AMORE, AMOR

Proponete le vostre opere poetiche e commentate quelle degli altri.
Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

AMORE, AMOR

Messaggioda Hashepsowe » gio 26 giu 2008, 22:47

Le poesie dell'Amore
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 304
Iscritto il: gio 29 mag 2008, 18:47
Località: Moortower presso Karen's Wood

Re: AMORE, AMOR

Messaggioda Elyse » gio 17 lug 2008, 20:25

Un giorno nell’eternità
vestiti di tempo
c’incontreremo.
Lasceremo scorrere
il tempo
lento e stanco.
Misteriosa entità.
Gioiremo,
danzeremo,
ci uniremo,
ricordando
i nostri giorni,
il nostro momento
racchiuso ormai
nell’eternità.
*Elyse*
Amazzone Fata

Immagine

"Il vostro animo è riflesso nel mio Specchio"

Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 304
Iscritto il: gio 29 mag 2008, 18:47
Località: Moortower presso Karen's Wood

Re: AMORE, AMOR

Messaggioda Elyse » gio 24 lug 2008, 11:50

PAROLA

“Posso ancor credere
nella parola amore,
se ho conosciuto
colui che
l’ha privata
del suo significato?
E’ la parola mancante
nel racconto
che non ho mai letto.”
*Elyse*
Amazzone Fata

Immagine

"Il vostro animo è riflesso nel mio Specchio"

Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 284
Iscritto il: gio 3 lug 2008, 12:40

Re: AMORE, AMOR

Messaggioda Finn » ven 25 lug 2008, 11:24

Di passione nuda

Crocifisso sul cristallo variopinto
dei tuoi occhi d’ametista artificiale
sento gelido freddo attraversare
la mia schiena di passione nuda
Di passione nuda

Il tuo calore diviene necessario
come equilibrio sopra al dirupo
come il respiro del cuore del cosmo
sulle paludi dalla notte soffocate

M’agito nottambulo sul corpo
cieco nell' istinto che dirige
il muto cercarsi senza meta
oltre il confine della logica

Mi chiedo dove conduca la via
del morituro appagamento:
come un brutale nubifragio
che distrugge senza costruire
tha am foghar ann

Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 304
Iscritto il: gio 29 mag 2008, 18:47
Località: Moortower presso Karen's Wood

Re: AMORE, AMOR

Messaggioda Elyse » mer 16 dic 2009, 22:04

OMOIDE*

Difficile
è spogliarsi
del tuo ricordo.
Affinchè ci sarà
la memoria,
affichè esisterà
il muto dialogo
degli amanti
sotto la luna.


* ricordo.
*Elyse*
Amazzone Fata

Immagine

"Il vostro animo è riflesso nel mio Specchio"

Emigrante
Avatar utente
Messaggi: 22
Iscritto il: lun 4 mag 2009, 15:38
Località: Verona

Re: AMORE, AMOR

Messaggioda Davamros » gio 17 dic 2009, 0:39

Sogno te

Sogno Te
Nella notte fredda, priva di stelle
Sogno Te
Ad occhi aperti
E perdendo il senso della realtà,

Perchè mai ti ho detto
quel che avrei voluto dirti,
quel che avrei dovuto dirti,

Sogno Te
e le mie labbra tremanti,
che ti dedicano più delle semplici parole,
Sogno Te
che mi ascolti mentre ti dico che ti amo,
e sorridi lusingata, estasiata,

Perchè mai ti sono stato vicino
abbastanza a lungo, da permettere
alle parole di raggiungere le mie labbra,

Sogno sempre Te,
un immagine sfuggente,
tuttavia così limpida,
Sogno,
di poter sognare all'infinito.

Perchè mi sei vicina
e così lontana,
mi conosci,
ma non sai nulla di me!

Continuo a sognare,
Perchè senza questo sogno,
ho paura di restare
completamente solo.

Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 454
Iscritto il: ven 30 mag 2008, 16:33
Località: America

Re: AMORE, AMOR

Messaggioda Turpino » gio 17 dic 2009, 16:44

Anch'io anch'io...che il forte vento zeneize mi ha spinto a stender nuovamente scemenze...e ogni tanto fa bene...vedi un certo localino sotto un certo teatrino...

DODICI QUARTI


ti parleranno le mie mani
e ti guarderò con le labbra
poichè il tuo nudo corpo
è il buoio ai miei occhi
e io desidero non vederti
perchè voglio respirarti, come aria
tu l'affanno, io il sudore
ed è già mezzora che è solo amore


abbiate pazienza...
Immagine
unghie di gatto

Ashuur Affidabile
Avatar utente
Messaggi: 86
Iscritto il: mar 19 gen 2010, 19:00
Località: Tilietum Septemtrionis (PD)

Re: AMORE, AMOR

Messaggioda Nolorin » mar 26 gen 2010, 15:47

Nel Mezzo di un cartaceo mar
Lo studioso osserva
E legge e scrive e compone.
Fogli e penne, stili e tavole
Son tutti in agone
“cosa mai gli serva?”
E tornano il proprio turno a sognar.

Ha Latin cominciato ad esaminar
Storia doman la farà
Greco già l’ha passato
Le di Ovidio Mutazioni legge.
Tanto ha il dio amato
Ciòcche dicatogli sarà
Dafne ninfa in pianta mutar.

Triste pel dio e l’amor funesto
Lo sguardo alza lui,
che legge leggende
e l’occhi pone sul giardino
un mondo lì s’apprende
fuor de’ balconi suoi…
E’ d’Allor forse l’arbusto là visto?

Subito verso la pianta svelto
Un odor brumoso
l’arrivato accoglie
Delicato e sicuro la pianta accarezza
L’Amor il poeta coglie,
impreparato e uggioso.
Questo per non cader ha divelto

Un ramo dalla pianta ha diviso
E’l mondo suo di nebbia
Diventa, trista nebbia,
che perder fa la via al viaggiatore.
Caduto pel dolore
inflittogli d’Amore
Lo studente vede di donna il viso.


Viso di donna lui vide , resto
Caduto tra l’erbe, lì
“Alzati” dissegli Amor
“Perché in terra stai, amoroso amico?”
“Sogno o son desto, or?
Che ci faccio io qui?”
“Non sogni, ma desto. Alzati su presto!”

“Io il campion rosso sono, il combattente.
La dama che vedesti
Sogno non fu, ma vera
Vision di dama nel legno chiusa.
Ella rinchiusa spera
Liberarla potresti
Da natural pregion con arti attente.”

“Com’io potrei lei liberar?”
Chiese lo studente
Di magia poco sapiente:
“Io non mago, non un Dio sono
All’armi son straniero,
non son un guerriero.
Com’io potrei lei liberar?”

“Amico non ti crucciar. T’aiuterò.
Magia possente ho io,
a tutti fo’ pagare il fio
Non ti crucciar. Tu ‘l Lauro avrai
Magia d’amor imparerai
E l’amor conquisterai.
Il campion rosso son: Tant’armi ho!”

“Non fidarmi par assai lecito qua
Sogno qua, sicuro son
Non odo alcun son.
Datemi ago o pizzico ch’io mi svegli tosto.”
Donagli Amor gran sberla:
“Tieni perché non sparla:
la mente non abbandoni l’ingegno che ha.


Vedi che non dormi? Che sveglio sei?
Gocce rosse dal naso
Come fonte del parnaso,
scesero allo studioso:”Dimmi che far deo”
“Pensa alla tua vita,
pensa alla tua vita.
Non far null’altro che questo dei.

Com’essa è mi dirai. Rifletti finchè
Cosa manca se c’è
per esser completo te”
Compresolo aveva già da assai tempo,
il solitario om sapiente,
solitaria bestia docente.
Sempre pensato avea all’amor per sé.

“E allor cosa blocca te, amico mio?”
“Se tu m’aiuterai
Incantesimo farai
Come al figlio di Zeus e alla del fiume figlia
Non mie forze, non me
Amerà la donna mia, ma te
Ch’incantesimo facesti. A me pagar farai il fio”

“Cosa dunque tu vuoi, oh studioso?
Forse che non apprezzi
L’incantesimo ch’ognun serra.
Ti porgo questa rosa. Come passion rossa
Se vuoi l’amor afferra
Se no la fai a’pezzi
Sonti davvero così tanto odioso?”

“Poiché soffro nel mio sofferente amor.
Sì odioso mi sei
Ch’Amor m’arde ognor.
La rosa non colgo né distruggo.
Sol la vita liberar vorrei
Non per me ma per lei.”
E com’apparso gl’era scomparv’Amor.


Scomparv’Amor com’apparso gli era
E lui svenne celermente
Con di vita ripudio.
E l’om studioso svenendo cadde.
Svegliòssi in studio
Sì improvvisamente
Che vision vera aver visto spera.

Svegliòssi lo studioso sopra il libro
“sognai?” domandòssi
Lesse l’ultima riga
“e’l Lauro sembrò annuire scosso al vento”
Guardò fuor di finestra
Il Lauro e la rosa in riga
“Or la penna cerco e poesia vibro”

Prese la penna e prese il foglio
Inspirò ma non riuscì.
Di nuovo riprovò.
Ma niente, omai Musa non parlava.
Non tra i fogli trovò
Amor . Allor uscì
E raggiunse ‘l Lauro quasi spoglio.

“Che successe? Che scempio! Chi fu l’autor?
Perché il lauro tagliòssi?
Non così di finestra
Sembrava”. Iniziò a pianger.
Con lacrime amare
Il tronco accarezzòssi
Ma’l vento portò via foglie con clamor.

Ahi! Lauro mio! Chi fu l’autor? Chi osò?
Le foglie secche e perse,
i rami rotti hai.
Chi mai? Chi mai fece ciò?
Rispose voce:” Sai
Amor davanti mi s’erse
E grazie a lui or libertà ho”


“Ma allor chi tu sei? Omo o donna?
Lauro namata son
Chi sei tu omo villano?”
“Io non villan, cortese spero d’esser.
Dal ver sei lontano
Studioso son…
Studioso forse, sapiente poco, donna.

Ma, Musa mostrati al mio sguardo”
E donna bruna vide
Con pelle d’alabastro
Occhi scuri, luminose perle nere.
Lucenti lumi d’astro.
E labbra sempre fide
”E’ per te ch’io così ardo

Amor mostròtti poco tempo pria
Sei tu Lauro questo
Ch’ora è tristo e morto?
Sei tu ch’eri quaggiù presa?
In questo malvagio orto?
Chi ti liberò? Un foresto?
Resta meco. Parla. Non andare via…”

“Ti dissi io non Lauro Laura son.
Sentii om ad Amor
D’amor si ben parlar…”
“Son io il viro ch’ad amor dichiarò:
L’om donator d’amor
Sa nulla chieder ma donar.
Così parlai ad Amor. Così io son…”

Se davver tu lo sei cosa Amor donò
A te mentre tu parlavi?
L’hai or con te ch’io la veda?”
L’om tastòssì il petto
Spini sentì sul cor
Rosa Rossa v’era.
“E’ questa ch’Amor mi donò.


Ecco ciò che chiedi Vermiglia Rossa Rosa
con l’inizial d’Amor
ecco a te ch’ascoltavi.”
Vicin a loro una voce tonò.
“A te ch’amavi
Pria di conoscer il cor
Ch’avrebbe amato ciò ch’in te riposa.”

Un fulmine cadde vicin agli sfidanti.
Amor era, lo stesso Dio
Che anche lor il fio
Gli pagassero. Repentinamente
Amor i duo cor scambiò
E presto l’un l’altra amò.
E d’allora furon per sempre amanti

Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 78
Iscritto il: mar 27 mag 2008, 17:05

Re: AMORE, AMOR

Messaggioda Syon » ven 19 feb 2010, 16:25

Alla mia bimba

Il tuo piccolo faccino
Illumina il mio assonnato mattino,
riempie il mio cuore,
m'irradia d'amore.

Ashuur Affidabile
Avatar utente
Messaggi: 86
Iscritto il: mar 19 gen 2010, 19:00
Località: Tilietum Septemtrionis (PD)

Re: AMORE, AMOR

Messaggioda Nolorin » lun 22 mar 2010, 16:10

Per trovar magari
colei ch'alla mia poesia
possa portar vanto
per questo, io triste canto

Per questo scrivo versi
indegni d'ogni sguardo
che di parlano di come ardo
e di come a sapersi
soli il cuor brucia
e sangue ghiaccia

Ah!! Cotal dama esistesse
che come suo vassallo
completamente mi onorasse
Spero di non far fallo
nel riporre le mie speranze
in queste umili stanze


L'ho scritta un po' di tempo fa prima ancora de "lo Studioso e 'l Lauro"... Diciamo che il problema non sussiste più... A buon intenditor poche parole!!! ;-) ;-) ;-)

Prossimo

Torna a Le Poesie degli Ashuur

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite