2008, 14:58
Località: Roma

Re: [Dicescale Expanded] Il Tempio Abbandonato, Capitolo I

Messaggioda Kronall » lun 17 ott 2011, 10:56

22 Loarsil, 1350 DA - Valle dei Centauri

- Effettivamente... non abbiamo un guaritore con noi, a meno che la nostra Nana non conosca qualche sortilegio curativo. Ho sentito non so dove che tra i preti di Aan ci sono molti esperti in questo campo - esclama Bodan, pensieroso - Comunque, dobbiamo ancora stabilire cosa fare dei pigionieri... -


L'inquisitrice non commenta la prima osservazione del Nano, concentrandosi invece sulla seconda.

- Mi pare ovvio: ci hanno attaccati, attentando alla nostra vita. La punizione più adeguata è la morte. -

Gli occhi della donna sembrano due pozze d'acqua ghiacciata, trasparenti e immoti. Gli orchetti non capiscono la vostra lingua ma probabilmente intuiscono il senso del discorso, visto che iniziano a tremare e si accasciano a terra con le fauci semi dischiuse.

- Sembra decisamente estrema come soluzione - borbotta Bodan, squadrando la donna da capo a piedi come se fosse una specie di pianta esotica - E sebbene anche io muoio dalla voglia di piantare una generosa porzione di ferro temprato nelle viscere di questi disgraziati, non me la sento di farlo così a sangue freddo... ti rendi conto che sono disarmati e ormai inermi ? -

L'inquisitrice emette un sibilo e scrolla le spalle prima di rispondere.

- Questa poi... un Nano che vuol risparmiare un orchetto. -

- Già... e ti dirò di più, non sono l'unico: il mio clan ha sempre avuto rispetto degli sconfitti, orchetti, nani o umani che siano. Non combattiamo per sete di sangue, ma per difendere le nostre vite. Combattiamo per necessità. Non che non mi piaccia combattere, dannazione ! Ma cerco sempre di mantenere il controllo e di distinguere ciò che è giusto da ciò che è solo frutto della mia rabbia. -

- Lasciando in vita questi due miserabili permetteremo che essi uccidano di nuovo - ribatte l'inquisitrice, la cui voce risulta leggermente intrisa di irritazione ora - Saresti pronto a farti carico di questa responsabilità, Nano? -

Bodan non risponde: il suo sguardo è posato sui due 'miserabili', i quali sembrano aver capito che il Nano, paradossalmente, rappresenta la loro unica speranza di salvezza, e iniziano a strisciare verso di lui, profondendosi in salamelecchi e lamentose invocazioni.

Ashuur Storico
Avatar utente
Messaggi: 72
Iscritto il: mer 28 mag 2008, 22:18

Re: [Dicescale Expanded] Il Tempio Abbandonato, Capitolo I

Messaggioda Berserk » lun 17 ott 2011, 11:12

ed anche il nostro caro mezzo lucertolone di quartiere , ora si decide a tornare verso il gruppo , dopo aver tentato di seguire , ed eliminare anche i nemici in fuga.

bah.....è finito tutto troppo presto

Borbotta, mentre sente gli ultimi strascichi del discorso , al qual sbuffa, quasi annoiato, sguardo si porta verso gli orchetti prigionieri, sogghignando appena.

sono d'accordo con l'inquisitrice..sarebbero solo un inutile zavorra, rallentandoci...ricordate che andiamo piuttosto di fretta e non abbiamo tempo da sprecare, soprattutto per chi voleva farci secchi


più che altro èuna scusa, giusto per poter stroncare qualche vita in più, ed è verso i prigionieri che si dirige ora, l'enorme ascia tenuta in mano , zanne messe in mostra in un ghigno maligno.

è un peccato che questi cosi abbiano un sapore acido, avremmo potuto avere una cena a base di carne altrimenti

Spoiler: show
chiedo scusa per il ritardo...non mi ricordavo piùùùù >_<

Ashuur Affidabile
Avatar utente
Messaggi: 73
Iscritto il: lun 30 mag 2011, 17:37
Località: Granducato di Toscana

Re: [Dicescale Expanded] Il Tempio Abbandonato, Capitolo I

Messaggioda Layra » mar 18 ott 2011, 20:35

"Purtroppo non sono un guaritore..." disse pacatamente la mezzosangua accucciandosi vicino alla centaura "In ogni caso non preoccupatevi: in un modo o nell'altro ce la faremo a rimettervi in sesto!"
Layra non rispose con un "prego" ai ringraziamenti di Brunilde, si limitò solo ad abbassare il capo.
Non era abituata a ricevere parole di ringraziamento da estranei, non sapeva descrivere il calore che provò ma lo trovava piacevole seppur strano.
Se fosse stata avezza a sorridere lo avrebbe fatto per esprimere meglio i suoi sentimenti, ma la giovane non era così brava nell'esternarsi.

Successivamente, a passo leggero, Layra si avvicinò a Janus.
Il modo con cui l'aveva chiamata l'aveva a dir poco infastitidita: forse non sapeva che ad un elfo o comunque ad un mezzosangue non piacevano certi nomignoli...
La fanciulla non si scompose e attribuì quel vaneggiamento alla botta in capo.
Senza chiedere il permesso, slacciò il cinturino dell'elmo di Janus e con estrema delicatezza lo privò della protezione al capo.
Prima di lasciarlo andare, la giovane estrasse dalla sua bisaccia una mantella e la ripiegò a mò di cuscino sotto la testa dello sventurato.
"Siete stato fortunato... non avete lesioni esterne evidenti" si limitò a dire in fine.
Approfittò di quella perdita di tempo per far finire il battibecco del nano e della Nor'gar.

"Non mi interessa della sorte di questi abomini, sia chiaro. Ora come ora preferirei occuparmi dei feriti per quel poco che posso. Se la signora qua presente" disse in direzione di nana mettendosi in mezzo ai due litiganti "è disponibile nel compiere un piccolo atto di carità ben venga, ci potrebbe risolvere diversi problemi."
"Bodan volete accompagnarmi a cercare delle erbe medicinali? Il tempo stringe" marcò in fondo.
Il nano le sembrò l'unica persona sana di mente e di cui potersi un minimo fidare.
Se al loro ritorno Nana o il lucertolone avessero cercato di fare qualcosa a danno dei due feriti sicuramente avrebbero potuto fare due più due.
Monta adesso l'orrore se ci si guarda intorno, mentre rigano il cielo nuvole sanguinose. Si è certo colorata, l'aria, di sangue umano, se le vestali di scontri riescono a cantare.
Abbiamo ben cantato per il giovane re più canti di vittoria. Salve, a noi che cantiamo. Ma chi l'ha ascoltata raccolga la canzone delle donne con le lance e la ripeta in giro.
E adesso balziamo sui nudi cavalli a spade sguainate lontano da qui.
"Gli scaldi. Poesia cortese d’epoca vichinga"

Porterò follia e desolazione ove intralciato sarà il mio passo... io che non son né paladina né servitrice oscura... ma soltanto una Valkyria... decaduta ma non arresa... e finché vivrà il mio ardore non perirà la mia leggenda!

Nonostante tutto, il Re fu certo che l'anima della principessa avrebbe, un giorno, fatto ritorno, magari in un altro corpo, in un altro luogo, in un altro tempo. L'avrebbe aspettata, fino al suo ultimo respiro. Fino a che il mondo non avesse smesso di girare

Il labirinto del fauno

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: [Dicescale Expanded] Il Tempio Abbandonato, Capitolo I

Messaggioda Hashepsowe » mer 26 ott 2011, 0:37

Brunilde cerca di non pensare al dolore che le macera la zampa ma lascia spaziare la mente sulle nozioni di natura e botanica, apprese ai tempi della sua infanzia dalla buona Nessa: purtroppo non le sono noti gli ingredienti della LOARSITE, il miracoloso elisir che producono i sacerdoti del tempio dei Sogni Nuovi e che ha il potere di rimarginare in pochi istanti qualsiasi ferita.
Tuttavia, forse un impacco di argilla e qualche felci potrebbe forse essere di aiuto e dunque mette a parte la ragazza elfica di queste sue considerazioni: "Un vero peccato che nessuno di noi possieda l'arte della guarigione: se mai riuscirò a rivedere la mia gente, dovrò chiedere a Nessa di insegnarmi qualche rudimento di medicina. Però, rammento qualche nozione di botanica e alcune delle proprietà officinali delle foglie e degli elementi della natura e so che l'argilla è un buon antinfiammatorio, specialmente se unita alla felce ed alle foglie di sun aurum.
Se riesci a trovare qui attorno un albero di sun aurum e qualche felce, puoi eventualmente preparare un impacco con l'argilla che si trova in abbondanza sulle sponde del sun aurum]fiume-che-scorre-al-contrarioe dei suoi affluenti. Credo che potrebbe dare sollievo sia me stessa che al coraggioso Janus."

Poi, avendo compreso che l'attenzione dell'elfa - così come peraltro quella di Janus e degli altri - è ora tutta rivolta ai prigionieri che il dracoide vorrebbe uccidere senza troppi complimenti, propabilmente spalleggiato in questo suo sadico desiderio dall'Inquisitrice e dall'immancabile Eco. Non che Brunilde provi la men che minima pietà per quegli infami che hanno devastato la sua terra natia... e tuttavia ucciderli non serve a niente:
"Ragionate, signori - la voce armoniosa e stentorea della Centauro si leva all'improvviso, al di sopra di quelle concitate dei suoi compagni, peraltro ancora incerti sul miglior comportamento da seguire - Io credo che sia meglio risparmiar loro la vita, in cambio di un racconto dettagliato di quanto accaduto in questa valle e della sorte tocata ai miei simili.

Spoiler: show
Condivido con Layra le conoscenze esoteriche di Sianna
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Precedente

Torna a Campagne di gioco

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite