AWEN: la Forza dell'Immaginazione

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

AWEN: la Forza dell'Immaginazione

Messaggioda Hashepsowe » mer 26 set 2012, 0:25

Apriamo questa nuova sezione del forum con un articolo dedicato proprio al simbolo che ho scelto per rappresentarla.

AWEN... parola mitica e mistica... parola magica!

Seguite questo linkper leggere l'intero articolo.


Possiamo - se volete - parlarne qui.
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Ashuur Saggio
Avatar utente
Messaggi: 846
Iscritto il: dom 25 mag 2008, 14:58
Località: Roma

Re: AWEN: la Forza dell'Immaginazione

Messaggioda Kronall » dom 7 ott 2012, 13:50

Molto interessante e la leggenda correlata mi è piaciuta...

Sarebbe opportuno approfondire la parte dedicata alla seconda tipologia di Awen, quella più legata alla riscoperta delle verità perdute... anche perché elementi come questi devono essere inseriti nella nostra ambientazione, a mio modo di vedere, magari rielaborandoli come facciamo di solito, oppure introdotti così come sono.
"Bisogna superare il confine della violenza individuale che è crimine, per arrivare a quella di massa che è storia!" - Faccia a Faccia, 1967

KRONALL

Ashuur Staff
Avatar utente
Messaggi: 1304
Iscritto il: lun 26 mag 2008, 9:21

Re: AWEN: la Forza dell'Immaginazione

Messaggioda Hashepsowe » mar 9 ott 2012, 23:52

Se leggete i resoconti dei miei due viaggi a Glastonbury, vi scoprirete ben più di un accenno al secondo tipo di Awen.

Possibili definizioni ascrivibili al secondo tipo di Awen (il primo tipo è comunque sempre compreso anche all'interno del secondo):
Lo spirito che si trasforma, in virtù della Conoscenza.
La Conoscenza che non può esser tale senza Esperienza.
Esperienza che parte da un movimento a spirale che rammenta quello degli astri intorno al sole e sul perno del loro stesso asse. Moto che penetra nel più profondo mistero del cosmo: il Vuoto, da cui tutto ha origine e a cui tutto ritorna.
Il Calderone simboleggia di fatto il Vuoto, il nucleo primigenio in cui sono presenti contemporaneamente tutte le probabilità che potrebbero manifestarsi nella nostra realtà e tutti i futuri possibili.

Il seguito della leggenda narra infatti come, per sfuggire all'ira della Dea, Gwyon Bach si trasformi in lepre, in pesce, in uccello e in seme, mentre Ceriddwen lo insegue come levriero, come lontra, come aquila e infine come gallina che inghiotte il seme e ne diviene gravida per poi dare alla luce - dopo i nove mesi di gestazione - l'Uomo Nuovo.
Dopo aver nutrito nel suo stesso corpo quella creatura, la Dea non avrà il coraggio di uccidere il neonato e lo affiderà ad una sacca di cuoio che, gettata tra le onde del Grande Mare, trasporta il neonato - per altri nove lunghi mesi oscuri - fino alla trappola per salmoni di Ellfin, un uomo fino ad allora molto sfortunato... che trovando il piccolo in luogo del pescato lo adotta e lo alleva come un figlio amatissimo, e grazie a questo gesto ed alle virtù del figlio adottivo, anch'egli potrà trasformare la propria esistenza da sfortunata in fortunata.

Forse qualcuno noterà che le Metamorfosi passano attraverso gli elementi primordiali presenti in natura: terra, acqua ed aria e che ciascuno di essi caratterizza un passaggio, un insegnamento, un atto evolutivo verso l'ottenimento dell'Awen. Nascita e Rinascita, esperienza e trasformazione. Fuoco al centro per ardere e trovare nuova forma.

La leggenda di Taliesin è di fatto un vero e proprio messaggio in codice che gli Antichi hanno lasciato per tramandare ai posteri i passaggi salienti dell'esistenza e le diverse trasformazioni che un essere subisce prima di giungere alla realizzazione del Se, nella completezza radiosa dell'illuminazione... ecco... in qualche modo l'illuminazione di cui ci parlano le filosofie orientali può essere in qualche modo assimilabile all'Awen...
Di solito nessuno riesce a raggiungere e mantenere un tale stato a lungo, ma tutti talvolta abbiamo dei lampi di luce che ci danno l'impressione di pervenire ad uno stato di comprensione profonda che quasi ci fa distaccare da terra... e volare come si vola nei Sogni... ma l'attimo dura per l'appunto soltanto lo spazio di un respiro e la comprensione stupenda svanisce per lasciar nuovamente spazio al dubbio, all'inquietudine e alla paura e a tutta quella ridda di emozioni e sentimenti che sono propri della nostra dimensione umana.

Anche l'arte che trasforma i pensieri in parole è parte integrante dell'Awen... e molte storie di Ashura traggono ispirazione da leggende e storie che provengono dal patrimonio spirituale e culturale tipico del druidismo.
Sono ciò che gli altri vogliono vedere in me!

Torna a VIAGGI, MAGIA DEI LUOGHI E SPIRITI ANTICHI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite