"Poema" fantasy

Rispondi
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da Finn » mar 12 mar 2019, 20:11

Tocca a Slauni vero?
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da slauni » mar 12 mar 2019, 22:47

Yes! Tocca a me 😀

Allora continuiamo così, sperimentali e diretti? Tutti d'accordo per l'esplorazione della tomba del cavaliere con finale del canto teso al cambio di scenario mediante uso del calderone? L'argomento è molto ampio e lascia una discreta libertà di composizione... Proprio per questo non aggiungerei altro, perché mi è piaciuto scrivere in modo immediato, lasciandomi ispirare da chi ha scritto nei post precedenti, senza sapere troppo di cosa andrò a leggere o a scrivere. Ma se qualcuno vuole aggiungere altri punti alla trama, così da avere un'idea più precisa di quale personaggio, evento o circostanza troveremo all'interno della tomba, questo è il momento giusto per i suggerimenti.
Altrimenti nel week end pubblico l'incipit del canto...
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da Hashepsowe » mer 13 mar 2019, 0:07

Io propendo per un'esplorazione "libera", nel senso che chi vuole e riesce durante il suo turno ad introdurre elementi utili per portare avanti la trama (=esplorazione della tomba del cavaliere in cerca di indizi sulla sua storia e sul suo nome) lo possa fare liberamente e chi scrive in sequenza DEVE tener conto di quanto scritto da chi lo ha preceduto.
Naturalmente ciascuno di noi ha il diritto ad una CARTA SORPRESA da introdurre nel corso del presente canto, MA l'esito della sua sorpresa (negativo/positivo) sull'andamento della trama è soggetto all'interpretazione della carta Ashura pescata dal detentore della SORPRESA. Interpretazione deducibile dalla stessa didascalia che accompagna ogni carta.

Ciò detto, un dubbio mi coglie in merito alla parte "tecnica" della prima stanza: si segue la medesima regola di aggancio assonante all'ultima riga dell'ultima stanza del canto precedente oppure - dacchè si riparte con un nuovo canto - chi scrive per primo è libero di proporre nuove rime congeniali al proprio sentire?
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da Finn » gio 14 mar 2019, 18:24

Concordo con quanto detto sulla trama: partiamo da lì (l'esplorazione della tomba del cavaliere con finale del canto teso al cambio di scenario mediante uso del calderone ) e poi seguiamo quanto ognuno scrive nell’ottava precedente.

Per la Carta Ashura: vediamo come va questo canto, sapendo che ognuno ha solo una carta da giocare a canto, ma che non è affatto obbligato ad usarla.

Per la rima e la metrica…. Se cambiamo l’impianto, salta tutto il poema… diventa una prosa come ne abbiamo già scritte tante… su questo io sarei rigido.
Cosa ne dite?
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da slauni » gio 14 mar 2019, 19:37

Certo che restiamo in metrica, l'unica precisazione è sul verso: non più endecasillabo, ma bensì ottenario (verso di 8 sillabe). Dato che usiamo la metrica e la rima, mi piacerebbe che fossero un po' più precise, comunque, non voglio nemmeno essere fiscale 🤗 va bene nei limiti di quello che riusciamo a scrivere...

Per quanto riguarda la trama leggo tra le righe dei nostri post anche un'altra esplorazione di cui non abbiamo parlato esplicitamente. Mi sento di aggiungerla subito alla nostra trama: quella del cavaliere oscuro.

Esplorazione della tomba del cavaliere e del personaggio con finale del canto teso al cambio di scenario mediante uso del calderone
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da slauni » lun 18 mar 2019, 19:00

Doppio post, ma credo siano doverose alcune spiegazioni. ;)
Ho introdotto il secondo canto con un post analogo a quello del primo, in cui ho riassunto in brevi punti tutto l'esito della nostra discussione di coordinamento. Qualora mancasse qualcosa, o qualcosa fosse errato, fatemi sapere che rettifico.

Sul numero delle strofe, mi è sembrato opportuno mantenere quello del canto iniziale: in fondo sono 5 turni per uno ed una strofa aggiuntiva per far sì che a rotazione tutti possano cominciare e concludere un canto. Mi piace molto anche questa cosa, come se alla fine a turno possiamo dare un'impronta un po' più decisa al canto che iniziamo e finiamo in modo circolare.

Infine, in risposta ad Hashepsowe, la rima del primo verso si riaggancia a quella degli ultimi due del canto precedente, come se non ci fosse interruzione, mi è sembrato più divertente così, ma non vuol essere un obbligo per i canti successivi. Scegliamo secondo gusto e necessità...

A voi la penna :lol:
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron