Pagina 7 di 19

Re: Dark Sun - Vivere e morire a Raam - TdG

Inviato: lun 11 mar 2019, 20:39
da Tartarosso
Rimba come sempre, mi ero dimenticato di darti un dado. Eccolo qua! :)

Re: Dark Sun - Vivere e morire a Raam - TdG

Inviato: mer 13 mar 2019, 8:56
da Palin
(OOF 1 2 3 4 4 5 5 6
Scelgo il monologo di vittoria
/OOF)

La giornata è particolarmente calda (visto il clima di Athas, è praticamente un inferno) e questo è un bene per chi deve cercare delle persone perché tutti a Raam preferiscono stare nei posti più freschi che il loro rango gli consente. Non ci vuole molto quindi per ritrovare in un luogo sufficientemente appartato Donna Askara, che si dice sappia tutto di tutti: in particolare conosce Gruff (ovviamente non è il suo vero nome), un nano brontolone che si era fatto convincere da Igmilun ma poi l'ha rapidamente abbandonato quando ha capito il carattere violento e spietato della sua organizzazione.

Gruff conosce non solo il posto esatto, ma anche il percorso che ha usato per la fuga - che ritiene sconosciuto a Igmilun, un intrico di rovine sotterranee di epoche antichissime che sono sotto la miniera. Grazie all'esperienza del nano con il sottosuolo, Gruff conosce sufficientemente bene le distanze e i punti di riferimento alle rovine. Racconta che per usarle occorre anche dotarsi di corde per scalare gli ostacoli che non possono essere superati, ma è stranamente reticente su cosa abita le rovine e sui pericoli che vi si possono nascondere.

Gruff è anche interessato a sapere dopo il raid quale tiro mancino andiamo a fare a Igmilun perché gli è rimasto qualche sassolino nella scarpa: alla fine esco dal colloquio con una mappa piuttosto precisa con anche le altezze, oltre che le distanze da percorrere nelle rovine.

Re: Dark Sun - Vivere e morire a Raam - TdG

Inviato: mer 13 mar 2019, 10:34
da Tartarosso
Spoiler
Show
@lavinia: se vuoi far far a Fakhyr qualcosae hai tempo per postarr, scrivi pure. Tanto io fino ad oggi pomeriggio tardi non avrò modo di mettermi per bene al pc a scrivere un post

Re: Dark Sun - Vivere e morire a Raam - TdG

Inviato: mer 13 mar 2019, 17:26
da Tartarosso
@Fathan:
In giornata raccogli anche qualche altra informazione, sotanzialmente di pubblico dominio o quasi, ma non meno utile.
Igmilun ha un piccolo esercito personale che gli è molto fedele. Ammonteranno ad un migliaio di persone ma in una città come Raam che conterà un 40000 persone un esercito del genere se ben organizzato può essere comunque pericoloso.
All’interno dell’esercito esiste poi una cerchia più stretta che costituisce la guardia personale di Igmilun. Circa 100 uomini provenienti dalle fosse dei gladiatori

@Fakhyr:
Te cosa fai mentre Fathan è a giro? Dove dici di ritrovarsi a Grr Iarr? E quando?

Re: Dark Sun - Vivere e morire a Raam - TdG

Inviato: mer 13 mar 2019, 22:22
da lavinia
Spoiler
Show
Ho visto solo ora il tuo invito a rispondere, non sono proprio riuscita a farlo prima.
Fisso il nuovo appuntamento con Grr-Iarr e i suoi compagni per il giorno successivo. Le chiedo se possiamo vederci all'entrata del tunnel che ci porterà sul fondo della miniera, da Igmilun.

Il tunnel si trova a poca distanza da dove siamo ora, è in un luogo accessibile ma solitamente poco frequentato dagli abitanti della città, possiamo incontrarci senza destare sospetto o farci vedere troppo.

Per me è il momento di starmene un po' a meditare in un luogo silenzioso, ho trascurato molto i miei esercizi. Chiedo a Raji se ha da fare o vuole unirsi a me nel ritiro: gli propongo di andare verso la parte sud della città, dove ci sono le rovine di una fonte antica; con queste potremmo ricordare il gorgoglìo e immaginare la sua freschezza mentre i caldi raggi del sole scalderanno le nostre menti.

Re: Dark Sun - Vivere e morire a Raam - TdG

Inviato: ven 15 mar 2019, 10:33
da Tartarosso
@Fakhyr:
Raji acconsente a venire con te. Siete lì vicino all’antica fonte a meditare. Vi ripara l’ombra di un enorme cactus. Il caldo è sempre insopportabile ma, forse per le tue doti psioniche, forse per la suggestione, senti un certo sollievo come se lì scorresse ancora l’acqua della fonte a rinfrescare i dintorni e crescessero ancora le antiche piante.
OOF
Show
Con il paragrafo successivo mi permetto di descrivere, almeno parzialmente, cosa si figura nella sua mente Fakhyr durante la meditazione. Se non ti andasse bene si fa riavvolgi. Mi serve però per descrivere almeno parzialmente quello che sta succedendo
Mentre mediti è come se fossi all’interno della antica biblioteca in cui lavorava tuo padre. Il nobile presso cui eravate schiavi ti permetteva di stare lì perché tu apprendessi il lavoro dello scriba. Te lo ricordi come un posto stranamente fresco grazie alle sue enormi pareti e al fatto che fosse almeno parzialmente interrata.

Ad un certo punto una figura comincia a premere attraverso la tua visione. La vedi come qualcuno che stia cercando di passare attraverso un telo di pelli. Percepisci che è ostile ma senti anche chiaramente che non ha intenzione di ucciderti e che in qualche maniera è riluttante verso il compito che sta svolgendo. Poi la figura inizia a diventare sempre più nitida, con il velo intorno a lei che comincia a rarfarsi: E all’interno della biblioteca vedi cominciare ad apparire Raji!
E gli senti dire “Mi dispiace”.
Si avventa verso di te. Cerca di stringere le tue tempie fra le sue mani. Senti una forza che cerca di impedirti di reagire e cerca di obbligarti a stare fermo mentre Raji ti sta per toccare.

Cosa fai?

@Fathan:
Stai continuando a girare per cercare informazioni, anche se quelle più importanti ormai pensi di averle trovate. Sei in una bettola in un quartiere abbastanza malfamato controllato dalla casata M’Ke. Ti stai allontanando dal tavolo di uno dei contatti con cui hai parlato.

Ti si avvicina un uomo con una faccia grinzosa e incartapecorita. E’ difficile stabilirne l’età, ma dal portamento non deve essere poi così anziano.
Ti si rivolge gentilmente: “Fathan dei Dur?”. Poi ti dice stando attento a non farsi sentire troppo in giro che sa che ultimamente non sei in buoni rapporti con la casata Tsalaxa. E però questo fatto potrebbe rivelarsi positivo. Perché c’è un’altra casata che potrebbe essere interessata a collaborare con te proprio in virtù del tuo precedente legame con gli Tsalaxsa. Ti dice che se sei interessato potete sedervi lì nel locale in una piccola stanzetta appartata a parlare di questo.

Cosa fai?

Re: Dark Sun - Vivere e morire a Raam - TdG

Inviato: ven 15 mar 2019, 11:55
da Palin
Al momento sono più preoccupato che qualcuno mi abbia riconosciuto in pubblico, per questo gli sussurro un appuntamento in luogo più appartato ma non troppo distante (sia nello spazio che nel tempo, per non permettergli di organizzare un'eventuale imboscata) e poi ad alta voce dico che si è certamente sbagliato e che stavo giusto abbandonando il locale.

Sono certamente interessato a ciò che ha da proporre ma al momento sono più interessato a godere dell'attuale indipendenza.

Re: Dark Sun - Vivere e morire a Raam - TdG

Inviato: ven 15 mar 2019, 18:27
da lavinia
Raji mi spaventa davvero tanto in questo momento, sono ancora confuso per come è stata interrotta bruscamente la meditazione.

A volte sono entrato nelle menti altrui ma ho sempre cercato di farlo più discretamente possibile e di non usare mai la violenza per nessun motivo.
L'attacco fisico di Raji mi stupisce perché molto in contrasto con la Via che ha scelto di percorrere, dovrebbe ripudiare ogni forma di violenza e aggressione.

Richiamo ogni mia forza mentale e fisica per sfuggire al suo tocco, non reagisco contro di lui ma cerco di allontanarmi e riportarlo alla sua Via, contemporaneamente chiedo: "Perché? Perché mi attacchi? Non diventerai mai Maestro della tua Via se fai questo!"
Spoiler
Show
Devo tirare? Utilizzo Desiderio di percorrere la Via (1) e 4 dadi del mio pool, mi dai un dado?

Re: Dark Sun - Vivere e morire a Raam - TdG

Inviato: ven 15 mar 2019, 21:36
da Tartarosso
/oof
Non cambia molto le cose ma la mia intenzione era descrivere una scena in cui RAJI ti aggredita nella tua mente. Il fatto che non fosse evidente ci fa solo capire che non ero destinato a diventare un grande scrittore :) . Anche se in realtà penso non ci siano mai stati DUBBI al riguardo 😭

Detto questo, dato che non cambia moltissimo le cose ti puoi difendere lo stesso con l'abilità da te descritta e ti do 1 dado.
nell'eventuale monologo di vittoria tieni conto che sei nella tua mente.
/OOF

Re: Dark Sun - Vivere e morire a Raam - TdG

Inviato: lun 18 mar 2019, 16:10
da lavinia
1 2 4 4 6 6
Scelgo il monologo di vittoria :)

Raji mi sta rimproverando perchè ho disturbato la sua meditazione mettendomi a gridare, non ero ancora tornato alla realtà quando ho creduto di vederci accanto alla fontana e di sentire nuovamente le sue mani protendersi minacciose verso le mie tempie.
Adesso effettivamente le sue mani sono su di me, sulle mie spalle per essere precisi, e mi stanno scuotendo con una certa veemenza.

Appena torno perfettamente in me, Raji mi dice:
"Mi hai fatto spaventare molto: quando ti ho sentito gridare e ti ho visto agitarti in quel modo ho temuto che il medaglione stesse per prendere la tua mente, come aveva fatto con me. Non avrei saputo come aiutarti senza rischiare di farti del male.
Cosa è successo? Stai bene adesso? Cosa hai visto di così spaventoso?"

Ancora tremante rispondo, non proprio sinceramente:
"Ho visto un mondo con ancora più fame e sete di quello attuale, guerre sanguinarie, amici e fratelli che tradivano, la perdita di ogni riferimento... Erano queste le visioni che ti hanno fatto impazzire quando hai analizzato il medaglione?"

In cuor mio sospetto che il medaglione potrebbe avermi avvertito di un pericolo, ma è un oggetto malvagio e non so se fidarmi. In ogni caso mi rimarrà la pulce nell'orecchio.

Gli dico che sono troppo scosso adesso e non mi sento di ricominciare a meditare, se vuole può farlo lui, lo chiamerò quando sarà il momento di andare per incontrarci con gli altri.
Spoiler
Show
Non ti preoccupare, a me vai più che bene come scrittore. Io tendo a farmi prendere un po' dalla storia e immaginare anche altro, oltre a ciò che c'è scritto, e anche io non ero destinata a diventare una grande scrittrice. Anche se purtroppo a volte si leggono certi libri che ti chiedi come abbiano il coraggio di metterci la faccia chi li ha scritti.