"Poema" fantasy

Rispondi
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

slaunidom 6 set 2020, 19:35

Granodoro ha scritto:"Se vi entro è risaputo:
per sempre sarò perduto!"
Questo significa che un morto che è uscito dal Regno dei Morti non può entrarvi ed uscire a piacimento, così come non può un vivente.
Il cavaliere ha sicuramente faticato per uscirvi e non vorrebbe ritornarvi senza aver prima raggiunto il motivo per cui ne è uscito.
E comunque se davvero fosse così il nostro mondo sarebbe per intero un antro oscuro dove i non morti potrebbero ogni prepotenza nei confronti dei mortali... cosa possibile forse solo nell'Antro se pensiamo ad Ashura

Mi dispiace, ma la visione di Hashepsowe dove i morti possono andare e venire dall'oltretomba a loro piacimento contraddice quello che è stato appena scritto. Se tutti i morti entrassero ed uscissero a piacimento che senso e che potere ha le negromanzia di Rugantino? Nessuno!

Prima di andare avanti bisogna risolvere questa contraddizione.
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

Hashepsowedom 6 set 2020, 21:45

Ok ho modificato il mio brano come segue:
Or l'amico resta muto,
fuor da oscura dimensione.
Granodoro ha riflettuto
prima di fare l'azione?
"I mannari li rifiuto!"
dice a mo' di spiegazione.
"Non va perso nei ricordi,
chi non oltrepassa i bordi!"


Le parti grassettate sono quelle che ho cambiato. Così, tenendo conto del precedente monito che rammenta che chiunque entri nell'oltretomba sarà perduto, Granodoro e socio ne rimarrebbero "ai bordi" cioè ancora "fuor da oscura dimensione".
Chiaro è che a questo punto - dopo avervi fatto precipitare i mannari - occorrerà richiudere al più presto possibile il portale onde appunto evitare di esserne fagocitati restando perduti per sempre.
Credo che a questo punto non vi sia più alcuna contraddizione e che il buon Finn possa andare avanti...
slauni... dimmi solo se ti sta bene come ho risolto la contraddizione... o se preferisci che io riscriva tutto quanto andando a descrivere diversi sviluppi della faccenda.
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

slaunilun 7 set 2020, 10:13

Ti ringrazio! Mi sembra più coerente ora. Per me vanno benissimo le modifiche.
Esattamente come dici, Granodoro ha giocato di astuzia facendo precipitare nell'oscura dimensione i licantropi, per liberarsi di loro, ma non vorrebbe certo entrarvi nel luogo da cui è dovuto uscire con sforzo immenso.
Quanto poi all'idea di rimanervi ai "bordi" per passare da un luogo all'altro potrebbe essere una cosa fattibile, ma sicuramente rischiosa per lui e per lo spirito del fratello che è con lui. Se la morte li notasse decisamente li prenderebbe per non restituirli mai più.
E poi ci tengo a ricordare che lui si è costruito un corpo con i resti di ciò che giaceva nella sua tomba (si manifesta come una nera armatura vivente), mentre il fratello, stando a ciò che abbiamo scritto finora è semplicemente un fantasma incorporeo.
Dettagli che possono essere utili per non entrare nuovamente in contraddizione.

Spero di non aver mandato troppo all'aria le cose, ma mi sembrava doveroso comunicarlo subito, prima che Finn scrivesse, a rischio poi di dover correggere magari molto di più. Grazie ancora! :D
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

Finnven 2 ott 2020, 12:47

Sta a te vero, Slauni?
Il mio intervento ti ha spiazzato? :oops:
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron