Buon Alban Eilir (o se preferite Equinozio di Primavera)

Rispondi
Avatar utente

Buon Alban Eilir (o se preferite Equinozio di Primavera)

da Hashepsowe » mer 20 mar 2019, 21:49

Cade stanotte, alle 22.58 poichè, contrariamente a quanto comunemente si crede, l'Equinozio di Primavera NON occorre sempre nella medesima data, trattandosi di un fenomeno astronomico e - come tale - influenzato da fattori di calcolo che non si presentano sempre uguali a se stessi nel corso dei movimenti di rotazione della terra intorno al sole e sul proprio asse.
In realtà la stessa durata dell'anno solare - che è convenzionalmente fissata in 365 giorni dal Calendario Gregoriano - non è esatta e perciò ogni quattro anni abbiamo l'anno bisestile che aggiunge un giorno ai 365. Ma ancora rimangono alcuni spiccioli di tempo inesatto che determinano successivi slittamenti - seppur impercettibili - nel moto del tempo.
La Precessione degli Equinozi fa slittare la lancetta di quel millimetrico scatto che sposta appunto l'asse e con esso l'avvento delle ricorrenze astronomiche. Quest'anno - come peraltro già accaduto in passato e come nuovamente accadrà nel futuro - l'equinozio di primavera nell'emisfero boreale coincide con il 20 Marzo alle ore 22.58.
Non è neppure vero che il numero delle ore di luce e di quelle di oscurità sia perfettamente identico, anche perchè al mattino scorgiamo la luce ben prima che il sole sorga e alla sera la luce aleggia nel crepuscolo per qualche tempo ancora dopo il tramonto del sole.
È vero invece che nel giorno dell’ equinozio di primavera (come in quello d’autunno), all’equatore, il Sole sorge perfettamente a Est, tramonta perfettamente a Ovest e a mezzogiorno si trova esattamente allo zenit. Oggi, poi, al Polo Nord comincia il giorno più lungo: terminerà solo fra sei mesi, a settembre, con l’equinozio d’autunno, quando comincerà la lunga notte, ovvero sei mesi di buio in attesa del ritorno di marzo. Il contrario avviene invece al Polo Sud.
Quest'anno abbiamo anche la SUPERLUNA in coincidenza con il nostro Equinozio di Primavera, un evento straordinario dal punto di vista astronomico e molto suggestivo da osservare.
A tutti auguro che ALBAN EILIR (la luce della terra) porti un lieto vento di rinascita così come sta accadendo a me proprio in questi giorni!

Vi lascio con la traduzione dell'articolo pubblicato sul sito dell'OBOD (Order of Bards, Ovates and Druids).

Approfondire Alban Eilir

Talvolta l'inverno sembra così lungo che quasi siamo tentati di dubitare del ritorno della Primavera. Ma la Dea della Primavera sta semplicemente dormendo avvolta dalle tenebre dell'Inverno e mentre a Imbolc silimita a stiracchiarsi pigramente, nel momento dell'Equinozio di Primavera, è davvero completamente sveglia.
In questo periodo, le forze della luce sono equamente bilanciate con quelle dell'oscurità, ma la luce va aumentando e raggiungerà il suo apogeo tre mesi più tardi, nel momento del Solstizio d'Estate.
Nel Druidismo, la pianta che simboleggia l'Equinozio è il trifoglio, che è anche tradizionalmente indossato nel Giorno di San Patrizio, il 17 Marzo - poco prima dell'Equinozio di Primavera. La spiegazione convenzionalmente data a questa usanza è il fatto che San Patrizio soleva utilizzare questa forma trilobita per illustrare il dogma della Trinità, ma di fatto il trifoglio è diventato l'emblema nazionale dell'Irlanda a causa della precedente simbologia Druidica associata al triskel, che alcuni studiosi associano alla trinità come forma Cristianizzata del simbolo della ruota o del sole.
Le verdi foglie trilobite della Primavera, nella cerimonia Druidica e nella Festa Irlandese di San Patrizio, ci riportano quindi non soltanto al Dio del Sole e alla dottrina della Trinità (che qualcuno afferma essersi evoluta a partire dalle conoscenze del Druidismo), ma all'insegnamento dell'Awen, ed al concetto della Triplice Dea - poichè Artemide, la Triplice Dea della Luna dei Greci, nutre le sue cerrve con il trifoglio.
Nel Druidismo, la Primavera è consideratatalmente importante che a questa stagione sono dedicate ben tre festività: Imbolc, che segna i primi fremiti della Primavera, Alban Eilir che ovviamente segna il suo inizio, e Beltane che segna il tempo della pienezza, prima dello sviluppo nelle differenti qualità dell'Estate. Questo tema è splendidamente illustrato dalla seguente citazione di Nuinn (il precedente Capo Scelto dell'Ordine e Maestro di Philip Carr-Gomm, n.d.t.) :
La Primavera, per il Movimento Druidico, è una festa triplice. Potremmo ripercorrere il cammino a ritroso fino al solstizio d'inverno, che segna la rinascita della luce. Ma abbiamo il primo solco a partire da Imbolc, o da Brighid come la prima di una triade, il lavaggio del viso della terra e otto luci per una ricorrenza nettamente dedicata alla Dea Madre. E perciò ricorriamo alla terra, all'acqua e alla fiamma.
La seconda festa è l'Equinozio di Primavera, Alban Eilir. Eccoci nuovamente all'aria aperta, se celebriamo sulla collina del Parlamento, useremo la pietra della parola libera (la terra), il primo fuoco della primavera (l'incensiere), e la spada dello spirito e l'acqua trasmutata (vino) viene aspersa dalla Signora della Primavera, come gli embrioni dei semi della crescita.
Alban Eilir, nel punto dell'equilibrio tra Imbolc e Beltane, è anche nel punto di equilibrio tra il giorno e la notte ed è il tempo perfetto per aprirsi alle qualità dell'equilibrio nella nostra vita quotidiana.
Avatar utente

Re: Buon Alban Eilir (o se preferite Equinozio di Primavera)

da lavinia » gio 21 mar 2019, 21:10

Grazie per gli auguri che ci fai e con gioia lo faccio anche a te!

Mi riaggancio al tuo discorso sullo spostamento della data dell'equinozio per un altro piccolo commento astronomico.
Pasqua cade la prima domenica dopo la prima luna piena di primavera: allora perché non è il 24 marzo?
Perché la Chiesa non segue esattamente il ciclo lunare, deve sapere prima della luna di primavera quando ci sarà la Pasqua per calcolare l'inizio della quaresima e in tempi più antichi erano molto pochi quelli in grado di fare calcoli e prevedere le date dei cicli lunari da un anno all'altro.
Crearono così una formula semplificata (epatta) che dice l'età (i giorni) della luna al 1 gennaio, con questa formula che ha variabili diverse ogni 19 anni si calcola la data della luna piena. Il calcolo non è però esatto, e ad esempio quest'anno prevedeva che la luna piena ci fosse il 19 marzo, quindi prima dell'equinozio, quindi pasqua sarà dopo la prossima luna piena.

Per far tornare meglio i calcoli la funzione fu corretta da Gauss, grandissimo matematico e autore di importanti scoperte e formule.

Tornando a temi più poetici... Il 21 marzo è la giornata mondiale della poesia, quindi faccio, un po' in ritardo, gli auguri a tutte le poetesse e i poeti!

🌺🌺🌺
Avatar utente

Re: Buon Alban Eilir (o se preferite Equinozio di Primavera)

da Finn » mar 9 apr 2019, 13:52

Grazie per queste preziose informazioni!
Per Alban Eilir, ho seguito un rituale zoroastro che apre il nuovo anno: Noruz.
Molti elementi e simbologie sono simili a quelli presenti ovunque nelle ritualizzazioni di inizio primavera.
Nello Zoroastrismo e negli Avesta, c'è un elemento in più, in quanto il nuovo anno inizia proprio con l'avvento della primavera
un saluto a tutti
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron