[Votazioni]Sesta Disfida Poetica

Spazio dedicato alle disfide poetiche.
Regole del forum
Le disfide si svolgono secondo le regole indicate nel bando esposto nel forum delle News.

Quali opere ti piacciono di più tra quelle della sesta disfida poetica? Puoi votarne al massimo tre.

Sondaggio concluso il sab 14 gen 2012, 20:44

Tra i monti di Turpino
2
11%
"Sei Haiku per intrattenere" di Elyse
4
22%
Suθi di Finn
7
39%
Il Pololo del Lago che Sussurra di Hashepsowe
3
17%
Cuore di Tenebra di Syon
2
11%
 
Voti totali : 18
Owner Ashura
Avatar utente
Messaggi: 80
Iscritto il: mar 27 mag 2008, 16:56

[Votazioni]Sesta Disfida Poetica

Messaggioda Fenice_Ashura » mer 4 gen 2012, 20:44

La Sesta Disfida Poetica "Heroes of Dragons" è giunta al termine, mentre la giuria delle Edizioni della Sera è al lavoro per decretare il vincitore della selezione poetica abbinata a questa disfida.
Ora anche ad Ashrua è tempo di votare per assegnare la Penna della Fenice all'autore della composizione che risulta più gradita.
Possono votare tutti gli utenti iscritti di Ashura (anche se non hanno preso parte alla Disfida) ed assegnare un massimo di tre preferenze alle composizioni in gara.
Ricordo che il vincitore della Disfida riceverà in premio l'antologia poetica "in punta di penna per non disturbare" di Lunastella, a meno che non si tratti della medesima persona identificata come vincitore delle Edizioni della Sera, nel qual caso l'antologia di Lunastella sarà assegnata al secondo classificato della disfida ashura.
Per comodità di lettura, riportiamo in spoiler le composizioni:

Spoiler: show
Tra i monti - di Turpino
Tra i monti c'è una rana
un giorno incontra un piccolo procione
ella è convinta di questo, che sia un procione
di certo c'è un campanellino che unisce i sorrisi
il sorriso della rana e del piccolo procione
poi i due si lasciano
e non si rivedranno mai più


"Sei Haiku per intrattenere" - di Elyse
Fuoco e lapilli
nella tana del drago,
urla d'orrore.

La mano stanca
del guerriero armato
sfida l'onore.

Il mago Nero
trama nel suo antro oscuro:
incantesimo.

Specchi e lanterne
nelle stanze segrete,
la dama attende.

Il dolce canto
che dal bosco proviene,
note leggiadre.

Mano di fata
sulla culla si posa:
benedizione.

Suθi * - di Finn
Ho scoperto un tempio nero
alto di colonne tradite:
luce perduta nei secoli.

E nel mistero onirico
ne ho percorso i sentieri
tra i grigi ulivi fossili.

Un’etrusca reminescenza
traspare muta d’oscurità:
il triste sorriso di Veio.

Osservo strade congiungersi
e labirinti spalancarsi
punti cardinali unirsi.

Canali di acque aride
trasportano ombre mortali:
i figli degli dei caduti.

Al mio fianco l’Angelo rosso
parla di profezie compiute
e di palmi insanguinati.

Penso ai segreti della terra
ai culti sepolti dal tempo
e agli umani ignari.

Una porta richiama l’altra
nel viaggio interminabile
tra i guardiani e le spie.

Il mio respiro è la chiave
per aprire agli spiriti
lo spiraglio verso il cielo.

* “Tomba” nell’antica lingua etrusca.

Il Popolo del Lago che Sussurra - di Hashepsowe
Stanno morendo gli antichi guardiani,
lungo il sentiero che all'antro conduce,
ma questi miei passi non sono vani,
se l'occhio si abitua, piano, alla luce

di questa penombra verde smeraldo.
Tra le bianche stalattiti e i cristalli,
l'antro mi accoglie, nel suo ventre caldo.
La bruma sottile impregna i capelli.

Nel riflesso del lago evanescente,
figure capovolte e sinuose
mi osservano dal fondo trasparente.

Chiacchiericcio di voci melodiose,
sussurro di speranza nella mente:
dai corpi morti già nascon nuove rose.

Cuore di Tenebra - di Syon
Figlio di un mondo robotico immerso nel cuore selvaggio.
Piglio da conquistatore. Acclamato e riverito, godi e consumi a piene mani.
Nessuna domanda. Nessun bisogno di risposta.

Il cuore selvaggio ha sue regole definite,
entra nello spirito e rode l'anima.
E nel goder e consumar la vita crolla il freno della tua cultura.

Le radici son radicate, cresciute in te da quando lasciasti il seno
ma l'istinto del tuo essere passato ha forza che il tempo non ha sopito.
E` il cuore selvaggio che ti prende, conquista il tuo corpo ed ogni certezza travolge.

Il Cuore selvaggio ha sue leggi, ti guarda,
prende prima il tuo corpo poi sveglia la furia ridendo.
E mentre la vita scorre finisci nelle sue mani.

Nessuno comprendera` mai il cuore di tenebra
senza essersi immerso nella sua splendida oscurita`
il tuo corpo ne beneficia il tuo animo si spezza.

Rimani in un limbo tra cio` che eri e cio` che devi essere.
La furia ti trascina, la ragione ti trattiene sussurrando
la paura di non poter entrare laddove la mente non riesce ad arrivare.

Hai un freno dentro lo lasci e scivoli nel mondo selvaggio
ne diventi parte senti il tuo barbaro istinto gioire, sei parte di esso;
lo tiri con la forza della ragione e tutto ti appare straniero.

Capisci che non potrai mai dominarlo, perdi sicurezza, cresce la paura.
La tua anima ti giudica con gli occhi di una morale ben radicata in te
una morale che non abita nel cuore selvaggio.

Un nuovo mondo lo senti dentro e il cuore selvaggio ha un fascino antico
oltre il confine sei sua proprieta`. Mal d'Africa lo chiamano.
VIta!!! vibra il tuo corpo, correndo libero. "Che Orrore! Che Orrore!" chiosa la tua anima.
Dalle mie stesse ceneri, se muoio, rinasco!

Owner Ashura
Avatar utente
Messaggi: 80
Iscritto il: mar 27 mag 2008, 16:56

Re: [Votazioni]Sesta Disfida Poetica

Messaggioda Fenice_Ashura » mar 17 gen 2012, 1:45

La Sesta Disfida della Fenice termina con la vittoria del nostro Finn che si aggiudica la Penna della Fenice, MA....

...trattandosi del medesimo vincitore della Selezione Poetica delle Edizioni della Sera, l'antologia poetica di Lunastella passa al secondo classificato e cioè.... la fatina ELYSE!
Dalle mie stesse ceneri, se muoio, rinasco!

Torna a LE DISFIDE DELLA FENICE

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite