[Sessione 1] L'approdo

Rispondi
Avatar utente

Re: [Sessione 1] L'approdo

laviniadom 30 ago 2020, 12:35

L'orso non si spaventa quanto avevo previsto, purtroppo.
Mi chiedo cosa o chi lo spinga ad agire così, se fosse stato semplicemente affamato adesso sarebbe fuggito in cerca di una preda più facile, c'è ancora una distesa di foche poco più avanti.

Temo che chi lo controlla abbia potere su tutti gli animali di questa isola e questa azione sarà un pessimo modo per far sentire che siamo arrivati.
Temo molto che dovremo guardarci con attenzione da qualsiasi bestia che incontreremo, che saranno molto aggressive verso di me che ho ucciso subito una di loro.

Elyanna mi sta aiutando con un canto che sta facendo rilassare l'orso, ma non potrà continuare a cantare a lungo. E poi, se non ha funzionato il timore per la magia chissà per quanto il suo canto sarà effecace? Non ce la faremo a portare su il grande e pesante draconide ferito in tempi rapidi.

Devo decidere ora se salvare salvare l'orso e lasciare Atlas ferito alla sua mercè o se salvare il draconide, che potrebbe ancora tornarci utile in caso di altri attacchi.
Se non fosse questo il primo animale che uccidiamo, presto comunque, arriveranno altri attacchi e la nostra presenza sarà rivelata ed altri animali vorranno aggredire noi che veniamo da fuori.

Spero di prendere la decisione giusta: tra un compagno di missione e un orso come ce ne sono tanti su questa isola scelgo di salvare il draconide.
È una decisione poco lungimirante, che sarebbe giudicata pessima dal mio vecchio professore di "Tattiche e strategie", ma in questo momento è la cosa che preferisco fare.

Grido ad Atlas di resistere ancora e scaglio un altro dardo verso l'orso, questa volta concentrandomi di più a colpirlo in un punto vitale che a fare spettacolo. Faccio in modo che la sua morte sia rapida e senza sofferenza.

Modificato per correggere un errore di sintassi.
Avatar utente

Re: [Sessione 1] L'approdo

slaunimer 2 set 2020, 23:15

Il melanconico canto di Elyanna si stende dalla scogliera verso la spiaggia, impregna l'aria d'incanto e riversa le sue misteriose sillabe [immagino che usi la lingua delle fate perché più affine alla natura e alle emozioni] sul minaccioso orso delle nevi.
L'incedere furioso dell'animale diviene gradualmente l'ondeggiare placido di passi stanchi, il suo ruggito si smorza nel respiro profondo che precede il sonno e le sue fauci aperte per mostrare i terribili denti si spalancano nel più ampio degli sbadigli.
Ma quanto a lungo può cantare il bardo, e quanto a lungo può durare il suo incanto?

Il pensiero di Uri corre veloce come il fuoco spinto dal vento e brucia ogni possibilità nella vampa dell'ineluttabile. La stringente e razionale logica della scuola di magia lascia il posto al sentimento di compassione ispirato dalla collaborazione con Elyanna. Pietà per il nemico: una morte rapida ed indolore. Comprensione e speranza per il compagno di ventura: aiutarlo anche se con una gamba rotta rallenterà il gruppo più di quanto possa essere d'aiuto.
La speranza ed il dubbio di una collaborazione che possa divenire calda amicizia.

Ma in questo luogo sperduto nel Mare degli Smeraldi sembra che il calore della primavera sia solo il pallido ricordo di un sogno: il freddo gela il cuore e le mani, senza alcuna pietà.

Il corpo privo di vita dell'orso giace ora vicino ad Atlas. La gamba del draconide è rotta e gli impedisce di camminare, ma la sua vita è salva.
C'è il tempo necessario per recuperare gli oggetti perduti nel combattimento, per steccare la gamba della guardia del corpo, per riparare lo zaino di Uri e per condividere le scoperte fatte relative all'isola.
Dopo aver discusso un po' la situazione, Atlas vi convince che sarebbe un'inutile perdita di tempo ed un pericolo per tutti portarlo con voi: e poi si sente abbastanza al sicuro su questa spiaggia, vi promette che al vostro ritorno si farà trovare con indosso una bella pelliccia d'orso delle nevi.
"Dovrete andare avanti senza di me!" Esclama il draconide malcelando una smorfia di dolore. Poi dopo aver incontrato lo sguardo di Elyanna, aggiunge sprezzante come sempre, quanto basta per rassicurare la sua protetta: "Non preoccuparti per me: rimpiango solo di perdermi qualche combattimento, ma non sono interessato a battute di caccia!"

Il momento dell'addio è sempre triste, e lo sembra ancora di più con il freddo che stringe tutta l'isola nella sua morsa. Così riprendete la vostra esplorazione alla ricerca dell'unicorno alato e della sua tana. Davanti a voi ci sono le rovine mostruose e contorte di chissà quale antica civiltà: potete attraversarle o aggirarle, a voi la scelta.
Oltre quelle vestigia dimenticate si estende una foresta di conifere verso Oriente ed una area di brulla tundra verso Occidente.
In lontanaza, all'orizzonte, si scorgono nella bruma biancastra, profili di monti coperti di ghiaccio e di neve: forse quest'isola è più grande di quanto vi aspettavate.

Uri, Elyanna, che fate?
Spoiler
Show
Se vi servono più dettagli per mandare avanti il gioco, chiedete pure, li aggiungerò a richiesta.
Se sentite l'esigenza di prendere accordi o confrontarvi fuori dalla narrazione, potete farlo in locanda. Io resterò allerta e pronto a riempire di avventura la vita di Elyanna ed Uri.

Se volete lasciare qualcuno con Atlas, decidete voi chi resta. Altrimenti Sonny, Svein e Harald vengono con voi.
  • Per steccare la gamba ad Atlas servono bende (1 uso), un po' di tempo ed un bastone di legno (si può trovare in giro se non ne avete uno). Atlas ha le sue provviste per sopravvivere.
  • Per riparare lo zaino di Uri serve ago e filo, ovvero attrezzi dell'avventuriero (1 uso), ed un po' di tempo.
  • Per condividere le notizie raccolte, specificate solo quello che tenete per voi e non rivelate a nessuno, altrimenti considero di default che tutto venga condiviso (questo per motivi di semplificazione).
Infine, se pensate di aver vissuto abbastanza avventura per ora, e che accamparvi qui per riposare prima di ripartire sia la cosa giusta da fare, se pensate di riorganizzarvi e fare le mosse di fine sessione, basta chiederlo e possiamo farlo.
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron