"Poema" fantasy

Rispondi
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

slauniven 1 nov 2019, 19:20

Scusatemi, in questa settimana non sono stato molto bene di salute (solo influenza stagionale) e quindi non ho avuto energie da dedicare al poema, ma conto nel week-end di recuperare e pubblicare la mia stanza. ;)
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

slaunidom 3 nov 2019, 19:33

Ok, ci sono!
L'idea è quella che per ogni viaggio del calderone la maga debba dedicarsi all'alchimia, distillando pozioni con esso. E quindi è importante saper dove siamo per capire quali ingredieneti trovare e quali pozioni miscelare.
Ad Hashepsowe la parola... anzi la rima ;)
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

Finnmar 19 nov 2019, 13:33

Direi che la maga alchimista si sia messa all'opera!!
A te Slauni!
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

slaunigio 28 nov 2019, 23:00

Scusate il ritardo, ma alla fine c'è l'ho fatta!
Sicuramente non serve una spiegazione per quel che sta per accadere nel poema, ma vorrei dedicare alcune parole a quel che non ho potuto esprimere nei versi... Un'ottava è lunga, ma breve.
Gli ultimi versi sono le parole del cavaliere, che pur essendo corrotto, mi piace pensare abbia ancora una natura profonda di paladino.
Un pensiero che lascia ancora tempo per capire come e quando la sua anima si è guastata.
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

Finnven 27 dic 2019, 12:41

Uh là la
La faccenda si fa seria...
e tocca di nuovo alla Sacerdotessa ciucchettona !! c :twisted:
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

Finnmer 15 gen 2020, 12:15

Cari Hash e Slauni,

mi sono piaciuti molto i vostri ultimi due sonetti ma devo ammettere che mi sono un po' perso a livello di trama.
Prima di proseguire, mi piacerebbe molto che facessimo il punto e quindi vi chiedo di rispondere, entrambi, brevissimamente a queste due domande:

1) mi dite in due righe i fatti della trama del canto che stiamo scrivendo fino ad ora?
2) mi elencate tutti i personaggi in gioco secondo voi?

Devo capire se siamo allineati.
Dopo le vostre risposte, potrò proseguire con più cognizione.

Grazie mille
Finn
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

Hashepsowesab 18 gen 2020, 15:10

Provo a tirare le fila della storia. Correggetemi se sbaglio.
Nella mia prima stanza troviamo il cambiamento di scenario: Hermosa e il druido sono stati teletrasportati nei pressi di un grande cipresso presumibilmente situato nell'Antro delle Anime di un tempo.
Nella seconda stanza, il druido si fa animo e, sotto allo sguardo impassibile di un leone di pietra, invoca lo spirito del calderone alchemico chiedendo quale sia l'offerta gradita per placare gli spiriti del luogo.
La terza stanza sottolinea il fatto che Donna Hermosa sa bene quali erbe distillare per creare il filtro di protezione e lo dice al druido, domandandogli per inciso in quale luogo siano stati teletrasportati.
A rispondere al suo quesito, nella quarta stanza, è lo stesso leone di pietra che oltre ad identificare il luogo con l'antro delle anime di un tempo, commenta che per placare la signora (=riferimento alla dama oscura cioè la morte), bisogna usare delle bacche rosse.
Nella quinta stanza, gli effetti della pozione rimestata nel calderone cominciano a manifestarsi con un peggioramento del clima e un funesto sentore di sangue.
Nella sesta stanza, mentre gli eventi precipitano, si ode una voce misteriosa che promette protezione contro i mannari che si apprestano ad attaccare il druido ed Hermosa.
Nella settima stanza identifichiamo la voce con quella dello stesso paladino defunto, almeno stando a quanto afferma lo spirito del suo "amato fratello" che evidentemente si è teletrasportato nell'antro insieme al druido ed alla maga.
Nella ottava stanza, lo spirito dell'amato fratello propone di accompagnare i nostri eroi al cospetto delle Norne affinchè si possa dipanare il filo del destino del paladino defunto e magari modificare il corso degli eventi per riscattare il suo passato.
Nella nona stanza qualcuno risponde all'amato fratello sminuendo quanto va dicendo e commentando come egli sia in realtà soltanto un lupo albino... probabilmente è quello l'aspetto che il suo spirito ha assunto in questo luogo. Chi parla potrebbe essere il leone di pietra, che sottolinea la maledizione che aleggia su tutto e su tutti coloro che si trovano nell'antro delle anime di un tempo e sottolineando come il mondo della speranza (di cambiare il fato) non sia reale ne realizzabile.
Nella nona stanza, Hermosa cerca di raccappezzarsi tra le opposte voci che disputano sulle possibilità della sorte e, alla fine, perviene ad una conclusione che ancora non rivela... una conclusione che dovrebbe rivelarsi utile per superare la prova e passare al prossimo cambiamento di scenario...

PERSONAGGI IN GIOCO:
Il Druido
Donna Hermosa
il gatto di Donna Hermosa
il Paladino decaduto il cui spirito ridestato dalle pratiche del druido pretende che i due lo aiutino a mondare il suo passato dalle macchie che tormentano il suo spirito. Si parla vagamente di sette spiriti ostili, ma di essi ne conosciamo finora soltanto 2 e cioè:
l'amato fratello, la donna tradita.
Nel secondo canto, troviamo poi il leone di pietra e un vago accenno alle Norne...
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

slaunisab 18 gen 2020, 17:03

Scusate se mi sono fatto attendere, ma avevo bisogno della lucidità del sabato mattina per rileggere e capire il canto ;)

Alla luce dell'intervento di Hashepsowe direi che fino alla sesta stanza siamo perfettamente allineati. Poi cominciano le prime divergenze: per ora sono dettagli, ma effettivamente se continuamo così possono divenire abissi... quindi meglio chiarire subito.

Trama
Al termine della sesta strofa la voce misteriosa che promette protezione contro i mannari che si apprestano ad attaccare il druido ed Hermosa è quella del paladino caduto che parla.
"Ben conosco gli avversari,
vi proteggo son mannari."
A questo punto mi sarei aspettato una reazione da parte dei mannari: nella settima strofa è dunque uno di loro che parla. Riconosce il paladino caduto e pronuncia parole amichevoli nei loro confronti, confermando di esser stato suo compagno di conoscerlo tanto bene da intuire le sue intenzioni ed il suo desiderio di riscatto.
"Non temete amici cari:
la sua voce riconosco;
mio fratello non separi
la sua anima dal bosco.
Lui vuol correre ai ripari
per cambiare il fato fosco!
Chi vi parla fu compagno
di quel nobile grifagno!"
Nell'ottava stanza si manifestano gli eventi magici preparati dalla pozione di donna Hermosa e segue l'invito del mannaro che continua a parlare con il paladino caduto:
ecco io vi accompagno
in un mondo parallelo
qui le Norne* scambian filo
e ti cambiano il destino!


Nella nona stanza è il paladino che risponde al mannaro: evidentemente egli non lo ricorda o non lo riconosce, così risponde con sospetto e scherno
"Come specie di padrino
parli vago al mio cospetto,
ma sei solo un lupo albino!"
Disse alfine con sospetto.
"Lo sa bene anche un bambino:
come me sei un maledetto,
e quel mondo di cui favelli
esiste solo negli stornelli!"
Ora sappiamo che il mannaro è bianco di pelo.

Nell'ultima strofa si comprende chiaramente attraverso le riflessioni di Donna Hermosa come il tono della discussione vada acuendosi e che se non ci saranno prove chiare di quel che dice il mannaro, si potrebbe giungere ad uno scontro.
Le parole son coltelli
nella landa più brumosa.
Ma una trama si compone
che sia lupo oppur leone!
Personaggi:
Paladino caduto (spesso detto nero demone per via dell'armatura nera)
Donna Hermosa con il suo gatto
Il saggio Druido
Il mannaro dal pelo bianco (chiamato lupo albino)

Ora vorrei sapere anche quello che pensavi tu caro Finn, poi mi sa che dovremo fare una media ponderata per riallinearci su alcune cose, o magari giocare una carta sorpresa e decidere di cambiare tutto :lol:
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

Finnven 24 gen 2020, 11:45

cari,
temo la situazione si complichi.
Provo a dare il mio parere, mettendo in fila tutto quanto qua sotto, comprese le vostre visioni dalla SESTA strofa in poi.
Decidiamo come interpretare la situazione in modo univoco.

--

6. Slauni
Druido e maga sono intenti
a distillar quell'infusione,
quando ombre e movimenti
tra quella desolazione
d'antiche lapidi cadenti:
avanguardia in ispezione.
"Ben conosco gli avversari,
vi proteggo son mannari."

H. Nella sesta stanza, mentre gli eventi precipitano, si ode una voce misteriosa che promette protezione contro i mannari che si apprestano ad attaccare il druido ed Hermosa.

S. Al termine della sesta strofa la voce misteriosa che promette protezione contro i mannari che si apprestano ad attaccare il druido ed Hermosa è quella del paladino caduto che parla.

F. Dal mio punto di vista, la pozione inizia a risvegliare degli spiriti dal cimitero. Il primo è questo paladino che promette protezione.

7. Hash
"Non temete amici cari:
la sua voce riconosco;
mio fratello non separi
la sua anima dal bosco.
Lui vuol correre ai ripari
per cambiare il fato fosco!
Chi vi parla fu compagno
di quel nobile grifagno!"

H. Nella settima stanza identifichiamo la voce con quella dello stesso paladino defunto, almeno stando a quanto afferma lo spirito del suo "amato fratello" che evidentemente si è teletrasportato nell'antro insieme al druido ed alla maga.

S. A questo punto mi sarei aspettato una reazione da parte dei mannari: nella settima strofa è dunque uno di loro che parla. Riconosce il paladino caduto e pronuncia parole amichevoli nei loro confronti, confermando di esser stato suo compagno di conoscerlo tanto bene da intuire le sue intenzioni ed il suo desiderio di riscatto

F. Qui c'è una divergenza importante. Chi parla? Mi risulta difficile che sia la voce di un mannaro a dire “amici cari”. Credo abbia senso che sia un secondo spirito che conosce bene il paladino ma che probabilmente è anche lo spirito di un grande mago.

8. Finn
Come un sasso nello stagno
quella voce muove il cielo
che si apre come un ragno
e si gonfia come un velo:
ecco io vi accompagno
in un mondo parallelo
qui le Norne* scambian filo
e ti cambiano il destino!

H. Nella ottava stanza, lo spirito dell'amato fratello propone di accompagnare i nostri eroi al cospetto delle Norne affinchè si possa dipanare il filo del destino del paladino defunto e magari modificare il corso degli eventi per riscattare il suo passato.

S. Nell'ottava stanza si manifestano gli eventi magici preparati dalla pozione di donna Hermosa e segue l'invito del mannaro che continua a parlare con il paladino caduto


F. Lo spirito del mago, nel momento in cui parla, smuove gli elementi. Il suo scopo è cambiare il destino degli spiriti deceduti – in primis il suo e quella del suo fratello paladino – con l'aiuto di Hermosa e del druido.


9. Slauni
"Come specie di padrino
parli vago al mio cospetto,
ma sei solo un lupo albino!"
Disse alfine con sospetto.
"Lo sa bene anche un bambino:
come me sei un maledetto,
e quel mondo di cui favelli
esiste solo negli stornelli!"

H. Nella nona stanza qualcuno risponde all'amato fratello sminuendo quanto va dicendo e commentando come egli sia in realtà soltanto un lupo albino... probabilmente è quello l'aspetto che il suo spirito ha assunto in questo luogo. Chi parla potrebbe essere il leone di pietra, che sottolinea la maledizione che aleggia su tutto e su tutti coloro che si trovano nell'antro delle anime di un tempo e sottolineando come il mondo della speranza (di cambiare il fato) non sia reale ne realizzabile.

S. Nella nona stanza è il paladino che risponde al mannaro: evidentemente egli non lo ricorda o non lo riconosce, così risponde con sospetto e scherno
Ora sappiamo che il mannaro è bianco di pelo.

F. io qui ci vedo un dialogo fra i due spiriti che si conoscono bene ma hanno anche avuto divergenze. Quindi in questa strofa il Paladino mostra la sua incredulità sul fatto che il mago abbia la possibilità di cambiare il loro destino portando tutti dalle Norne. Definirlo un lupo albino, per me è sminuire il suo potere con una metafora (un lupo albino si nota da lontano e quindi fa più fatica a cacciare)

10. Hash

Scosta lesta i suoi capelli
dalla fronte Donna Hermosa,
per distinguer tra gli orpelli
di chi parla senza posa.
Le parole son coltelli
nella landa più brumosa.
Ma una trama si compone
che sia lupo oppur leone!

H. Nella decima stanza, Hermosa cerca di raccappezzarsi tra le opposte voci che disputano sulle possibilità della sorte e, alla fine, perviene ad una conclusione che ancora non rivela... una conclusione che dovrebbe rivelarsi utile per superare la prova e passare al prossimo cambiamento di scenario...

S. Nell'ultima strofa si comprende chiaramente attraverso le riflessioni di Donna Hermosa come il tono della discussione vada acuendosi e che se non ci saranno prove chiare di quel che dice il mannaro, si potrebbe giungere ad uno scontro.

F. Qui Hemosa capisce, attraverso una intuizione, chi dei due spiriti abbia ragione e come salvarsi dalla situazione. C'è fretta, anche perché i mannari stanno per attaccare.

--

Personaggi per Hash
Il Druido
Donna Hermosa
il gatto di Donna Hermosa
il Paladino decaduto il cui spirito ridestato dalle pratiche del druido pretende che i due lo aiutino a mondare il suo passato dalle macchie che tormentano il suo spirito. Si parla vagamente di sette spiriti ostili, ma di essi ne conosciamo finora soltanto 2 e cioè:
l'amato fratello, la donna tradita.
Nel secondo canto, troviamo poi il leone di pietra e un vago accenno alle Norne...


Personaggi per Slauni
Paladino caduto (spesso detto nero demone per via dell'armatura nera)
Donna Hermosa con il suo gatto
Il saggio Druido
Il mannaro dal pelo bianco (chiamato lupo albino)

Personaggi per Finn
Il Druido
Donna Hermosa
il gatto di Donna Hermosa
lo spirito del paladino
lo spirito di un mago che conosce il paladino
il leone
i mannari
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

Hashepsoweven 24 gen 2020, 19:46

ohi ohi ohi....
l'affare si complica...
...ma non per questo diventa meno stimolante... al contrario...
Vediamo però di risolverlo mettendo ai voti le diverse opzioni e teniamo per buone quelle che ricevono il maggior numero di consensi. In caso di parità torneremo a discuterne e magari affideremo alla sorte (il tiradadi?) l'esito incerto.

Allora comincio io...
SESTA STANZA:
Secondo me, in questo caso le opzioni sarebbero in realtà soltanto due poichè tutto sommato la percezione di slauni è abbastanza allineata con quella che io stessa ho espresso. Diverso è il solo percepire di Finn e perciò direi che qui abbiamo già una maggioranza di 2 a 1 sulla prima opzione.... cioè:
la voce che promette protezione appartiene al paladino decaduto, e al tempo stesso identifica il pericolo che incombe nella presenza dei Mannari.
Eventualmente l'attacco di questi ultimi (la cui presenza e la cui aggressività sono da considerarsi normali nel luogo maledetto in cui si svolgono attualmente le azioni) potrebbe essere stata "congelata" dalla magia del calderone ma per un tempo limitato... in tal caso potremmo riunire in questa opzione anche la visione di Finn.

SETTIMA STANZA:
Beh... avendo io stessa scritto la stanza in questione, non ho dubbi nel dare la mia preferenza all'opzione H... che di fatto spiega quanto intendevo appunto descrivere. Per cui direi che l'interlocutore che risponde al paladino è l'amato fratello introdotto nella decima stanza del secondo canto da saluni
Però se vogliamo tentare di "includere" anche le altre opzioni, potremmo ipotizzare che il famigerato amato fratello, essendo un potente mago, per tenere a bada l'orda dei mannari, abbia appunto assunto l'aspetto di uno di loro... albino però e dunque la risposta verrebbe dall'amato fratello, che è un mago come dice Finn... e che è pure un mannaro nell'aspetto in quel momento come interpreta slauni

OTTAVA STANZA:
Chi parla evidentemente è la stessa figura che parlava nella stanza precedente... e dunque vedremo se sarà l'amato fratello (mago ed eventualmente con l'aspetto del mannaro), oppure uno dei mannari... che in tal caso si profilano comunque come alleati perchè propongono un incontro con le Norne per tentare di modificare il corso degli eventi che portarono alla perdizione del paladino. Concetto questo che mi pare chiaro e univoco per tutti.
Io opto per l'opzione "amato fratello" (eventualmente mago con l'aspetto di mannaro).

NONA STANZA:
Avendo malinteso l'intento di slauni che ne è l'autore, a questo punto opterei senz'altro per l'opzione S.
Perciò chi parla adesso è nuovamente il paladino decaduto in chiara divergenza di intenti con l'amato fratello (mago con l'aspetto di mannaro... e qui scopriamo essere anche albino).
Il che non sarebbe in contraddizione con quanto afferma Finn, a parte il fatto dell'eventuale spregio nella definizione lupo albino, che invece potrebbe essere quello che effettivamente si vede a occhio nudo.

DECIMA STANZA:
Qui mi pare che non ci siano grosse contraddizioni: tutti infatti percepiamo l'evidenza del conflitto tra le due voci che hanno parlato. E chiaramente anche l'urgenza di fare qualcosa al più presto per evitare l'attacco dei mannari che in questo momento risulterebbe ancora "congelato" dal potere dell'esorcismo del calderone, che però si sta esaurendo rapidamente.
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron