Terzo Canto

Rispondi
Avatar utente

Terzo Canto

Hashepsoweven 4 ott 2019, 15:44

1.
"Io mi sento un poco oppresso"
si lamenta il druido alfine,
contemplando il gran cipresso.
"Non sarà questa la fine:
su, non fare il pesce lesso!"
Ride Hermosa dal confine
dell'antico muraglione
dove giace il calderone.
Avatar utente

Re: Terzo Canto

Finnven 18 ott 2019, 9:35

2.
Nella luce un gran leone
nella pietra ben scolpito
di color rosso mattone
svetta sopra il muro ardito
ed osserva il calderone
dove il druido va spedito:
“Atanor* del gran deserto
cosa vuoi che ti sia offerto?”


* “Atanor” è il calderone alchemico nella antica cultura araba
Avatar utente

Re: Terzo Canto

slaunidom 3 nov 2019, 19:30

3.
"Di magia mi sembri esperto!"
Donna Hermosa ora esclama.
"Il lungo viaggio coperto
un tributo già reclama
distillare un filtro certo
per saziare la sua brama.
A miscelar mi appresto,
ma che luogo è mai questo?"
Avatar utente

Re: Terzo Canto

Hashepsowegio 14 nov 2019, 23:03

4.
"Questo è il Cipresso Mesto,
che vigila sulle tombe
di quest'Antro sì funesto,
del trapassato che incombe."
ruggisce il leone lesto
"Le bacche rosse son bombe
che il calderone divora
per placare la signora!"
Avatar utente

Re: Terzo Canto

Finnmar 19 nov 2019, 13:32

5.
Ecco il tempo che peggiora
d'improvviso si fa cupo
dopo appena un quarto d'ora
urla il vento come un lupo
e di sangue l'aria odora
mentre soffia dal dirupo:
quelle bacche son potenti
hanno effetti sorprendenti!
Avatar utente

Re: Terzo Canto

slaunigio 28 nov 2019, 22:44

6.
Druido e maga sono intenti
a distillar quell'infusione,
quando ombre e movimenti
tra quella desolazione
d'antiche lapidi cadenti:
avanguardia in ispezione.
"Ben conosco gli avversari,
vi proteggo son mannari."
Avatar utente

Re: Terzo Canto

Hashepsowemer 11 dic 2019, 0:33

"Non temete amici cari:
la sua voce riconosco;
mio fratello non separi
la sua anima dal bosco.
Lui vuol correre ai ripari
per cambiare il fato fosco!
Chi vi parla fu compagno
di quel nobile grifagno!"
Avatar utente

Re: Terzo Canto

Finnieri, 10:28

8
Come un sasso nello stagno
quella voce muove il cielo
che si apre come un ragno
e si gonfia come un velo:
ecco io vi accompagno
in un mondo parallelo
qui le Norne* scambian filo
e ti cambiano il destino!

* Nella mitologia norrena le Norne erano divinità supreme che avevano il compito di tessere l'arazzo del destino. La vita di ogni persona è un filo nel loro telaio e la sua lunghezza corrisponde alla lunghezza della vita dell'individuo. Vengono descritte anche come intagliatrici di Rune e hanno potere sul destino in quanto sull'unghia della Norna sono incise le Rune ("segreti sussurrati").
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron