La locanda

Rispondi
Avatar utente

Re: La locanda

Hashepsoweven 4 set 2020, 16:20

lavinia ha scritto:Ciao, io ho capito che Atlas non sta troppo male, ha una gamba rotta però. Credo che possa cavarsela da solo qua mentre ci rallenterebbe se dovessimo portarlo con noi (è piuttosto... ingombrante, come tutti i draconici).
Ok...tutto giusto, solo che io pensavo che magari con un paio di "sedute di canto curativo" il draconico avrebbe la possibilità di guarire e non essere più un ingombro... ma - avendo recuperato l'uso della gamba - un potente alleato.
Il problema è piuttosto SE Elyanna ha il tempo per attuare le due-tre sedute di cura necessarie allo scopo. Altrimenti è chiaro che dovremo fare come suggerisce Uri... e pure io faccio meta gioco... :D
Avatar utente

Re: La locanda

slaunidom 6 set 2020, 18:57

La tua arte bardica ti permette di curare il danno, cioè i PF. Ovvero di porre rimedio a fatica, contusioni e ferite non troppo profonde.
È circa l'equivalente dell'incantesimo da chierici:
Cura ferite leggere (Livello 1)
Al tuo tocco le ferite si rimarginano e le ossa cessano di far male. Guarisci 1d8 danni ad un alleato.
Nel caso di una gamba fratturata ci vuole un incantesimo più potente oppure 2 settimane di riposo.
Hai tutto il tempo che vuoi per effettuare sedute di canto curativo, ma non potranno risaldare le ossa di Atlas: ci vorrebbe qualcosa come l'incantesimo dei chierici
Cura ferite moderate (Livello 3)
La tua magia ferma le emorragie e risalda le ossa. Guarisci un alleato di 2d8 danni.
Quando il tuo personaggio passerà di livello potrai scegliere 1 mossa avanzata, tra quelle che puoi prendere dal livello 2 in poi, se ti interessa, hai a disposizione
Canzone guaritrice
Quando guarisci qualcuno con l’Arte arcana, curi +1d8 PF.
Se e quando sceglierai questa mossa la tua arte arcana curerà come un incantesimo di Cura ferite moderate dei chierici e quindi sarà in grado di risaldare le ossa rotte.

lavinia ha scritto:Penso che dovremo muoverci velocemente. Sto facendo metagioco, ma da passate campagne ho imparato che a DW i problemi vanno risolti il prima possibile perché crescono velocemente.
Esattamente: quando i PG si fermano i nemici ed i pericoli hanno campo libero per dilagare, e nessuno mette loro i bastoni tra le ruote.
Potete stare fermi quanto volete in termini di ore, ma se pensate di aspettare 2 settimane finché Atlas possa camminare, allora questo vuol dire aver fallito la missione e tornare al Castello di Ghiaccio per riferire ad Hamilla del vostro fallimento.
Ma non solo: immaginate cosa può succedere se nessuno ferma gli animali sull'isola, se nessuno riporta l'equilibrio nell'ecosistema, se nessuno affronta chi o cosa li controlla. Immaginate il peggio, e quello si avvera... :evil:
E cosa sarà di quella oscura minaccia che ha messo fuori combattimento un cavaliere del cielo: se nessuno lo scopre e nessuno si preoccupa di affrontarla, avrà campo libero, e chissà cosa potrebbe fare nel resto del mondo, se riuscisse ad uscire dall'isola...

Il gioco ha delle regole specifiche per far progredire le minacce e farle divenire sempre più pericolose ed evidenti, e delle meccaniche per cui se i personaggi le ignorano, esse si portano a compimento da sole realizzando in gioco un destino incombente e terribile. Qualcosa che cambierà il mondo in peggio, e che porterà conseguenze per tutti.

A questo punto il mio consiglio è quello di accamparsi per qualche ora, il tempo necessario per prendersi cura di Atlas, lasciargli dei viveri e delle armi, riparare lo zaino di uri, riorganizzarsi e decidere cosa esplorare per primo (le rovine, la foresta o i monti) ed infine fare le mosse di fine sessione, così vediamo come funziona anche questo aspetto del gioco e prendiamo i primi punti esperienza.
Avatar utente

Re: La locanda

Hashepsowelun 7 set 2020, 11:57

D'accordo... ho capito lo spirito della regola.... non mi piace ma mi adeguo... :ugeek: :roll: :(
Spoiler
Show
Mi rendo conto che la colpa di quanto accaduto al buon Atlas è soltanto mia poichè nella mia narrazione (coerentemente con il carattere del png) ho fatto agire il draconico in modo avventato e pericoloso. E me ne assumo senz'altro la responsabilità pagando pegno e perdendo il sodale che avevo creato.
Mi permetto però di aggiungere che - per quanto riguarda la mia personalissima aspettativa di gioco - dopo aver speso tempo e parole per descrivere la storia ed il carattere di questo particolare png, il fatto di perderlo fin dalle primee battute mi spiazza alquanto... e sinceramente limita parecchio le mie future narrazioni.... perchè la mia sensazione è quella che sia molto meglio ponderar bene le mie mosse piuttosto che perdermi in quelle descrizioni e dialoghi a me tanto cari ma assai poco funzionali al gioco! Poche parole e fatti concreti: con due righe me la cavo, non mi affeziono a niente e se il dado mi dice bene, ok, ma se mi dice male non ci rimango troppo male!
Avatar utente

Re: La locanda

slaunilun 7 set 2020, 20:03

Apprezzo moltissimo la tua sincerità e comprendo che il gioco non ti piaccia.
D’altra parte l’ho sempre detto con altrettanta onestà che questo gioco era d’azione e aveva un regolamento capace di opporsi a background esaustivi e storie pregresse create fuori scena.

Sono molto contento che tu l’abbia sperimentato e capito come effettivamente funziona il gioco, ma se non ti piace e devi adeguarti, non è questo che desidero. Esistono moltissimi altri giochi che avremo modo di fare insieme e che potrebbero soddisfare entrambi.

In tutta serenità, così come ogni discussione è stata affrontata finora, mi sensto di proporre la sospensione del gioco. Almeno finché non si renderà disponibile un secondo giocatore, sempre che Lavinia voglia continuare.
Avatar utente

Re: La locanda

Hashepsowemar 8 set 2020, 0:30

Ma no dai... io voglio comunque continuare....
Come scritto vorrà dire che accantonerò per il momento il mio stile di gioco e cercherò di "badare al sodo", il che non significa che magari poi non ci trovi gusto...
Tu che un poco mi conosci sai quanto mi piacciano i giochi da tavolo e in quelli c'è sempre un regolamento rigido da seguire e chiunque giochi per esempio a monopoli non può certo pretendere di avere i carriarmati per conquistare le terre su cui poi costruire case ed alberghi... o di scoprire in salotto gli indizi del cluedo! :D
Si tratta appunto di adeguarsi alle regole e imparare a padroneggiare anche le strategie del gioco. Che poi anche se disponi i carriarmati nel migliore dei modi quando i dadi ti dicono no... li perdi tutti e ciao ciao strategia!
Ripeto... ho onestamente e sinceramente voluto esprimere la mia perplessità senza nascondere la mia delusione proprio perchè ti ho conosciuto come DM "narrativo", ma se non è questa la sede... intanto gioco "a risiko" e poi magari prossimamente giocherò a qualcosa d'altro... ecco tutto!
Basta comprenderlo... e siccome hai più volte chiesto un feedback dai giocatori, semplicemente ho voluto esprimere le mie sensazioni al primo approccio... ma non per questo voglio smettere di giocare.
Spero vivamente che ci raggiunga presto anche Finn e sono molto curiosa riguardo al suo approccio al gioco.
Avatar utente

Re: La locanda

slaunimer 9 set 2020, 22:39

Ok continuaiamo allora. :)
Ditemi cosa avete intenzione di fare: proseguire con l'avventura o fermarvi per qualche ora e provare le mosse di fine sessione?

DW non ha un sistema di regole rigide, ma quelle poche che ci sono vanno rispettate, altrimenti il gioco non funziona. Non credo sia un grosso problema: tutti i giochi dovrebbero avere delle regole, pena il non raggiungimento di nessuno scopo/obiettivo.

Il problema sta piuttosto nelle esperienze con giochi vecchi in cui era necessario cambiare le regole per correggere gli obiettivi ed i principi del gioco... ed in cui era fondamentale personalizzare in modo eccessivo i PG perché quella era l'unica libertà concessa ai giocatori.
Per tanto il paragone tra DW e risiko credo sia prorpio fuori luogo.

Ad ogni modo andiamo avanti! :)
Avatar utente

Re: La locanda

Hashepsowegio 10 set 2020, 14:32

Il paragone era puramente esemplificativo di quello che è un gioco con regole rigide che vanno rispettate e che, per quanto uno faccia il "figo" con mille strategie bellissime, se poi i dadi gli dicono male.... ciccia! :?
Era tanto per rientrare in una sfera a me molto familiare: a me piace moltissimo giocare a risiko tra l'altro, ma esattamente come accaduto nel DW per quel che riguarda la vicenda specifica di Atlas... progetti e programmi ma se poi non ti dice bene la situazione tutto salta! I tiri di dado bassi per il risiko e la non praticità dell'intervento del giocatore per il DW. Questa era la similitudine e come tale la trovo congruente con il mio ruolo di giocatore che si deve adeguare a specifiche regole di gioco che possono talvolta portare al misero fallimento della mia strategia di gioco! Ma, come ripeto, il risiko è uno dei miei giochi da tavolo preferiti e... chissà che - una volta acquisita maggior dimestichezza con le regole DW - questa esperienza non mi faccia infine apprezzare anche le sue regole che ora trovo ostiche da digerire!
Ciò precisato, mi piacerebbe appunto approfondire le regole e quindi - se a Lavinia non dispiace - sperimenterei volentieri le mosse di fine sessione.
Vado a rileggermi le regole di questa parte del gioco e poi cerco di intervenire congruentemente con esse! :mrgreen:
Avatar utente

Re: La locanda

Hashepsowegio 10 set 2020, 23:21

Doppio post scusate...
Ho letto le regole... :roll: ma non ho capito cosa dovrei fare adesso nel gioco per attivare una mossa di fine sessione e nel regolamento non riesco a trovare altro che quanto segue al riguardo
slauni ha scritto:Fine sessione
Quando finisce una sessione di gioco, puoi scegliere uno dei tuoi legami che credi sia risolto (completamente esplorato, non più rilevante o altro). Chiedi al giocatore del personaggio con cui hai quel legame se è d’accordo. Se lo è, ottieni 1 PE e scrivi un nuovo legame con un personaggio qualsiasi.
Una volta che i legami sono stati aggiornati, controlla il tuo allineamento. Se hai soddisfatto il tuo allineamento almeno una volta in questa sessione, ottieni 1 PE.
Una volta che tutti hanno finito, rispondete a queste domande come gruppo:
Abbiamo imparato qualcosa di nuovo e importante sul mondo?
Abbiamo sconfitto un nemico o un mostro degno di nota?
Abbiamo saccheggiato un tesoro memorabile?
Se è tutto qui, allora immagino si debbano risolvere le cose in questa sede... giusto?
In ogni caso provo a portarmi avanti, rispondendo per quello che mi riguarda.
Non ritengo personalmente risolto l'unico legame attivo con Uri (non so se posso fidarmi di Uri: la metterò alla prova): in queste prime mosse, forse un poco avventate, Elyanna non ha avuto ancora modo di approfondire il legame ed è ancora molto diffidente nei suoi confronti, ma al tempo stesso capisce che in questa avventura hanno uno scopo in comune e in un mondo ostile come quello in cui si trovano, è indispensabile collaborare con tutti i compagni di viaggio. Ragion per cui non nasconderà ad Uri le informazioni utili per il bene comune, ma continuerà ad osservarla per comprendere fino a che punto potrà fidarsi di lei e terrà per se le cose che riguardano la sua sfera personale e intima.
Lavinia: ritieni corretto questo approccio o la pensi diversamente al riguardo?
Ritengo invece di aver soddisfatto pienamente l'allineamento neutrale del mio pg, quando Elyanna ha cercato di placare gli animi di Sonny e Atlas nei confronti di Uri cercando poi essa stessa di supportarne l'azione con il canto magico.
Alle domande di gruppo io risponderei si alla prima, ni alla seconda e no alla terza.
Avatar utente

Re: La locanda

laviniaven 11 set 2020, 10:39

Hashepsowe ha scritto: In ogni caso provo a portarmi avanti, rispondendo per quello che mi riguarda.
Ti vorrei consigliare, anche per goderti di più il gioco, di non avere fretta di portarti avanti, inoltre si gioca in gruppo ed io ho sempre aspettato con pazienza che tutti i dubbi che avevi ti fossero chiariti, senza metterti ansia.
Tu hai scritto senza aspettare il mio parere.
Comunque, mi può andar bene andare al Fine Sessione, anche se un po' prematuro perchè non abbiamo ferite e abbiamo esplorato e conosciuto poco. In ogni caso lo possiamo fare perchè così Uri potrà riparare lo zaino.

Essendo DW un gioco narrativo, le mosse di Fine Sessione si fanno in gioco, dobbiamo descrivere una situazione in cui tutti siamo insieme e mentre ci raccontiamo le impressioni sul tempo trascorso, rispondiamo alle domande del master che possono essere quelle del Manuale o personalizzate per l'occasione.

Per quanto riguarda i legami per ora non mi sembrano risolti nè il mio, nè il tuo, ma è ovvio perché è trascorso davvero poco tempo, sarà trascorsa circa un'ora da quando siamo sbarcate sull'isola.

Ti vorrei poi ricordare, per non creare futuri malintesi, che i Gregari sono personaggi del Master, noi abbiamo dato l'idea di cosa potessero essere e un po' di caratterizzazioni. Se vogliamo farli agire dobbiamo chiederglielo: nel momento in cui si chiede, se ci sono le condizioni il Gregario farà quanto richiesto, altrimenti si dovrà fare il tiro.
Atlas e Sonny, così come Harald e Svein, sono Gregari a disposizione di entrambe e non PnG per creare storia.
Avatar utente

Re: La locanda

Hashepsoweven 11 set 2020, 12:50

lavinia ha scritto:Ti vorrei consigliare, anche per goderti di più il gioco, di non avere fretta di portarti avanti, inoltre si gioca in gruppo ed io ho sempre aspettato con pazienza che tutti i dubbi che avevi ti fossero chiariti, senza metterti ansia.
Tu hai scritto senza aspettare il mio parere.
Innanzi tutto ti ringrazio per la pazienza :) e mi scuso se ho dato l'impressione di voler fare tutto da sola... :oops:
In realtà, avendo scritto in locanda e non nel topic del gioco, il mio era più un approccio di prova che un vero e proprio intervento. Infatti ho domandato se era corretto quello che avevo creduto di capire e chiesto anche a te se trovavi corretto l'approccio che avevo tentato di dare alla eventuale "mossa di fine sessione".
lavinia ha scritto:Ti vorrei poi ricordare, per non creare futuri malintesi, che i Gregari sono personaggi del Master, noi abbiamo dato l'idea di cosa potessero essere e un po' di caratterizzazioni. Se vogliamo farli agire dobbiamo chiederglielo: nel momento in cui si chiede, se ci sono le condizioni il Gregario farà quanto richiesto, altrimenti si dovrà fare il tiro.
Atlas e Sonny, così come Harald e Svein, sono Gregari a disposizione di entrambe e non PnG per creare storia.
Ti ringrazio anche per questa tua spiegazione... mi era piaciuta l'idea di colloquiare con loro, ma comprendo che era fuori luogo perchè tuttalpiù potevo far parlare Elyanna ma avrei dovuto attendere la risposta da parte del Master prima di farli agire narrativamente come piaceva a me.... e mi dispiace che per questo abbiamo tutti pagato pegno perdendo un guerriero formidabile che ci avrebbe fatto molto comodo nel prosieguo dell'avventura! :cry:
L'entusiasmo di far progredire il gioco mi ha fatto compiere errori madornali... ma credo di avere imparato qualcosa e sono pronta ad evitare di ripeterli nel prosieguo del gioco.
Ciò detto, ti chiedo - se puoi - di impostare tu stessa l'avvio della mossa di fine sessione cosicchè io possa seguire il tuo esempio ed evitare azioni strampalate....
Una domanda: nel mio fine sessione potrò provare a curare Atlas, inscendando l'ultimo siparietto di dialogo con lui (lasciando ovviamente al Master la risposta del draconico e l'esito dell'eventuale azione)? Elyanna si sentirebbe senz'altro in colpa per quanto accaduto al suo mercenario e prima di lasciarlo vorrebbe quanto meno provare ad aiutarlo sfruttando le sue abilità bardiche. Oppure è meglio evitare e concentrarmi su altro come ad esempio la condivisione di quanto ho percepito sulla realtà circostante con gli altri compagni di viaggio?
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron