"Poema" fantasy

Rispondi
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da slauni » ven 5 apr 2019, 21:16

Lasciamo perdere perché il ritmo non è affatto compromesso... Anzi è un buon risultato data la difficoltà delle rime che proponi 😉
Ad ogni modo non spetta a me giudicare, se volete correggo... Basta levare "ma il". Tuttavia preferisco che il senso sia ben chiaro.

Meno assonanze e più rime! :-P
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da Finn » dom 7 apr 2019, 20:31

OK lasciamo perdere.

Ottimo, starò più attento alle rime, scusatemi!!!!!

Buona serata!!!
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da Hashepsowe » lun 8 apr 2019, 13:09

Personalmente io invece trovo stimolante il cimento del mantenimento della metrica ottonaria e invito pertanto il buon Finn a volermi segnalare le mie eventuali discrepanze da essa in modo che io possa correggere e imparare a padroneggiare meglio il sistema.
Tieni però conto di una cosa: personalmente per "sillaba" io non intendo la classica divisione grammaticale di una parola, ma la "sillaba fonetica" che comprende - ad esempio - l'ultima sillaba di una parola e la prima della parola successiva qualora inizi per vocale, creando la classica "liaison" francese.
Per risolvere il problema del mantenimento del ritmo e al tempo stesso salvare le immagini che si desiderano evocare con chiarezza, suggerisco al buon slauni di fare eventualmente ricorso a quell'accorgimento strutturale chiamato "enjambement" che prevede di spezzare la corretta fluidità della frase (ad esempio tra soggetto e verbo o tra sostantivo e aggettivo), in favore della ritmica che accompagna i versi. Personalmente non sono affatto innamorata dell'enjambement, che talvolta trovo persino irritante quando spezza il pensiero per dare risalto allo stile, ma negli ambienti poetici questo tipo di accorgimento strutturale viene spesso salutato come un preziosismo geniale che permette al poeta di esprimere quello che vuole mantenendo al tempo stesso la rima e la metrica del verso.
Invece mi sfugge tutta la parte legata alla regola degli accenti e se Finn ha voglia di parlarne in questa sede in maniera semplice e corredata da esempi concreti (presi direttamente dal nostro racconto in versi) può essere interessante - almeno per me - cominciare a capire anche queste regole.

Poi per il resto va tutto bene... e se slauni ritiene di lasciar talvolta perdere la metrica, è padrone di farlo e ce ne faremo comunque una ragione... :)
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da slauni » lun 8 apr 2019, 19:08

Ti ringrazio per il consiglio. Di fatto il concetto che ho di metrica è quello che permette di mettere le parole sulla musica, quindi è legato unicamente agli accenti. In musica esistono anche le note in levare che anticipano l'accento e le legature (è sottinteso che la sillaba sia fonetica dato che di musica stiamo parlando). Probabilmente mi sono fatto trascinare troppo dal mio modo di scrivere. Solo mi piace scrivere in italiano e non in una lingua aulica astratta, quindi ad un certo punto preferisco che sia comprensibile il discorso, piuttosto che un ritmo da metronomo...
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da Finn » mar 9 apr 2019, 13:49

Cari,
ho scritto il mio pezzo!

Ho cercato di evitare le assonanze e utilizzare solo le rime.
Ho provato anche a chiudere proponendo una rima più semplice.

Buona scrittura!
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da Hashepsowe » mer 10 apr 2019, 0:26

Okei... tra poco toccherà di nuovo a me, mi sa...
Mi pare che tra tutti e due riguardo agli accenti ne sappiate mooooolto assai più di me...
Avete voglia di spiegare i concetti con esempi semplici che diano la misura della regola?
Davvero vi sarei molto grata se riusciste ad insegnarmi in qualche modo anche questi concetti...
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da slauni » mer 17 apr 2019, 19:38

Scusatemi, ma non ce la faccio a postare la mia strofa prima di Pasqua. È vero che potrò godere di un po' di ferie da Pasqua al Primo Maggio, ma ora mi sto massacrando :(
Mi dispiace rallentare così, ma proprio non ce la faccio.
Scusate ancora :oops:
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da slauni » mar 23 apr 2019, 19:02

Per la quarta stanza ho elaborato una semplice correzione che non altera il significato, nè le rime di ciò che sta prima o che viene dopo.

4.
Non temer l'angelo smunto
che l'urna muta ha vegliato
col mio corpo ormai consunto:
per contro l'ho divorato!
Da malasorte fui raggiunto,
immemore del passato.
Io non posso ricordare
senza voi a rievocare.

Se va bene procedo a correggere, perché effetivamente i versi guasti erano più di uno :?
Ora vedo di lavorare alla nuova strofa!
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da Finn » mar 23 apr 2019, 20:10

slauni ha scritto: Scusatemi, ma non ce la faccio a postare la mia strofa prima di Pasqua.
Tranquillo, non c'è fretta.
L'editore non ci incalza per ora :D

Per il cambiamento della tua precedente strofa, per ma va bene tutto.

a presto
Avatar utente

Re: "Poema" fantasy

da slauni » mer 8 mag 2019, 19:20

Bhe! non è stato proprio presto :( , ma ora passo la palla... o meglio dovrei dire la domanda ad Hashepsowe.
Continuiamo con la tematica prevista per questo canto: l'esplorazione della tomba e del personaggio del cavaliere dannato.
Chi sono queste figure per metà animali e per metà uomini? e in che relazione stanno con l'ex paladino?

Questa lo spunto se vogliamo continuare su questa linea, altrimenti gioca la tua carta sorpresa e cambia completamente tutto.
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron