[GDR - DISCUSSIONI]10 consigli per giocatori e master

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

[GDR - DISCUSSIONI] 10 consigli per giocatori e master

Messaggioda Hashepsowe » gio 28 mag 2009, 15:28

CONSIGLI PER UN BUON GIOCO DI RUOLO
Ovvero
“Come ho smesso di preoccuparmi ed imparato ad amare il gioco”


Articolo di Chris Tavares Dias
estratto dal sito:
http://www.serenadawn.com/ADVICE-FOR-GO ... LAYERS.htm
Traduzione di Lunastella Tasso


NOTA DELL’AUTORE:
Essi esistono. Voi ritenete che le leggende metropolitane siano false. Ma tutti sappiamo che dovunque si possono nascondere pezzi di verità. Se aveste giocato di ruolo tanto quanto ho fatto io, alla fine vi imbattereste in quel giocatore che avreste giurato non esistere. Oppure siete un giocatore e vi unite ad un gruppo che un tempo era noto come leggenda... è giusto. Sciocchezze. Il primo motivo per cui il mondo del GdR ha sviluppato una così cattiva reputazione è da imputarsi in primo luogo ai gruppi religiosi, che vi si sono scagliati contro in seguito ad episodi che hanno avuto per protagonisti alcuni individui che giocando a questi giochi hanno sviluppato atteggiamenti di rottura e causato disagio alle loro famiglie (cosa che NON dovreste comunque mai fare!). Non voglio rifarmi alle argomentazioni secondo cui i GdR ed in particolare il D&D non influenzano nè corrompono le menti innocenti. Molti altri hanno offerto ben migliori argomenti più di un decennio fa. Non sprecherò altro tempo su questo. La verità è che queste persone esistono. Io stesso ne ho incontrato più di uno che utilizza il GdR come scusa per una mente labile. Esistevano prima del GdR ed esisteranno anche dopo che l’ultimo Manuale dei Mostri sarà caduto nella polvere. Semplicemente scelgono una delle tante strade disponibili per esprimere i loro vizi. Queste menti contorte, i cui problemi riguardano in particolare gli psicologi e le istituzioni, non sempre seguono il sentiero dei Labirinti e dei Mostri.
Alcune persone si drogano di Notti di Misteri Assassini; altre seguono religioni contaballe, altre ancora ricreano abitudini medioevali nel dettaglio e si battono con altre persone che hanno lo stesso interesse. Tutti questi atti mettono in funzione il medesimo muscolo. Alcuni li portano troppo troppo oltre... come le superstar della persecuzione, deluse da un falso senso di connessione emotiva. Queste persone sussistono in ogni sentiero della vita. Un folle utilizza il proprio genio in maniera distruttiva; un genio utilizza la propria follia in maniera costruttiva. Mi sono seduto insieme a giocatori che affondano in un personaggio peggiore di quello di Pacino in uno dei suoi giorni peggiori. Quando il gioco finisce, uno schiocco di dita e riprendono la vita normale, senza prendere mai nulla del gioco a livello personale. Alcuni grandi attori provengono dal Gioco di Ruolo (Mike Myers ne è un esempio). Altri falliscono a distinguersi.
E’ importante notare che nessun GdR può essere biasimato per le azioni di questa gente. Essi semplicemente scelgono un sentiero e decidono di dare corpo al loro odio nei confronti del mondo - sono le stesse persone che portano le pistole a scuola ed ammazzano i loro compagni, le stesse persone che massacrano i loro colleghi di lavoro (Oh come piacerebbe ai gruppi religiosi se questi personaggi giocassero a D&D). Forse non avremo giocato insieme a questi tipi malsani... ma dobbiamo riconoscere che alcuni prendono troppo sul serio questo gioco. Certamente ci sono false le leggende sul tizio che ha attaccato un camion dell’immondizia con uno spadone o quelle sul gruppo che si è rinchiuso in una stanza per una giocata di dodici ore durante la quale si sono tutti uccisi gli uni con gli altri. Tuttavia dobbiamo tener d’occhio la comparsa dei segnali che evidenziano il fatto che uno o più membri del gruppo stanno andando troppo in là. Portare armi alla sessione di gioco, impostare la propria vita intorno ad un personaggio inventato, o prendere ogni cosa a livello personale dovrebbero essere cose che accendono una lampadina negli altri giocatori. Il gruppo deve sedersi ed affrontare la situazione prima che sfugga dalle mani. La cosa migliore sarebbe quella di estrometterli all’istante. Scrivo questo articolo su come godere e massimizzare il godimento del gioco, ma lo scrivo per coloro che si rendono conto che se non è reale Star Trek, anche la Fata del Dente è soltanto una favola. Scrivo per coloro che si divertono a giocar di ruolo così come si divertono a leggere un buon libro ed a lasciar vagare la loro immaginazione - guardando un film e pensando “cosa farei io se mi trovassi in quella situazione?” Inoltre le opinioni ed i consigli qui esposti provengono da me stesso e non sono stati commissionati da nessuna società di giochi. Quindi... per piacere leggeteli... e ricordate che è solo un gioco.
Ora, scusatemi, ma devo andare: è il momento delle mie faccende sataniche quotidiane.
by Chris Tavares Dias

UN VELOCE GLOSSARIO

GdR Gioco di Ruolo
Mecha “Mek” e “Mech” – Robots di stile giapponese pilotati dagli umani.
MG Master di gioco – conduce il gioco. Anche semplicemente Master
PG Personaggio giocante
PNG Personaggio non-giocante

GIOCHI DI RIFERIMENTO CREATI DA DIAS:

Cercarotta Un GdR spaziale che ho inventato simile ad Alien. Regolamento GURPS.
Conestoga Un GdR Mecha ispirato a Dune.
Navi della Flotta Un GdR spaziale con Regolamento Cyberpunk 2020.
Terminals Un gioco Mech con Regolamento R.Talsorian.

Le righe in citazione possono essere riferite a cose dette dai personaggi o dai giocatori che li hanno interpretati nei giochi che Tavares ha masterizzato o giocato in affiancamento. Le persone dicono veramente queste cose durante le sessioni!


I DIECI COMANDAMENTI PER I MASTERS
10. Non cercherai di uccidere volontariamente un PG a causa di un tiro sfortunato
9. Non assumerai il controllo del personaggio di un Giocatore
8. Non farai favoritismi
7. Non permetterai che i PNG divengano più importanti dei PG
6. Non lusingherai con vane promesse per poi sottrarre qualcosa
5. Non dirai mai: “A me spetta il ruolo di conoscere e a te quello di scoprire”
4. Non cercherai di esasperare il gruppo
3. Non mi plagerai A MENO CHE io non possa cavarmela anche così
2. Non considererai mai il gioco più importante dei giocatori
1. Non giocherai se io non credo che mi divertirò


Indivion: "Non posso credere che non l’avessi visto. Si suppone tu sia il nostro guardiano."
Elric: "Me lo sono perso."
Leopold: "Era un enorme uccello spaventoso!"
Elric: "Non l’ho notato."
Leopold: "Persino il mio CAVALLO lo ha notato!"


I DIECI COMANDAMENTI PER I GIOCATORI
10. Non cercherai di assumere il carattere del Personaggio di un altro Giocatore
9. Non barerai nei lanci dei dadi.
8. Non racconterai bugie sulle capacità del mio personaggio.
7. Non DIVENTERAI il mio personaggio.
6. Non cercherai di esasperare il gruppo.
5. Non cercherai di sabotare il gruppo (a meno che non faccia parte di una situazione di gioco)
4. Non cercherai di buttar fuori dal gruppo un altro Giocatore nè cospirerai contro di lui.
3. Non corteggerai un altro Giocatore.
2. Non ti vanterai
1. Non giocherai se io non credo che mi divertirò.


GM: "Hai bisogno dell’abilità Armaiolo."
Sevarion: “Ho l’abilità Fabbro"
Leopold: "Bene, ti chiameremo se dovremo temprare qualcosa."
Palarian: "Io ho Armaiolo ma non Fabbro."
Leopold: "Allora puoi fabbricare una spada ma non un chiodo"


ULTIME CONSIDERAZIONI
Non prendetelo seriamente, andate via alla fine, spolverandovi le mani dalla sessione e valutando quello che avete imparato da essa. Secondo il mio modesto parere, una sessione non dovrebbe mai durare più di sei ore. Un minuto di più e la gente si stanca, i fili si rompono e le emozioni calano addosso e si esasperano. Cercate di essere di buon umore quando entrate altrimenti porterete energie negative nella stanza.
Sorridete quando entrate e sorridete quando uscite. Ricordatevi che dovrebbe trattarsi di un divertimento. Non andate ad una sessione perchè vi sentite obbligati a farlo. Non permettete a nessuno di incolparvi durante il gioco. Il Gioco di Ruolo è un vicolo cieco, non è come lo sport che a lungo andare può portare ad una carriera professionale. IL GdR può sfociare nella scrittura o nel recitare, ma nessuno ha mai fatto i soldi diventando un giocatore di ruolo professionista…o per lo meno l’evento è così raro che non dovreste davvero aspettarvi che accada. Quindi, per piacere tenete bene a mente il comandamento numero uno del gioco, valido sia per i giocatori che per i masters. Si dovrebbe trattare di un divertimento, non di un’ordalia, non di un trauma.
Divertitevi. Alla fin fine... è solo un gioco!
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 454
Iscritto il: ven 30 mag 2008, 16:33
Località: America

Re: [GDR - DISCUSSIONI]10 consigli per giocatori e master

Messaggioda Turpino » mar 2 giu 2009, 16:18

Non dovrebbe durare più di sei ore? Ma siamo matti? Magari va bene per chi non fa niente tutto il giorno o magari ha un impiego a mezza giornata oppure che ne so...lavora otto ore in edicola eh!eh! Proprio come vien scritto è impensabile la tipologia dei giocatori...e credo che anche solo menzionare sei ore...è decisamente folle...sempre ben inteso il contesto...se si parla di stare attorno a un tavolo o dietro a uno schermo, che dietro ad un tavolo ci stai anche un giorno con le dovute pause, almeno credo...oppure no, magari sei ore le fai anche di filata, io non so perchè ho avuto la sfortuna di non aver mai potuto giocare, ma qui su Ashura si gioca in chat, e al momento penso il riferimento non possa evadere da questo ?jollyr*

Sicuramente è bene considerare chi ha scritto l'articolo, nel senso della nazionalità di chi l'ha scritto...è ben possibile che sia americano, io non lo conosco, di sicuro non è italiano, e siccome si tratta sempre di un gioco di gruppo, un gioco che con l'avvento di internet ha avuto il suo massimo boom, almeno in Italia, e di conseguenza un fenomeno sociale...e si sa bene della differenza adolescenziale e non che ci può essere tra i vari paesi, di sicuro son molto carini gli esempi tra virgolette, specie il secondo.

Innegabile che c'è sempre molto fascino dietro alla questione di chi si possa celare dietro al nostro compagno d'armi...per questo mi piace giocare ai MMORPG, in 4Story per esempio ero finito in una gilda di brasiliani eh!eh, tra l'altro pensavo che un tipo fosse italiano...e invece l'italiano lo studia...al contrario mio che italiano lo sono e studio portoghese!...l'altra sera giocando a Wakfu...l'ultimo parto di Ankama, famosa per Dofus, ero in party con un argentino e un colombiano...il primo di 16 anni, l'altro non so, che detta così si sa, è naturale che si possano trovare persone straniere, niente di più facile, ma proprio due sudamericani...e proprio nel server europeo, son piccole cose del fantastico mondo di ciò che sta dietro.

intanto Hash...tnx per la traduzione..io però, non so, sarà deformazione, ma in merito ai gdr avrei preferito le tue di considerazioni:-)

ciao ciao
Immagine
unghie di gatto

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: [GDR - DISCUSSIONI]10 consigli per giocatori e master

Messaggioda Hashepsowe » sab 6 giu 2009, 14:43

beh... l'articolo è uno spunto, uno stimolo per aprire una discussione in cui ci si possa misurare con quanto espresso da altri (per la cronaca: senz'altro l'accenno alla partita che non deve durare più di sei ore è riferito ad un gdr intorno ad un tavolo e giocato direttamente faccia a faccia tra master e giocatori).
Sono contenta che hai colto l'occasione per esprimere quel che tu ne pensi.
Chris Tavares Dias è un master americano esperto nel gdr da tavolo e online. Ho trovato il sito su cui scrive www.serenadawn.com di cui ho riportato il link (e che merita una visita per la qualità delle discussioni che vi si intrattengono), grazie alla community di Sesto Continente (che annoveriamo tra gli "amici" di Ashura tra l'altro), community grazie alla quale ho imparato moltissime cose riguardo al mondo del gdr (oltre naturalmente alla frequentazione ormai assidua del sito di dragonisland con cui siamo virtualmente associati)

Tavares Dias (a cui ho chiesto ed ottenuto licenza di tradurre i suoi scritti) ha scritto tutta una serie di articoli molto interessanti riguardo al mondo del gioco di ruolo, e dal momento che li sto traducendo per Sesto Continente e per Dragonisland e mi è parso interessante riportarli anche qui, proprio per dare uno stimolo di discussione. In futuro andrò ad aggiungere altre parti man mano che traduco.

E veniamo alla mia opinione.
Personalmente, prendo per buone le cose che ritengo essere applicabili anche al nostro giocare on line e in particolar modo sono assolutamente d'accordo sul fatto che nessuno dovrebbe mai permettersi di MUOVERE IL PG DI UN ALTRO. Non deve farlo il master e non lo devono fare i giocatori e questo secondo me è un principio sacrosanto che vale sempre e che è applicabile tanto al gdr che alla scrittura interattiva, passando anche attraverso la libera ruolazione.
E dirò di più: è una cosa che accade assai più di frequente nel mondo del gdr online che in quello del gioco faccia a faccia. E' la rete stessa che spesso porta a lasciarsi trascinare dall'entusiasmo del proprio estro narrativo e che talvolta induce ad equivocare e distorcere quanto da altri scritto e descritto. Ed è proprio per questa ragione che a costo di apparire noiosa, non smetterò mai di ripetere che è indispensabile leggere con attenzione tutto quel che gli altri hanno scritto, prima di intervenire a sproposito. Ci sono state parecchie incavolature anche qui da noi ad Ashura a causa di comportamenti di tal fatta e la stessa Jarsali ne fece a suo tempo le spese quando si ritrovò il proprio pg mosso da altri in maniera ben differente da quella che lei intendeva. Un altro caso poco simpatico scoppiò quando tal Saruman se ne andò a romper le uova a gentge come Astral e Gloria nei ghiacciai. E anche nell'ambito della zullica saga non sono mancate lamentele ed equivoci, che forse se tutti avessimo tenuto presente questa piccola regola d'oro (e se l'avessinmo inserita tra le regole generali di Ashura così come oggi di fatto è), avremmo potuto tranquillamente evitare.

Un'altra cosa che penso sia sacrosanta è la fiducia incondizionata che i giocatori dovrebbero nutrire nel master, il quale non deve naturalmente approfittarsene per spadroneggiare e per imporre il suo punto di vista sul "come si gioca", ma essere invece attento agli umori del party in gioco per cercare di accontentare un po' tutti e per essere pronto ad apportare eventuali modifiche al regolamento nel caso in cui ci si accorga di falle in esso che sbilanciano gli equilibri del gioco, falle che a lungo andare rischiano di demotivare i giocatori e non produrre il risultato auspicato da tutti e cioè un sano divertimento.
Per la medesima ragione trovo sia parecchio importante l'implicito impegno a non trasferire sul tavolo di gioco virtuale o reale che sia i propri malumori: meglio piuttosto saltare una sessione di gioco piuttosto che trasformarla in una rissa perchè ci sono capitate mille cose antipatiche prima di sederci a giocare!
E se nascono malintesi e discussioni, è importante cercare di discuterne e risolverle prima che incancreniscano e diventino motivo per mandare all'aria il gioco e seriamente incavolarsi ad ogni piè sospinto: si tratta sempre e pur sempre di un gioco e personalmente mi trovo proprio d'accordo con Tavares

E la mia opinione viene proprio dall'esperienza fatta con Kronall nel play by chat... ma non solo perchè certe dinamiche come dicevo le ho constatate anche con te scrivendo Aak-Zul e con Syon scrivendo lo scettro di Antheas e come owner del sito riguardo alla libera ruolazione quando prende la mano come nei casi alla Saruman...
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Torna a Giochi e GDR

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite