IL FEMMINILE IN VERSI LIBERI

Spazio dedicato alle disfide poetiche.
Regole del forum
Le disfide si svolgono secondo le regole indicate nel bando esposto nel forum delle News.
Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

IL FEMMINILE IN VERSI LIBERI

Messaggioda Hashepsowe » lun 8 mar 2010, 18:41

Immagine

Visualizzate il bando qui

Che la Disfida abbia inizio... e vinca il migliore!
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: IL FEMMINILE IN VERSI SCIOLTI

Messaggioda Hashepsowe » gio 11 mar 2010, 11:43

La mia anima è donna

Nell'acqua del pozzo io cerco la luna e le stelle,
riflessi d'antiche memorie,
che dormono il sonno apparente
della piccola morte del ciclo.

Le mie braccia di terra nera e profonda
portano frutti e doni, nel grembo fertile
di un corpo che non sente il peso degli anni,
millenari guardiani dell'illusione chiamata tempo.

L'aria mi avvolge e mi culla
nei voli pindarici della mente
che in sogno diventano veri.
Il fuoco ardente dello spirito
grida e solleva il suo tappo di fango
per guardare in faccia la luce.

Controcorrente anima solitaria,
cosa cerchi nel coraggio del tuo nulla?
Cerco di non smarrire la strada,
nel meandro tortuoso e suadente
della coscienza sociale.
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Cittadino Ashuur
Avatar utente
Messaggi: 44
Iscritto il: ven 3 lug 2009, 16:26

Re: IL FEMMINILE IN VERSI LIBERI

Messaggioda Feanor » gio 11 mar 2010, 13:53

MAREA
Marea sfuggente il tuo corpo
che sinuoso come un serpente
mi avvolge in spire d'incanto.
Ti precede un profumo di miele e di pane:
la culla e il letto, il riso e il pianto.
Non al tuo solo corpo innalzo bandiera,
ma al tuo cuore, all'anima ed anche alla mente,
che acuta mi insegna dove nasce il tramonto.

Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 454
Iscritto il: ven 30 mag 2008, 16:33
Località: America

Re: IL FEMMINILE IN VERSI LIBERI

Messaggioda Turpino » lun 15 mar 2010, 10:11

Ammetto che non ricordo se già postai questo scritto in qualche forum, in ogni caso se sì provvederò a rettificare:-)
Saluti!


Dedica 4

è sufficiente il tuo viso
che non sorride mai
minuto fiore grintoso
a far tremar il mio riso
occhi neri
troppo grandi per le mie parole
Immagine
unghie di gatto

Emigrante
Avatar utente
Messaggi: 11
Iscritto il: dom 14 mar 2010, 13:00

Re: IL FEMMINILE IN VERSI LIBERI

Messaggioda Fyerdost » lun 15 mar 2010, 19:46

Virtù ninfale

È il più nobile di tutti quel purpureo fiotto
che trangugia lenta la mia sedotta penna
quale oplita valente su un campo di guerra

poiché l'amore di colui che ancora brama
ogni tuo piccolo cenno è così violento
come il getto che il suo nudo corpo disseta
fra mille carezze di docili creature d’acqua;

sfiorata la propria guancia come una ferita
al semplice tocco di straordinario incanto,

morsa la carne dall’adunco becco di rapace
al semplice protender di labbra, in segno d’un bacio,

come incendiata la mente nelle fucine di Efesto
sotto le percosse d’incudine e martello,
finché stride e urla il metallo sotto i suoi colpi
nel forgiare in quel buio antro un cocente delirio.

Tale è la funesta magia d’una Ninfa
la cui passione non vien corrisposta.

Di fronte a tal sortilegio,

vorrei fluire come pieghe in quel rorido letto
presso il tuo umido fianco, a mo’ di calice
perché io raccolga d’ogni tuo spasmo i tenui singulti
quali pudichi boccioli appena stropicciati dall’alba;

codesti affluenti io comando al pari di Poseidone
trainato da possenti ippocampi, con muso duro,
oltre la superficie del mare Egeo
poiché signore delle acque,

carezzando ogni tuo lembo di pelle condita,
ogni tua madida perla nelle forme di labbra
altresì soffregate dal tocco degl’anemoi gentili
onde il proprio emisfero complice riflette
di quell’arcadica bestia, gl’occhi cerulei.

Resisti al mio ardore di eterno poeta
cosicché io possa della tua femminilità
ricucire ogni lacero tessuto
divelto con una penna dal bieco aculeo
poiché, oh Psiche, venefica è quella linfa
che il tuo ninfale orgoglio stilla poco a poco
lungo il trasparente peplo dai ricami d’argento;

primo a resistere sarà il tuo piglio audace
onde il buio cela l’origine della propria colpa
d’indomita serva d’amore,
fino a lenire al protrarsi dell’Ombra
di ogni gravida doglia la nascita di un frutto acerbo;

ed io, un sol morso darò a quel frutto proibito
finché l'albero non si pieghi alla nuda illusione!

Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 78
Iscritto il: mar 27 mag 2008, 17:05

Re: IL FEMMINILE IN VERSI LIBERI

Messaggioda Syon » mer 17 mar 2010, 16:34

Sogno donato da Dio o Inferno di ogni certezza?





(io ci ho anche pensato ma l'unica cosa che posso veramente dire riguardo al femminile e` rappresentata dal punto interrogativo finale :) )

Emigrante
Avatar utente
Messaggi: 22
Iscritto il: lun 4 mag 2009, 15:38
Località: Verona

Re: IL FEMMINILE IN VERSI LIBERI

Messaggioda Davamros » mar 30 mar 2010, 13:04

Ammetto che la mia è una poesia un po' debole, povera e molto semplificata! Purtroppo scrivere su "indicazione" di qualcun'altro mi viene particolarmente difficile anche perché come poeta non sono mai stato un granché. Mi sono spremuto le meningi abbastanza, ed ancora non ne sono venuto fuori con un'idea che convinca(soprattutto me). Comunque sia, non si partecipa per vincere, ma per divertirsi. E se la mia poesia vi farà venire la nausea, ben venga! :D

Prima di scriverla ci terrei a precisare(a chi non sarà in grado di comprenderla) che anche se sembra una dedica ad una una persona è molto di più: è una dedica alla donna, i cui pregi e piccoli difetti possono essere simbolizzati dai fiori(pregi come la passione, semplice bellezza, amore materno ecc...ecc.). Ho usato un nome semplicemente perché usare il sostantivo "donna" o "femmina" mi suonava male.
La sfida consisteva in versi sciolti al femminile, e penso di aver esaudito i requisiti. Se invece ho sbagliato approccio e pensate che mi allontani dalle vostre richieste comportatevi come da regolamento.


Un fiore, Irenka

Guardo il Cigliegio fiorito,
in primavera di rosa scandito,
e penso al tuo aspetto,
ai lineamenti graziosi,
Un sogno offerto
ad occhi affamati e curiosi.
Oh, Sensuale Irenka.

Guardo il bianco Callo scoperto,
nel cielo liquido che veloce scorre,
riempi il mio animo deserto,
attraverso un tuo ritratto perfetto
che bellezza s'impegna a riprodurre,
semplice e raggiante.
Oh, Bella Irenka.

Guado il Melograno scarlatto,
che cresce e dolci frutti dona,
osservandoti il mio cuore s'abbandona,
ad una passione che mai aveva provato.
Regalami un solo tuo sguardo,
amore ardente, amore scatenato.
Oh, Passionale Irenka.

Guardo il Cuculo nascosto,
sulla Terra dal cielo bagnata,
un'enigma non ancora stemperata,
permani mistero imprevvisto.
Non scioglire mai quest'incanto,
che a te mi tiene accanto.
Oh, Sofisticata Irenka.

Guardo il Potentilla luminoso,
Le cui foglie lentamente si chiudono
a proteggere il fiore fragile,
come un genitore premuroso
davanti a un figlio gracile,
i tuoi gesti quanta forza nascondono.
Oh, Madre Irenka.

Guardo il Bucaneve puro,
che dal manto bianco appare
a dar speranza alla nuova stagione,
una primavera più dolce,
una primavera più vitale,
per curar tutti i mali sei essenziale.
Oh, Vitale Irenka.

Il più bel fiore sei tu!

Torna a LE DISFIDE DELLA FENICE

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite